Costruito tra 1460 e 1470, il castello di Venosa è sorto su una preesistente cattedrale romanica e oggi, imponente, domina il centro storico della città oraziana ospitando al suo interno il Museo Archeologico Nazionale.

Il nuovo fortilizio voluto dal duca Pirro del Balzo nasce come importante tassello di un nuovo progetto urbanizzazione e fortificazione intorno alla città oraziana.

Se ne possono ammirare le quattro torri cilindriche, che segnano gli angoli della pianta quadrangolare, un profondo fossato e un ampio cortile circondato da un loggiato rinascimentale.

Di qui si passa nella Biblioteca comunale e nei due saloni di rappresentanza, con volte dipinte da soggetti allegorici nel XVIII secolo, mentre dall’androne si accede al camminamento.

L’interno della galleria seminterrata in parte ospita il Museo Archeologico Nazionale che raccoglie la documentazione di  età romana, tardo antica e altomedioevale della città e del suo territorio.

www.comune.venosa.pz.it