Visitare le chiese di Potenza è come varcare la soglia del suo passato in cui si sono avvicendati eventi cruciali ancora impressi nelle tele e negli ornamenti che esse conservano.

Nel centro storico della città sorgono alcune delle chiese più belle nella struttura e nel patrimonio storico artistico che le impreziosisce: dalla cattedrale di san Gerardo, patrono della città, alla duecentesca chiesa di San Francesco, posta all’angolo di Piazza Mario Pagano, fino alla splendida chiesa di San Michele Arcangelo, bell’esempio di arte romanica da ammirare invia Rosica, una traversa di Via Pretoria.

Sempre lungo il corso principale ci si imbatte nella graziosa cappella del Beato Bonaventura, ambientata proprio nella piccola casa in cui nacque il sacerdote francescano beatificato nel 1775. Proseguendo in direzione di porta Salza, uno degli antichi accessi non più visibili, prima di raggiungere la chiesetta di Santa Lucia, si riconosce la chiesa della Trinità, oggi chiusa al culto.

Spostandosi di poco dal centro storico, in uno dei borghi più antichi della città si può ammirare la chiesa di San Rocco, e di qui, procedendo lungo la via Cavour, si raggiunge un’altra chiesa storica, quella di Santa Maria del Sepolcro, in stile gotico catalano.