È Capoluogo della Basilicata da oltre due secoli, il più alto d’Italia, con i suoi 819 metri di altezza sul livello del mare.

Elegante ma accogliente, confidenziale ma solitaria Potenza è una città intima, gelosa delle architetture moderne e antiche che la attraversano e del suo millenario centro storico, fatto di vecchi e nuovi edifici che si inerpicano, sovrapponendosi alle piazzette, ai vicoli dell’antico nucleo medievale e alle scale d’un tempo, oggi affiancate da quelle meccanizzate. Per questa sua conformazione è detta anche “Città verticale”.

Qui la vita scorre tra via Pretoria, nel gergo potentino denominata “sopra Potenza”, proprio perché collocata su di un colle, e la zona più moderna che si estende sull’altro versante del Fondovalle, intorno all’area pianeggiante segnata dal corso del fiume Basento.

Tra centro e periferia, negozi di buon livello e locali di ogni ispirazione la rendono una città viva e intraprendente per gli amanti dello shopping e per quanti vanno alla ricerca di una pacata mondanità.

Impreziosita da storiche chiese e preziose piazze, musei e gallerie d’arte, palazzi signorili e antiche porte medievali, e poi il Teatro Stabile, che domina la centrale Piazza Mario Pagano e, ancora, la cosiddetta Torre Guevara, quel che resta del vecchio castello, Potenza è una città dall’alto profilo storico e culturale che merita di essere percorsa e conosciuta.

In Maggio, poi, la città è avvolta da un’atmosfera magica, che ruota attorno ai preparativi per le celebrazioni in onore del suo Santo Patrono, San Gerardo Vescovo da Piacenza, celebrazioni che coincidono con la storica Parata dei Turchi, un evento che si svolge tra mistica leggenda e velata realtà.

www.comune.potenza.it