Di recente oggetto di un completo restyling, è uno dei simboli della “potentinità” perché attorno ad essa ruota la vita di via Pretoria, il corso principale del Capoluogo lucano.

Luogo di incontro, in ogni stagione dell’anno, e sede di eventi culturali e musicali, come i suggestivi mercatini di Natale, la storia di Piazza Prefettura – così definita in seguito alla insurrezione del 18 agosto 1860 e la sostituzione dell’intendente con il prefetto – ha inizio intorno al 1838, ma viene completata solo nel 1844.

Intorno al 1870 viene intitolata a Mario Pagano, giurista lucano martire della Repubblica Partenopea. Affacciano direttamente sulla piazza il palazzo della Prefettura, il Teatro Francesco Stabile e il palazzo della sede della redazione potentina della Gazzetta del Mezzogiorno. Speculare rispetto alla posizione della piazza è il Palazzo dell’Ina (1937), un interessante esempio di architettura risalente al periodo fascista.

www.comune.potenza.it