Il Museo Archeologico Nazionale di Policoro  consente al visitatore di immergersi nella affascinante dimensione della Magna Grecia attraverso testimonianze e reperti dall’inestimabile valore.

L’esposizione ospita i materiali e le ricostruzioni di contesti riconducibili alla fase di Siris – con statuette votive e corredi funerari (VII-VI sec. a.C.) e con ceramiche figurate di produzione locale –, e alla fase di Herakleia – con matrici per statuette, oggetti votivi e corredi funerari (IV-III sec. a.C) consistenti in ceramiche a figure rosse e monili in oro filigranato, nonché gli importanti ritrovamenti archeologici provenienti dall’entroterra con corredi funerari e vasi indigeni a decorazione geometrica, ceramiche greche figurate e vasi etruschi in bucchero rinvenuti nei centri enotri (IX-V sec. a.C.) e lucani (IV sec. a.C.).

Oggi conservate nel Museo Archeologico Nazionale di Napoli, risalgono al periodo della battaglia di Heraclea le Tavole di Heraclea, antichissimi codici in bronzo con testi in greco riguardanti l’ordinamento pubblico e costituzionale della città.

Il museo è contiguo all’area archeologica, nei cui pressi si possono ammirare il Santuario di Demetra e il Tempio di Dioniso, del VII secolo a.C. In occasione di Expo 2015, presso il museo della Siritide, sarà inaugurata la mostra “Il lusso esibito. Archeologia di una comunità arcaica” (date previste: 26 giugno-31 ottobre 2015).

www.archeobasilicata.beniculturali.it