Essiccati al sole, in “collane” purpuree, decorano i vicoli dei centri storici e impreziosiscono i piatti lucani.

Soli, con la pasta o il Baccalà, e in altre e squisite ricette, i criccanti Peperoni “Cruschi” Igp di Senise, importante comune che sorge nel cuore del Pollino, sono motivo d’orgoglio per la cucina lucana, una sorpresa per chi li scopre, una irrinunciabile conferma per chi li conosce già.

Per il sapore dolciastro, la croccantezza inconfondibile – ottenuta da una accurata essiccazione al sole in lunghe collane purpuree che decorano i balconi e i vicoli dei centri storici lucani – i Peperoni Cruschi sono proposti in primi e secondi piatti.

Prelibata l’associazione con gli “strascinati”, una delle tante tipologie di pasta rigorosamente preparata a mano, must della cucina lucana, o con il Baccalà. Ad agosto a questa tipicità è dedicata la sacra “Le giornate del Peperone di Senise. U Strittul ru Zafaran”.

 

www.comune.senise.pz.it