Torna la XIII edizione della Notte Europea dei Ricercatori.

La Notte Europea dei ricercatori torna il 28 settembre. La manifestazione si pone l’obiettivo di incoraggiare la partecipazione dei cittadini alla ricerca scientifica.

La Notte Europea dei Ricercatori è un progetto promosso dalla Commissione Europea.

Centinaia di centri di ricerca, migliaia di ricercatori in tutta Europa apriranno le porte al grande pubblico portando la scienza nelle strade della città, tra cittadini, giovani e studenti. L’iniziativa europea prevede 58 appuntamenti in 30 città.

La XIII edizione è coordinata da Frascati Scienza.

L’associazione, impegnata da anni nella diffusione della cultura scientifica, si è aggiudicata ancora una volta il bando della Commissione Europea Horizon 2020 nell’ambito delle azioni MarieSkłodowskaCurie.

Il tema di quest’anno è BE a citizEn Scientist.

Diventa un cittadino scienziato, abbreviato in BEES, è il tema lanciato da Frascati Scienza. Si prende spunto dalle api e dalla loro organizzazione. Il contributo fornito dal singolo  è importante per il benessere dell’intera comunità. Si vuole sottolineare, sostanzialmente, quanto possa essere importante la collaborazione tra ricercatori e cittadini per la scienza.

Per il 2018, l’iniziativa si inserisce nell’ambito delle celebrazioni dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale. La scienza come patrimonio della collettività.

Venerdì 28 settembre la Notte Europea dei Ricercatori 2018, sarà interamente dedicata a esperimenti hands-on, incontri con i ricercatori, conferenze a tema, presentazioni di libri, quiz, aperitivi scientifici e molto altro ancora. Frascati Scienza, oltre a coordinare tutte le attività della Regione Lazio , sarà presente con la Notte Europea dei Ricercatori in contemporanea in moltissime città da nord a sud della Penisola, isole comprese.

Tra queste ci saranno, per la Basilicata, Potenza, Anzi e Matera.
A Potenza:
  • “La matematica nella Torre”– a cura dell’Associazione PariMpari – ore 9:30 Teatro Stabile – seminario interattivo in cui presentare alcune attività di tipo ludico-logico-didattico. Saranno invitati alunni del quarto anno di istituti di istruzione secondaria di secondo grado in un teatro nel centro storico di Potenza. I partecipanti potranno interagire con quiz, giochi di logica e matematica, come il famoso gioco delle torri di Hanoi, la cui soluzione è raggiungibile solo attraverso un’abile strategia. Si scoprirà che la ricerca di una strategia di soluzione è “ricca” di matematica, ma può essere anche divertente e coinvolgente.
  • “ApertaMente!” – a cura dell’Associazione PariMpari- ore 18:00 in Piazza Mario Pagano -evento interattivo per tutti: verranno installati alcuni archi, secondo il principio del ponte autoportante di Leonardo da Vinci. I passanti verranno incuriositi dalle descrizioni sottostanti gli archi, ci saranno illusioni ottiche e alcuni giochi di logica, le cui soluzioni si possono ottenere grazie alla riflessione e al ragionamento e sotto la guida di un esperto che spiegherà i fenomeni fisico-matematici. Contestualmente, all’interno del teatro adiacente alla piazza, verranno proiettati dei filmati a carattere scientifico.
  • “Braincities” – a cura di CNR-IMAA, Sportello APRE Basilicata e TeRN- Piazza Mario Pagano – dalle ore 17
Ad Anzi:
  • “Researchers’ night” presso al’Osservatorio di Anzi – a cura dell’Associazione Teerum Valgemon di Anzi  – ore 19:00 – si parlerà quindi di nuove frontiere della ricerca astronomica, in particolare sul pianeta Marte, mentre il 29 settembre il seminario si concentrerà sul nostro satellite: la Luna. Entrambi gli eventi termineranno con l’osservazione del cielo tramite i telescopi disponibili.
A Matera:
  • “Percezioni Lab” – presso il Museo archeologico “Domenico Ridola” – ore 9:00 – un percorso interattivo aperto alle scolaresche che hanno voglia di scoprire le meraviglie celate dietro il metodo scientifico e il mondo della ricerca. In quest’attività verranno proposti numerosi esperimenti dal vivo che permetteranno ai visitatori di comprendere il meccanismo dei cinque sensi e l’affascinante universo delle onde, da quelle sonore a quelle… gravitazionali. In questo modo scopriremo insieme che… la scienza è in tutto ciò che ci circonda e che in ognuno di noi c’è un potenziale ricercatore!
  • “Percezioni live” – presso il Museo archeologico “Domenico Ridola” – ore 20:00 – uno spettacolo, un insolito connubio tra un fisico e divulgatore scientifico, Alessio Perniola e il Soranno Sax Quartet. Non ci sarà solo scienza quindi, ma anche musica, in un excursus da quella barocca fino alla contemporanea e alle musiche utilizzate nei film. Tutto questo renderà gli spettatori protagonisti di un’esperienza concertistica assolutamente unica, in cui il suono prenderà vita e si materializzerà dinanzi agli occhi anche dei più increduli. Perché la scienza è così, provare per credere!

Per ulteriori informazioni sulle iniziative è possibile visitare il sito dell’associazione “Frascati Scienza”.