Matera - Policoro: itinerario Natura e Cultura

Da Matera alla Costa Ionica

Legenda

L’itinerario parte da Matera, la città dei Sassi. Terra magica, dove passato e futuro si rincorrono intrecciandosi in un vortice di bellezza, in grado di catapultare l’ignaro visitatore in una dimensione al di fuori del tempo.
Seconda tappa è Montescaglioso. Inserita nell’area archeologica del Parco delle Chiese rupestri del Materano, Montescaglioso è conosciuta come città dei Monasteri per la presenza di quattro complessi monastici. Tra questi, emerge l’abbazia benedettina di San Michele Arcangelo, uno dei più importanti centri di cultura e spiritualità monastica del sud Italia
Metaponto, piccolo centro balneare situato sulla costa Jonica, sorge sulla pianura del Metapontino, tra i fiumi Bradano e Basento. Oggi Metaponto fa parte di una vasta area archeologica nella quale sorge il Tempio delle tavole palatine, dedicato alla divinità mitologica Hera, i resti del tempio si compongono di 15 colonne, in origine 32, e capitelli di ordine dorico. Un tempo era anche chiamato “Scuola di Pitagora” a ricordo del grande filosofo Pitagora, che visse e operò a Metaponto fino al 490 a.C.
Prima di raggiungere la costa Ionica, si arriva a Craco, che immerso nel silenzio dei calanchi, circondato da un paesaggio quieto e suggestivo, sorge su una collina a pochi chilometri da Matera. Chiamato il paese fantasma perché disabitato, attrae per la sua immagine di luogo senza tempo. Percorribile solo a piedi, accompagnati da una guida, oggi è possibile visitare il piccolo borgo abbandonato, muniti della Craco Card, una carta d’ingresso, rilasciata dall’amministrazione comunale locale.
Tappa successiva è Aliano, che circondato dal paesaggio aspro e suggestivo dei calanchi, si presenta arroccato su uno sperone argilloso dal quale domina la Valle dell’Agri e il torrente Sauro. Aliano viene ricordato per essere stato il luogo in cui Carlo Levi trascorse il suo periodo di confino, dal 1935 al 1936, e per aver ispirato le pagine più belle del celebre libro “Cristo si è fermato ad Eboli”.
Valsinni, sospesa tra mare e monti, ai confini con la Calabria, i vicoli concentrici del centro storico, comunicanti tra loro grazie ai caratteristici “gafii”, cioè passaggi coperti a volta, e l’atmosfera del Parco Letterario dedicato alla poetessa lucana, regalano ai visitatori suggestioni tali da consentire al Touring Club Italiano di assegnare a Valsinni la bandiera arancione, simbolo di qualità turistico-ambientale.
Infine nella fertile e soleggiata pianura metapontina, bagnata dal mar Ionio, si raggiunge Policoro, il cui nome in greco antico vuol dire “spazioso”. Attualmente è una delle città più grandi ed economicamente importanti della provincia di Matera. Il Museo Archeologico Nazionale della Siritide, con il Santuario di Demetra e il Tempio di Dionisio, la natura incontaminata del Bosco Pantano e le dorate spiagge della costa ionica, sono solo alcune delle immancabili tappe turistiche che fanno da cornice ad una “giovane” antica colonia greca.