L’edificio sorge in via del Gallitello, una delle principali arterie della città, e custodisce un patrimonio di 300 mila unità più 800 testate di periodici antichi e 400 testate moderne.

L’istituto valorizza e diffonde i documenti relativi alla sezione lucana, ma offre anche diverse sale e servizi di lettura, consultazione e visite guidate.

Prezioso è il Fondo Viggiani, che comprende oltre 15 mila unità di contenuto per lo più umanistico, ma conferiscono calore alla Biblioteca potentina anche la collezione di opere d’arte del pittore e scultore italo americano Albert Friscia (1911-19899 e i Fondi Larotonda, Carlucci, Giglio, Gravina, Solimena, Restivo, Labella, Perretti e Troiani.

www.bnpz.beniculturali.it