Molto piccola ma suggestiva si trova in un largo di via Porta Salza e, come l’antico borgo che la circonda, è di origine medioevale.

A navata unica, la chiesetta è un punto di riferimento per quanti raggiungono via Pretoria dal luogo che prende il nome da uno degli antichi accessi medievali alla città: Porta Salza.

A navata unica e con soffitto ottocentesco a cassettoni ottagonali in legno policromo, vi si accede attraverso un portale in pietra calcare, sormontato da un arco a sesto acuto rialzato, che racchiude una minuscola statua di santa Lucia dello scultore potentino Michele Busciolano.

In un’edicola dietro all’altare maggiore molto bella è la statua lignea ottocentesca che raffigura la santa. Il 13 dicembre la chiesa e l’intero borgo in cui sorge sono fulcro dei festeggiamenti in onore di Santa Lucia, molto sentiti dal popolo potentino che partecipa con intensa devozione alla processione lungo le principali strade della città.