Al centro di un incrocio di strade che collegano diversi punti della città, sorge sulle rovine di una cappella edificata tra il Quattrocento e il Cinquecento.

Affiancato da due grosse lesene, il portale della facciata principale è sormontato da un architrave arricchito, al centro, da una formella in marmo raffigurante San Rocco (1857) dello scultore lucano Michele Busciolano. L’immagine del santo è riproposta anche a destra della facciata, in una bella statua bronzea.

Il campanile, a tre livelli, culmina con una cuspide tronco piramidale che accoglie un’antica campana. A croce latina con tre navate, l’interno della chiesa è caratterizzato da un soffitto a calotta emisferica decorata da riquadri ottagonali che sovrastano due grandi cappelle laterali e l’abside. In quella a destra è conservata una statua lignea che raffigura san Rocco (1859) realizzata ancora da Michele Busciolano.