Genzano di Lucania

Genzano di Lucania è un antico insediamento romano aggrappato ad uno sperone da cui è possibile ammirare un paesaggio incantevole sull’alta Valle del Bradano. Il paese e i suoi dintorni custodiscono architetture di pregio come la “Fontana Cavallina”, sulla cui sommità spicca una scultura della dea…

Leggi tutto

Ginestra

In questo piccolo borgo, posto su un colle dal dolce pendio, risuonano le voci dei suoi abitanti che parlano prevalentemente la lingua albanese, per non tradire le sue origini arbëreshë, aspetto peraltro comune a quelle di altri due paesi lucani del Vulture: Barile e Maschito. Il delizioso borgo di…

Leggi tutto

Gorgoglione

L’antico paese di Gorgoglione rientra nella suggestiva cornice della Collina Materana, circondato da distese di uliveti e da aree boschive. Le sue origini affondano le radici in un passato lontano come testimonia il ritrovamento di alcune tombe in località Santa Maria degli Angeli  risalenti al IV…

Leggi tutto

Grassano

« ...bianco in cima ad un alto colle desolato, come una piccola Gerusalemme immaginaria nella solitudine di un deserto». Prima che ad Aliano, Carlo Levi ha trascorso proprio a Grassano parte del suo esilio lucano, descrivendo così il paese materano ne “Cristo si è fermato a Eboli”. E non esiste…

Leggi tutto

Grottole

Il silente borgo rurale di Grottole sorge su un promontorio tra i fiumi Bradano e Basento e il suo nome evoca le “grotticelle”, locali in realtà ancora visibili lungo le pendici del paese e utilizzati dagli artigiani per plasmare dall’argilla vasi e brocche. Vagando tra le strette viuzze lastricate…

Leggi tutto

Grumento Nova

Questo delizioso paese di impronta medioevale sorge nel cuore dell’alta Val D’Agri, nei pressi del lago del Pertusillo, uno degli invasi artificiali più grandi della Basilicata, dove sorgeva l’antica città romana di Grumentum. È uno dei paesi inclusi nella più giovane delle aree verdi protette…

Leggi tutto

Guardia Perticara

Un luogo che risveglia i sensi e cattura lo sguardo. Guardia Perticara è uno dei “Borghi più belli d’Italia” riconosciuti in Basilicata, per i suoi caratteristici vicoli, le stradine strette e ripide e le case in pietra arroccate le une sulle altre. È denominato infatti il “paese delle case di…

Leggi tutto

Il Conservatorio musicale “Carlo Gesualdo di Venosa”

È dedicato al madrigalista rinascimentale lucano del Cinquecento e nel 2011 ha compiuto quarant’anni. Il conservatorio di musica del Capoluogo è uno dei centri culturali più frequentati della città perché sul palco dell’auditorium ospita personalità di grande rilievo, di fama nazionale e…

Leggi tutto

Il Museo Archeologico Nazionale “Dinu Adamesteanu”

Ha sede nel prestigioso Palazzo Loffredo, l’edificio storico più importante di Potenza, in cui sono allestite anche la Galleria Civica comunale e la Cappella dei Celestini. È dedicato a Dinu Adamesteanu, studioso di assoluto rilievo internazionale e “fondatore” dell’archeologia lucana. Il museo…

Leggi tutto

Il Museo Archeologico Provinciale di Potenza

Espone reperti archeologici rinvenuti negli scavi condotti in Basilicata e riferibili al periodo compreso tra preistoria e tarda età romana, con un’estensione fino all’età medioevale. Ai piedi della gradinata (Via Ciccotti) è proposta la ricostruzione dell’acquedotto di Potenza di epoca aragonese,…

Leggi tutto

Il Ponte Musmeci

Percorrerlo è come “volare” verso la città raggiungendo qualunque destinazione, dal centro alla periferia. Porta il nome dell’ingegnere che lo ha realizzato intorno alla fine degli anni sessanta del secolo scorso. Osservandolo bene, soprattutto dalla base, si comprende subito che è improprio…

Leggi tutto

Il Teatro Stabile

Nel 2014 è stato proclamato “Teatro storico lucano” ed è annoverato tra le eccellenze artistiche regionali. Non sfugge all’attento visitatore che il teatro dedicato al musicista potentino, Francesco Stabile, è stato costruito (1857) a immagine del teatro San Carlo di Napoli. Nonostante numerosi…

Leggi tutto

Il tempietto di San Gerardo

Per i potentini è un punto di riferimento perché custodisce il loro santo Patrono raffigurato in una statua attribuita all’artista locale Michele Busciolano. Il tempietto di San Gerardo, come si è soliti chiamarlo in città, sorge sui resti di un’antica neviera, a ridosso del Muraglione, da cui si…

Leggi tutto

Irsina

Fino alla fine dell’Ottocento denominata Montepeloso, a Irsina convivono le sfumature dell’arte e la solennità del sacro. Città dal forte valore storico e culturale è uno dei più antichi paesi della Basilicata e sorge sulla cima di un colle roccioso, in provincia di Matera. Il suo nome originario,…

Leggi tutto

L’anima sacra e le nuance verdi della Val D’Agri

La Val d'Agri è uno splendido affresco in cui spiccano paesaggi verdi e colori intensi. Compresa tra i monti Sirino e Volturino, è una meta interessante in ogni stagione e per ogni esigenza. Ogni borgo ha la sua storia e le sue peculiarità per cultura, valori sacri, natura. L’area ricade nel più…

Leggi tutto

La Biblioteca Nazionale

L’edificio sorge in via del Gallitello, una delle principali arterie della città, e custodisce un patrimonio di 300 mila unità più 800 testate di periodici antichi e 400 testate moderne. L’istituto valorizza e diffonde i documenti relativi alla sezione lucana, ma offre anche diverse sale e servizi…

Leggi tutto

La Cattedrale di San Gerardo

Dedicata al Sano Patrono della città, ha origini antichissime e sorge sui resti di una basilica paleocristiana. L’attuale aspetto neoclassico risale alla fine del XVIII secolo per opera dell’architetto Antonio Magri, allievo del Vanvitelli, ma l’edificazione della cattedrale risale al 1197.…

Leggi tutto

La chiesa di San Michele Arcangelo

In via Rosica, in una traversa di via Pretoria sorge questo bell’esempio di arte romanica. Al centro della parete destra si apre l’ingresso laterale con un portale in pietra sormontato da una lunetta decorata da un bassorilievo raffigurante una Madonna con Bambino. La chiesa è a tre navate con tre…

Leggi tutto

La chiesa di San Rocco

Al centro di un incrocio di strade che collegano diversi punti della città, sorge sulle rovine di una cappella edificata tra il Quattrocento e il Cinquecento. Affiancato da due grosse lesene, il portale della facciata principale è sormontato da un architrave arricchito, al centro, da una formella…

Leggi tutto

La chiesa di Santa Lucia

Molto piccola ma suggestiva si trova in un largo di via Porta Salza e, come l’antico borgo che la circonda, è di origine medioevale. A navata unica, la chiesetta è un punto di riferimento per quanti raggiungono via Pretoria dal luogo che prende il nome da uno degli antichi accessi medievali alla…

Leggi tutto

Genzano di Lucania

Genzano di Lucania è un antico insediamento romano aggrappato ad uno sperone da cui è possibile ammirare un paesaggio incantevole sull’alta Valle del Bradano. Il paese e i suoi dintorni custodiscono architetture di pregio come la “Fontana Cavallina”, sulla cui sommità spicca una scultura della dea…

Leggi tutto

Ginestra

In questo piccolo borgo, posto su un colle dal dolce pendio, risuonano le voci dei suoi abitanti che parlano prevalentemente la lingua albanese, per non tradire le sue origini arbëreshë, aspetto peraltro comune a quelle di altri due paesi lucani del Vulture: Barile e Maschito. Il delizioso borgo di…

Leggi tutto

Gorgoglione

L’antico paese di Gorgoglione rientra nella suggestiva cornice della Collina Materana, circondato da distese di uliveti e da aree boschive. Le sue origini affondano le radici in un passato lontano come testimonia il ritrovamento di alcune tombe in località Santa Maria degli Angeli  risalenti al IV…

Leggi tutto

Grassano

« ...bianco in cima ad un alto colle desolato, come una piccola Gerusalemme immaginaria nella solitudine di un deserto». Prima che ad Aliano, Carlo Levi ha trascorso proprio a Grassano parte del suo esilio lucano, descrivendo così il paese materano ne “Cristo si è fermato a Eboli”. E non esiste…

Leggi tutto

Grottole

Il silente borgo rurale di Grottole sorge su un promontorio tra i fiumi Bradano e Basento e il suo nome evoca le “grotticelle”, locali in realtà ancora visibili lungo le pendici del paese e utilizzati dagli artigiani per plasmare dall’argilla vasi e brocche. Vagando tra le strette viuzze lastricate…

Leggi tutto

Grumento Nova

Questo delizioso paese di impronta medioevale sorge nel cuore dell’alta Val D’Agri, nei pressi del lago del Pertusillo, uno degli invasi artificiali più grandi della Basilicata, dove sorgeva l’antica città romana di Grumentum. È uno dei paesi inclusi nella più giovane delle aree verdi protette…

Leggi tutto

Guardia Perticara

Un luogo che risveglia i sensi e cattura lo sguardo. Guardia Perticara è uno dei “Borghi più belli d’Italia” riconosciuti in Basilicata, per i suoi caratteristici vicoli, le stradine strette e ripide e le case in pietra arroccate le une sulle altre. È denominato infatti il “paese delle case di…

Leggi tutto

Il Conservatorio musicale “Carlo Gesualdo di Venosa”

È dedicato al madrigalista rinascimentale lucano del Cinquecento e nel 2011 ha compiuto quarant’anni. Il conservatorio di musica del Capoluogo è uno dei centri culturali più frequentati della città perché sul palco dell’auditorium ospita personalità di grande rilievo, di fama nazionale e…

Leggi tutto

Il Museo Archeologico Nazionale “Dinu Adamesteanu”

Ha sede nel prestigioso Palazzo Loffredo, l’edificio storico più importante di Potenza, in cui sono allestite anche la Galleria Civica comunale e la Cappella dei Celestini. È dedicato a Dinu Adamesteanu, studioso di assoluto rilievo internazionale e “fondatore” dell’archeologia lucana. Il museo…

Leggi tutto

Il Museo Archeologico Provinciale di Potenza

Espone reperti archeologici rinvenuti negli scavi condotti in Basilicata e riferibili al periodo compreso tra preistoria e tarda età romana, con un’estensione fino all’età medioevale. Ai piedi della gradinata (Via Ciccotti) è proposta la ricostruzione dell’acquedotto di Potenza di epoca aragonese,…

Leggi tutto

Il Ponte Musmeci

Percorrerlo è come “volare” verso la città raggiungendo qualunque destinazione, dal centro alla periferia. Porta il nome dell’ingegnere che lo ha realizzato intorno alla fine degli anni sessanta del secolo scorso. Osservandolo bene, soprattutto dalla base, si comprende subito che è improprio…

Leggi tutto

Il Teatro Stabile

Nel 2014 è stato proclamato “Teatro storico lucano” ed è annoverato tra le eccellenze artistiche regionali. Non sfugge all’attento visitatore che il teatro dedicato al musicista potentino, Francesco Stabile, è stato costruito (1857) a immagine del teatro San Carlo di Napoli. Nonostante numerosi…

Leggi tutto

Il tempietto di San Gerardo

Per i potentini è un punto di riferimento perché custodisce il loro santo Patrono raffigurato in una statua attribuita all’artista locale Michele Busciolano. Il tempietto di San Gerardo, come si è soliti chiamarlo in città, sorge sui resti di un’antica neviera, a ridosso del Muraglione, da cui si…

Leggi tutto

Irsina

Fino alla fine dell’Ottocento denominata Montepeloso, a Irsina convivono le sfumature dell’arte e la solennità del sacro. Città dal forte valore storico e culturale è uno dei più antichi paesi della Basilicata e sorge sulla cima di un colle roccioso, in provincia di Matera. Il suo nome originario,…

Leggi tutto

L’anima sacra e le nuance verdi della Val D’Agri

La Val d'Agri è uno splendido affresco in cui spiccano paesaggi verdi e colori intensi. Compresa tra i monti Sirino e Volturino, è una meta interessante in ogni stagione e per ogni esigenza. Ogni borgo ha la sua storia e le sue peculiarità per cultura, valori sacri, natura. L’area ricade nel più…

Leggi tutto

La Biblioteca Nazionale

L’edificio sorge in via del Gallitello, una delle principali arterie della città, e custodisce un patrimonio di 300 mila unità più 800 testate di periodici antichi e 400 testate moderne. L’istituto valorizza e diffonde i documenti relativi alla sezione lucana, ma offre anche diverse sale e servizi…

Leggi tutto

La Cattedrale di San Gerardo

Dedicata al Sano Patrono della città, ha origini antichissime e sorge sui resti di una basilica paleocristiana. L’attuale aspetto neoclassico risale alla fine del XVIII secolo per opera dell’architetto Antonio Magri, allievo del Vanvitelli, ma l’edificazione della cattedrale risale al 1197.…

Leggi tutto

La chiesa di San Michele Arcangelo

In via Rosica, in una traversa di via Pretoria sorge questo bell’esempio di arte romanica. Al centro della parete destra si apre l’ingresso laterale con un portale in pietra sormontato da una lunetta decorata da un bassorilievo raffigurante una Madonna con Bambino. La chiesa è a tre navate con tre…

Leggi tutto

La chiesa di San Rocco

Al centro di un incrocio di strade che collegano diversi punti della città, sorge sulle rovine di una cappella edificata tra il Quattrocento e il Cinquecento. Affiancato da due grosse lesene, il portale della facciata principale è sormontato da un architrave arricchito, al centro, da una formella…

Leggi tutto

La chiesa di Santa Lucia

Molto piccola ma suggestiva si trova in un largo di via Porta Salza e, come l’antico borgo che la circonda, è di origine medioevale. A navata unica, la chiesetta è un punto di riferimento per quanti raggiungono via Pretoria dal luogo che prende il nome da uno degli antichi accessi medievali alla…

Leggi tutto