Improvvisazione, istinto, curiosità caratterizzano il Carnevale di Teana, uno dei più noti e seguiti in terra lucana, i cui protagonisti principali sono L’Orso e il Carnevale e proprio nei confronti di quest’ultimo, il 2 marzo ultimo sabato di Carnevale, è ambientato il “processo”, parodia della “Passione di Gesù”.

Un folto corteo di maschere, fin dalle prime ore del mattino, sfila nel bosco vicino al paese, dove si incontrano i personaggi più caratteristici: la “sposa” e lo “sposo” vestiti di tutto punto, quattro carabinieri rigorosamente in divisa, un prete, un giudice e due medici.

Nessuno parla per non essere riconosciuto, l’unico a pronunciare una parola, e sempre la stessa, “salsiccia”, è “u’ Pezzente”, mendicante che cammina sostenuto da un bastone e raccimola denari e cibo in una sacca di juta.

Tutta vestita di nero c’è poi “Quaremma”, pazzamente innamorata di Carnevale, suo marito, un povero contadino ormai perso nei fumi dell’alcol, trascinato, barcollante, da due carabinieri.

Tra le maschere si distingue anche l’Orso, figura selvaggia dall’andatura minacciosa. Questo strano ma vivace corteo si spinge fin nel centro storico tra balli e canti in dialetto, finché non si assiste alla fucilazione del “Carnuluvar”.

www.comune.teana.pz.it

Info su Calendiario 2019

Approfondisci su Miti e Riti di Basilicata

Pro Loco Teana
via San Rocco,snc
85032 – Teana (PZ)
Tel. 0973/032282
Cell. 320/6048707 – 349/2752046
http://www.prolocoteana.it
sito web dell’evento: http://www.lurseilcarnevalediteana.it