Un uomo albero rivestito di edera, la pianta che ricopre i boschi di Satriano di Lucania, il “Rumit”, è il protagonista del Carnevale, ma anche rito arboreo, del comune che ricade nel Parco Nazionale dell’Appennino Lucano.

Il rito inneggia alla natura e al suo forte legame con l’uomo e, il sabato precedente il Martedì Grasso, rappresenta una foresta che cammina, composta da 131 Rumit, quanti sono i comuni della Basilicata, lanciando un messaggio ecologista e colorando di verde una piazza del paese. A dare lo spunto è la cineistallazione “Alberi” di Michelangelo Frammartino già presentata al MO.MA di New York.

La mattina della domenica precedente il Martedì Grasso (3 marzo 2019) come da tradizione secolare, i Rumit spontanei vagano per le strade del paese bussando alle porte e lasciando un buon auspicio in cambio di un dono.

Nel pomeriggio si tiene la sfilata delle altre maschere tipiche: l’Orso, la Quaresima e la messa in scena del “matrimonio” con lo scambio dei ruoli.

Comune di Satriano
T. +39 0975 383121 Interno 3
www.comune.satriano.pz.it
comunesatriano@rete.basilicata.it
Associazione AL PARCO
T. +39 329 5320026
Mob. +39 328 6991733
+39 366 8938796
www.alparcolucano.it
carnavaledisatriano@gmail.com
Fb: Carnevale di Satriano

 

www.alparcolucano.it

Info su Calendiario 2019

Approfondisci su Miti e Riti di Basilicata