Grande 35 metri quadri, il presepe si è composto di statuine in terracotta rivestite da costumi medievali inamidati e particolari stucchi e dettagli in tufo, ispirata dal presepe di Greccio e ambientata a Matera, con la scenografia dei Sassi e la Grotta sacra che riproduce la chiesa della Madonna delle virtù.

Un’opera in cui, come accade in gran parte delle creazioni di Artese, è la civiltà contadina lucana a fare da costante richiamo e da sfondo ad una realtà densa del Mistero più profondo della storia dell’uomo, e che si riconosce nei Sassi di Matera, ambientazione così vicina e simile ai paesaggi palestinesi.

La Chiesa di San Pietro Caveoso, il richiamo a una delle più belle Chiese Rupestri di Matera, San Nicola dei Greci, sono alcuni degli angoli della Capitale Europea della Cultura riconoscibili nel presepe esposto ad Assisi.