PASQUA 2019 A CASTRONUOVO SANT’ANDREA

PASQUA 2019 A CASTRONUOVO SANT’ANDREA. La Via Crucis di Anna Addamiano  e la tovaglia d’altare di Ernesto Porcari
Le mostre di Honoré Daumier e di “Lucio Fontana, Leonardo Sinisgalli e Amelio Roccamonte”

Venerdì 19 aprile 2019, alle ore 17.30 e alle ore 23.00, lungo le vie di Castronuovo Sant’Andrea, verrà ricostruito il doloroso percorso di Cristo verso la crocifissione sul Golgota attraverso l'arte contemporanea. L’iniziativa è a cura della Pro Loco, antesignana dell’evento fin dai primi anni Ottanta, del MIG. Museo Internazionale della Grafica - Biblioteca Comunale “Alessandro Appella” - Atelier “Guido Strazza” - Museo Internazionale del Presepio “Vanni Scheiwiller” - Museo della Vita e delle Opere di Sant'Andrea Avellino e della Parrocchia S. Maria della Neve.

Si rinnova così, come ogni anno in occasione delle festività pasquali, l’incontro tra arte e fede: un artista contemporaneo interpreta la sequenza murale della via dolorosa percorsa da Gesù, entrando con intensa partecipazione nell’arcaica processione che ha da sempre contraddistinto il fervore religioso di Castronuovo e che ha il suo momento più emozionante nell’incontro del Figlio morto con la Madre, rappresentato dalle due statue in cartapesta del XVIII secolo. Inoltre, altrettanto emblematica è la processione notturna, ab origine riservata alla partecipazione e, dunque, alla manifestazione della sola devozione maschile.

Quest'anno, dopo Fazzini, Strazza, Dal Molin Ferenzona, Masi, Ricci, Lorenzetti, Cerone, Santoro, Teodosi, Pirozzi, Scorcelletti, Pulsoni, Guida, Masini, Timossi, Melotti, Martinelli, Janich,  Gaetaniello, Giuliani, Bruno Conte e tanti altri, è Anna Addamiano a tradurre in un linguaggio singolare, fatto di immagini propositive,  i momenti drammatici della Passione di Cristo.

Le 14 Stazioni si sviluppano in 14 pannelli di legno sulle cui superfici-scenari, arte naif e art brut si incontrano e si scontrano per farsi linguaggio personale nell’interpretazione della Via Dolorosa. Lungo questa via, le cadute di Gesù sono le nostre cadute. Ci salva l’amore per la bellezza, l’amore per la natura, l’amore per l’umanità. Ogni tavola accende la speranza di non morire del tutto. Due sono le frasi che Gesù dice, prima di morire sulla Croce: “Dio mio, Dio mio perché mi hai abbandonato?” e “Tutto è compiuto”. Umanità e divinità si rivelano per indurci alla speranza, per darci la forza di vivere.

 

Il culto pasquale e l’arte non esauriscono il loro incontro nel solo giorno del Venerdì Santo, ma raggiungono la loro massima espressività nella Santa Messa di Pasqua. Domenica 21 aprile 2018, alle ore 11:30, nella Chiesa Madre di Santa Maria della Neve di Castronuovo Sant’Andrea, una inedita tovaglia d’altare, appositamente realizzata dallo scultore Ernesto Porcari, andrà ad impreziosire la solennità del giorno della Resurrezione di Gesù. L'iniziativa, avviata nel 2014 con la tovaglia d'altare di Maria Lai, seguita da quelle di Guido Strazza, Claudio Palmieri, Giulia Napoleone e Roberto Almagno, si ripete anche quest'anno, grazie al coinvolgimento dell'artista romano, già ospite di Castronuovo per il Presepe svelato entrato nelle collezioni del Museo Internazionale del Presepio “Vanni Scheiwiller”. Porcari, con la sua tovaglia, alla Croce della Passione e Morte di Cristo contrappone un firmamento carico di rinascite rappresentate dalle semisfere, ovuli che richiamano il ciclo della natura che ogni anno, dopo la morte, rinasce  prepotentemente a nuova vita.

In occasione della Via Crucis di Anna Addamiano e della celebrazione della Santa Messa di Pasqua con l’altare adornato dalla tovaglia dipinta da Ernesto Porcari, sarà possibile visitare nelle sale del MIG. Museo Internazionale della Grafica la mostra delle litografie di Honoré Daumier e quella dedicata a Lucio Fontana, il suo amico Leonardo Sinisgalli e il suo allievo argentino Amelio Roccamonte.  Resteranno aperti l’Atelier “Guido Strazza”, il Museo Internazionale del Presepio “Vanni Scheiwiller” e il Museo della Vita e delle Opere di Sant'Andrea Avellino.

 

Notizie sugli artisti

Anna Addamiano, nata a Roma dove è rientrata dopo un lungo periodo all’estero, incontra nel 1976 a Venezia Emilio Vedova che la vuole come assistente nell’Accademia di Belle Arti. Decide, invece, di vivere e lavorare a Roma, dapprima nei mezzi di comunicazioni e poi esclusivamente nell’arte. Nel 1981 illustra il libro di poesie “Giulia o il Teatro degli occhi” di Virgilio Guidi, nel 1988 espone nella Sala d’Armi di Castel Sant’Angelo a Roma, nel 1993 all’Università di Camerino, nel 1998 nel Palazzo delle Esposizioni di Roma, nel 2001 nel Castello Cinquecentesco de L’Aquila, nel 2002 all’Istituto Italiano di Cultura di Stoccolma (la mostra viene ripetuta a Parigi, Il Cairo, Alessandria d’Egitto, Tel Aviv), nel 2004 al Museo Nazionale Luigi Pigorini di Roma, nel 2005 nel Museo d’arte delle Generazioni Italiane del 900 a Pieve di Cento, nel 2008 nel Palazzo Rospigliosi di Zagarolo, presentata di volta in volta da Carlo Belli, Renato Civello, Ennio Calabria, Carlo Fabrizio Carli, Arnaldo Romani Brizzi, Mario Lunetta, Giorgio Di Genova, Carmine Siniscalco. Ha realizzato sigle televisive, manifesti per il cinema, copertine e illustrazioni di libri, costumi e scenografie teatrali. Il suo “Presepe-Teatro”, esposto nelle principali chiese di Roma, oggi fa parte del Museo Internazionale del Presepio “Vanni Scheiwiller”.

Ernesto Porcari, nato a Norma (Latina) nel 1951, si trasferisce a Roma nei primi anni Settanta e frequenta l’Accademia di Belle Arti seguendo i corsi di incisione tenuti da Guido Strazza.

Nel 1999 vince un concorso nazionale per la realizzazione di un’opera monumentale a Roma, mentre la Banca Nazionale del Lavoro acquisisce una sua scultura. Sue opere si trovano in collezioni private e pubbliche quali, ad esempio, la Galleria Comunale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma, le Civiche Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea di Ferrara, la Banca d’Italia, la Banca Centrale Europea di Francoforte sul Meno. Dal 2016 è Accademico di San Luca.

Tra le sue personali: 1996: Galleria Giulia, Roma; 2000: Padiglione d’Arte Contemporanea, Palazzo Massari, Ferrara; 2002: Palazzo dei Capitani, Ascoli Piceno; 2007: Galleria Il Bulino, Roma; 2009: Galleria Il triangolo nero, Alessandria; 2019: Galleria La Nuova Pesa, Roma. Tra le varie collettive: 1993: XII Premio Internazionale per l’incisione, Biella; 1994: Storie di Pittura, 46° Premio Michetti, Francavilla al Mare; 1994: Artissima, “Arte in scena”, Torino; 1996: Premio Marche 1995-96, Mole Vanvitelliana, Ancona; 1997: L’Arte a Roma, Ex Mattatoio di Testaccio, Roma; 2000: Periplo della Scultura Italiana Contemporanea 2, Chiese Rupestri, Matera, Scultura Italiana del dopoguerra. Un percorso, Castello di Vigevano, Vigevano, BNL: una banca per l’arte oltre il mecenatismo, Chiostro del Bramante, Roma, Immagini. Arte Italiana dal 1942 ai nostri giorni, Banca Centrale Europea, Francoforte sul Meno, Palazzo Massari, Padiglione d’Arte Contemporanea, Ferrara; 2012: Galleria Edieuropa-Qui arte contemporanea, Roma.

 

PRO LOCO Castronuovo S.A.

Piazza C. Zaccara 4, 85030, Castronuovo S.A. (PZ)

Tel. 0973.835484 - 336472813

e-mail: prolococastronuovo@tiscali.it

sito: www.prolococastronuovo.it

MIG  Museo Internazionale della Grafica - Biblioteca Comunale “Alessandro Appella”

 Atelier “Guido Strazza”

Museo Internazionale del Presepio “Vanni Scheiwiller”

Museo della Vita e delle Opere di Sant'Andrea Avellino

Palazzo dell’Antico Municipio, Piazza Guglielmo Marconi, 3

Tel. 0973. 835014 – 3474017613

e-mail mig-biblioteca@libero.it - museoscheiwiller@libero.it

sito www.mig-biblioteca.it

Facebook MIG.Museo-Internazionale-della-Grafica


“La Pasqua del Signore”, il 14 e il 19 aprile a Vietri di Potenza

Il 14 e 19 aprile a Vietri di Potenza si terrà l’edizione numero 43 de “La Pasqua del Signore”, una iniziativa che da anni viene riconosciute tra le più belle e partecipate del Sud Italia, tanto da richiamare tantissime persone anche da regioni limitrofe.

Una ottantina i figuranti che prenderanno parte all’iniziativa patrocinata dal Comune di Vietri di Potenza ed organizza dalle associazioni di volontariato Pro Loco e Teatrando. Si tratta di una manifestazione che richiama a raccolta ogni anno l’intera comunità, e con l’avvicinamento, in ogni edizione, di giovani figuranti. Una manifestazione che riesce ad “incastonarsi” bene nelle location particolari dove le varie scene si svolgeranno.

L’iniziativa prenderà il via nella Domenica delle Palme, il 14 aprile alle ore 10:00, con l’ingresso di Gesù a Gerusalemme, presso il piazzale della Chiesa dell’Annunziata. Seguirà la processione verso la Chiesa Madre e l’incontro di Gesù con i bambini nell’area antistante la Chiesa.
Il Venerdì Santo, 19 aprile, le tanto attese rappresentazioni che prenderanno il via alle ore 17:30 presso Piazza del Popolo. Nell’ordine, verranno messi in scena il Processo di Gesù davanti a Caifa, la comparsa di Gesù davanti ad Erode, il Processo davanti al procuratore Ponzio Pilato, la Flagellazioone e condanna a morte. Poi, sempre da Piazza del Popolo, prenderà il via la storica Via Crucis, che attraverserà le principali vie e vicoli del centro abitato, fino al ponte di collegamento tra il centro abitato e Santa Domenica. Qui, su un crepuscolo e con scenografie uniche e particolari, e nelle vicinanze di uno strapiombo di circa 100 metri, si terrà la scena della Crocifissione, poi il Pianto della Madonna e la Pietà. Seguirà la processione con Cristo Morto e Madonna Addolorata, partendo dalla vicina casa di riposo.


IL CANTO POPOLARE DI TRICARICO, 12 aprile 2019

IL CANTO POPOLARE DI TRICARICO, PROIEZIONE DEL VIDEO DOCUMENTARIO E PRESENTAZIONE DEL PROGETTO
Tricarico – venerdì 12 aprile 2019, ore 19.00 - Auditorium Comunale

Venerdì 12 aprile, presso l’Auditorium Comunale di Tricarico, alle ore 19.00, sarà presentato il progetto Il canto popolare di Tricarico con la proiezione del video documentario che racconta i risultati di una ricerca sul canto popolare a Tricarico, il primo capitolo di una più ampia raccolta, una piccola e parziale selezione di un’antologia di canti che si cerca di strappare all’oblio, quasi in una lotta contro il tempo, intervistando gli ultimi depositari di questo prezioso patrimonio culturale che si va gradatamente perdendo, raccogliendo dalla viva voce dei protagonisti quel che resta, nella loro spesso inossidata memoria, di un passato che in un certo senso è ancora presente.
A seguire vi sarà un dibattito con approfondimenti sugli aspetti culturali, sociali e demoantropologici emersi. Il progetto rientra nell’ambito delle iniziative di Promozione e Comunicazione del Patrimonio Culturale Intangibile della Regione Basilicata, e ha visto la collaborazione di diverse professionalità, coinvolte nella ricerca e nella pubblicazione di un cofanetto comprendente il CD con una selezione di canti popolari inediti della nostra tradizione, corredato da un opuscolo con i testi trascritti, tradotti e analizzati, e il relativo documentario in DVD, un’operazione complessa che si pone lo scopo di valorizzare questo grande bene culturale immateriale.

Introduce e modera il giornalista Francesco Ditaranto, sono previsti gli interventi degli autori della pubblicazione: Giuseppe Fedele (A.P.S Planar) e Paolo Fedele (Namias fotografia e informatica), autori del coordinamento artistico, videoriprese, audio in presa diretta, montaggio ed elaborazione grafica; Antonietta Vizzuso, studiosa di demoetnoantropologia che ha curato la ricerca, i testi dell’introduzione, la trascrizione, la traduzione e l’analisi dei canti; Antonio Guastamacchia, cantore di musica popolare, voce e collaboratore della ricerca; Francesco Fabrizio della Aml Studio Recording.

La serata sarà allietata da intermezzi musicali a cura di Antonio Guastamacchia, Antonio Miseo e Antonio Brienza.


“Passio Christi-Rappresentazione vivente dellla Passione di Cristo" a Potenza, 19 aprile 2019

Anche quest’anno, nel quartiere Rione Cocuzzo di Potenza, si svolgerà uno degli eventi più attesi della Settimana Santa: la grande rappresentazione vivente denominata “Passio Christi”. Alla sua 18esima edizione, venerdì 19 Aprile, nella Parrocchia “Maria Santissima Immacolata”, l’iniziativa a cui collaboreranno volontari parrocchiali, commercianti e la compagnia teatrale “Scacciapensieri” vedrà un nuovo progetto sperimentale promosso dal parroco Don Donato Lauria.

La Passio Christi 2019, dopo la straordinaria esperienza interparrocchiale del 2018 che ha visto oltre 4.000 presenze di pubblico, avrà una rivisitazione del canovaccio classico ispirato alle scritture evangeliche. Infatti l’iniziativa vedrà la teatralità al centro della messa in scena e il coinvolgimento degli spettatori, in una visione ben precisa di rendere lo spettacolo interattivo e coinvolgente tra musica, canto, luci ed effetti speciali. Un centinaio i figuranti che prenderanno parte alla Via Crucis. Tra i personaggi Pietro, Giovanni, Giuda, i discepoli, i sommi sacerdoti con Caifa, Ponzio Pilato, Erode, Maria, Barabba ed i due ladroni. Figura resa di primo piano quella della Morte, personificazione delle sofferenze, che quest’anno sarà voce “fuori campo” delle contraddizioni e della povertà del nostro tempo che porterà gli spettatori a comprendere cosa significa essere distanti dalla fede.

L’evento partirà, alle 16.30, subito dopo l’azione liturgica del Venerdì Santo, nella Chiesa “Maria SS. Immacolata” di Via Ionio a Potenza. Dopo il prologo e il processo, il corteo proseguirà, per un breve tratto, sino ad arrivare al Golgota collocato in un’area adiacente la parrocchia rionale e il gran finale, con la Resurrezione, all’interno della chiesa. La regia della manifestazione sarà curata da Lucia Sabia, Carlo Rafaniello, Diego Sileo con il supporto dei volontari della comunità, di attori e cantanti provenienti dal capoluogo lucano.


Sacra rappresentazione della VIA CRUCIS di Filiano, 18 e 19 aprile 2019

Giovedì 18 e Venerdì 19 aprile 2019, l'Associazione Pro Loco di Filiano organizza la 35ª edizione della Sacra rappresentazione della VIA CRUCIS con personaggi viventi.

L'evento è realizzato in collaborazione con il Gruppo "Gli Amici del Presepe Vivente", la Parrocchia “Maria SS. del Rosario” di Filiano, il Forum giovanile comunale "C63", l'Associazione culturale "La Furmicula", l'Associazione socio culturale "AttivaMente" e la Protezione Civile di Filiano, con il patrocinio del Comune di Filiano e dell'UNPLI Basilicata, e con il contributo dell’A.P.T. di Basilicata e della Regione Basilicata.

Programma scene:
Giovedì 18 aprile 2019 - ore 21.00
- Ultima cena (Piazzetta Pertini)
- Gesù nell'orto degli ulivi (Villa Mancini)
- Gesù, tradito da Giuda, è arrestato (Villa Mancini)
- Gesù è rinnegato da Pietro (Piazza SS. Rosario)

Venerdì 18 aprile 2019 - ore 17.30
- Gesù è condannato dal Sinedrio (Piazza Autonomia)
- Gesù è giudicato da Pilato (Piazza SS. Rosario)
- Gesù è flagellato e coronato di spine
- Gesù è caricato della croce
- Gesù cade per la prima volta
- Incontro di Gesù con sua madre Maria
- Gesù è aiutato dal Cireneo a portare la croce
- La Veronica asciuga il volto di Gesù
- Gesù cade per la seconda volta
- Gesù incontra le donne di Gerusalemme
- Incontro con la Samaritana
- Gesù cade per la terza volta
- Gesù è crocifisso (Marco 15,24)
- Gesù promette il suo regno al buon ladrone
- Gesù in croce, la madre e il discepolo
- Gesù muore sulla croce
- Gesù è deposto


‘Dalla Passione alla Resurrezione’, mostra di arte sacra

Sarà inaugurata mercoledì 10 aprile alle ore 18 nella Cappella dei Celestini di Potenza la mostra “Dalla Passione alla Resurrezione” a cura di Don Vitantonio Telesca, Vicario generale dell’Arcidiocesi di Potenza-Muro Lucano e Marsico Nuovo.

La mostra è promossa dal Comune di Potenza - assessorato alla Cultura, dall’Arcidiocesi, e rappresenta uno degli eventi più importanti tra quelli che affiancano le iniziative previste per l’Anno Gerardiano, nel IX Centenario di San Gerardo, Patrono della Città. “Un pregevole lavoro su Antonio Masini, uno degli artisti lucani più rappresentativi e che meglio ha espresso l’anima del nostro popolo, quello che ha svolto don Vito Telesca, vero riferimento per quanto riguarda le mostre di arte sacra, non solo entro i confini regionali. A lui, autentico mecenate lucano, il nostro convinto ringraziamento – prosegue l’assessore Roberto Falotico – che estendo all’Arcivescovo, monsignor Ligorio per il supporto garantito, come sempre, anche in questa occasione, e agli uffici comunali che hanno reso concreto un progetto di grande rilievo. Una mostra che contestualmente ci consentirà di restituire a Potenza uno dei principali   contenitori culturali cittadini, oggetto di alcuni lavori negli ultimi mesi, lavori che hanno interessato anche la Galleria Civica che, a sua volta, tornerà fruibile nei prossimi mesi, coronando un progetto culturale complessivo che prese le sue mosse tre anni fa, portando a sintesi il mondo dell’Istruzione, quello della Cultura e quello del Turismo, in una visione organica impegnata a  delineare percorsi condivisi distribuiti nell’arco dell’intero anno solare”.

La rassegna è dedicata all’artista Antonio Masini, scomparso nel dicembre scorso, ed espone  pitture e sculture di arte sacra contemporanea tratte dalle opere degli artisti presenti nel Museo Diocesano di Potenza. “Antonio Masini,  artista completo, ha declinato nelle sue opere numerosi temi - spiega il curatore Don Vito Telesca - riuscendo a interpellare anche la religiosità contemporanea con creazioni di arte sacra collocate in Italia e all’estero. Questa mostra a lui dedicata – conclude il Vicario Telesca -  intende  sottolineare per l’appunto la sua versatile e instancabile capacità di confrontarsi con i temi religiosi, e in particolare con il Mistero di Cristo insito nella Passione e nella Resurrezione”.

Saranno presenti alla cerimonia inaugurale insieme al curatore, il Vescovo Salvatore Ligorio,  il critico d’arte Grazia Pastore, il governatore della Regione Basilicata Vito Bardi, il Sindaco di Potenza Dario De Luca, il vicesindaco Sergio Potenza, l’assessore alla Cultura Roberto Falotico.

La mostra rimarrà aperta al pubblico, con ingresso libero,  dal 10 aprile al 10 maggio prossimo nei seguenti orari: 9,30 – 13, 17 – 20,30, tutti i giorni.


VOCI DAL SUD Storia e storie (mai) dimenticate di Domenico Miolla a Marconia, sabato 6 aprile

Sabato 6 Aprile 2019, a Marconia, alle ore 18:30, presso la sede dell’Associazione Culturale CE.C.A.M., sarà presentato il libro: Voci dal Sud Storia e storie (mai) dimenticate di Domenico Miolla, s.i.p. Maggio 2018.
“Questo libro non ha la pretesa di essere un saggio storico. Vuole essere soltanto una raccolta di ‘Voci’, di storie, di testimonianze, di vicissitudini (spesso) dimenticate; un ‘mosaico’ di ricordi nel quale ritrovare la nostra identità di italiani e di meridionali.
Una Storia, tante storie, tra cui un Sud preunitario con più sudditi che cittadini, ma anche una Unità d’Italia che realizzata in un modo diverso avrebbe risparmiato spargimento di sangue di innocenti ed un esodo massiccio.
Un filo rosso unisce le pagine del libro ed è quello del complesso fenomeno migratorio che ha contrassegnato da sempre la Storia dell’Umanità, contribuendo spesso alla sua evoluzione economica e
sociale”.
Aprirà la serata Giovanni Di Lena, seguiranno i saluti del’Assessore alla Cultura Dr.ssa Maria Grazia Ricchiuti, gli interventi dei proff., Giuseppe Coniglio, Dino D’Angella e Giovanni Giannone e le conclusioni
dell’Autore. La prof.ssa Grazia Giannace leggerà alcuni brani del libro.


Sagra dell’Asparago Lucano, 25 aprile e 1 maggio a Satriano di Lucania

Si terrà il prossimo 25 Aprile, con replica il primo maggio, a Satriano di Lucania la sesta edizione della Sagra dellAsparago Lucano organizzata dall’associazione Eventi Green in collaborazione con l’agenzia di viaggi Ivy Tour.

Appuntamento alle 9:00 presso l’agriturismo Fattoria Bio. Lasciate le auto si procederà alla ricerca degli asparagi selvatici. Gli asparagi sono di chi li raccoglie e verrà premiato chi ne avrà raccolto di più durante l’escursione.

L'escursione si apre con un assaggio di prodotti tipici. La giornata è completamente dedicata al prezioso germoglio che abbonda sulle colline lucane. Prima e dopo il pranzo è possibile acquistare asparagi selvatici freschi e prodotti tipici. In alternativa è possibile visitare il sito archeologico della Torre di Satriano oppure il Ponte alla Luna a Sasso di Castalda.

Per le escursioni indossare scarpe da trekking, pantaloni lunghi (preferibilmente jeans), t-shirt a manica lunga (per non graffiarsi), cappellino. Portare acqua e t-shirt di ricambio.

Il pranzo completo è a base di asparagi.

La Sagra dell'Asparago, anche quest'anno, è un evento Green. La decisione di fare una sagra in un ristorante è dettata dalla necessità di boicottare le stoviglie monouso e di contenere lo spreco di cibo. Verranno utilizzati esclusivamente prodotti di stagione, a filiera corta e a chilometro zero.

La sagra è stata segnalata da Lonely planet, la guida dei viaggiatori indipendenti più famosa al Mondo.

A Satriano è presente un'area sosta comunale gratuita per camper.  Servizi: carico/scarico, free WiFi. L'area camper è situata a 200 metri dall'agriturismo Fattoria Bio.

La prenotazione è obbligatoria. Info e prenotazioni: 329 532 0026.


8^ ed. Festa di Primavera con “Ficazzole, Panierini e Bamboline…….”, 25 aprile a Oliveto Lucano

Il 25 aprile ritorna l'evento dedicato alle tradizioni culinarie ad Oliveto Lucano. Tante le attività previste per questa edizione della Festa di Primavera con "Ficazzole, panierini e bamboline...".

La Piazza Umberto I e il centro storico del più piccolo paese del Parco Regionale di Gallipoli Cognato - Piccole Dolomiti Lucane, faranno da cornice al ricco programma di eventi.
La Festa, organizzata dalla Pro Loco Olea, giunge alla sua 8° edizione.
Nata per riscoprire e non perdere le tradizioni culinarie tipiche, la festa celebra i dolci tipici pasquali olivitesi. Attraverso laboratori e gare di preparazione, realizzati da appassionati e professionisti.

 

Programma

25 aprile 2019

Ore 10:00   Piazza Umberto I°

Accoglienza dei gruppi

Visita emozionale al patrimonio storico artistico locale, ai Forni Patronali e ai Portoni di Bacco nel centro storico

Ore 11:30   Corso Garibaldi - Frantoio Oleario Famiglia Sica

Inaugurazione mostra di pittura e fotografia a cura degli artisti: Giuseppe Mazzarone – Pittore classico - impressionista - Oliveto Lucano

Antonio Giannini – Ritrattista - Salandra

Pietro Antonio Matera – Pittore grafico acquarellista - Ferrandina

Rocco Scattino – Fotografo Antropologo – Ferrandina

Carmine Moles – Realizzatore di mini-portoni in legno e oggetti in ferro battuto – Oliveto Lucano    

Ore 13,00   Pausa pranzo

Ore 16,30   Piazza Umberto I°

Saluto delle autorità locali ed inaugurazione degli stand

Ore 17,00   Approvazione 19^ Revisione Elenco Nazionale Prodotti Agroalimentari Tradizionali presso Ministero delle Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo

Presentazione dei prodotti di Oliveto Lucano a cura di Lucia Santarsiero dell’Istituto Alberghiero G.Gasparrini di Melfi

Ore 17,30   Laboratori di ficazzole, panierini e bamboline a cura di:

  • Rago Cinzia – Socia Federazione Italiana Cuochi -titolare Panificio “Pane Nostro” - Oliveto Lucano
  • Radicchi Domenico – Socio Federazione Italiana Cuochi e Vice Presidente Associazione Cuochi Materani

Degustazioni con abbinamento di vini a cura di:

  • Motta Biagio – Maitre Sommelier

Ore 18,30   Spettacolo - Intrattenimento dell’Associazione Culturale Musicale Ambasciatori Lucani – 1^ Parte

Ore 19,30   Cerimonia di premiazione

Ore 20,00   Spettacolo - Intrattenimento dell’Associazione Culturale Musicale Ambasciatori Lucani – 2^ Parte

Ore 21,00 – Estrazione premi della lotteria “Festa di Primavera”

 

Modalità di partecipazione

  • Per prenotazione pranzi, visite guidate o pernottamenti:

Telef. Sede Pro Loco: 0835/677013

Mail Pro Loco: olea_prolocoliveto@tiscali.it

  • Per il supporto all’iniziativa è gradita la partecipazione volontaria di bambini, giovani, anziani, panifici ed associazioni locali.
  • I volontari saranno organizzati in gruppi ai quali saranno forniti gratuitamente prodotti agro-alimentari per la realizzazione delle ficazzole, dei panierini e delle bamboline che rimarranno nelle disponibilità della Pro Loco
  • Previsti premi simbolici, attestati di partecipazione e targhe


Mostra "Lumi di Chanukkah" a Matera dal 31 marzo al 1 maggio 2019

Mostra Lumi di Chanukkah

Inaugurazione domenica 31 marzo - ore 11

Sala Conferenze della Fondazione Sassi

via San Giovanni Vecchio n.24/27 rione Sasso Barisano a Matera

 

Dal 31 marzo al 1 maggio alla Fondazione Sassi si terrà la mostra Lumi di Chanukkah – Una collezione tra storia, arte e design.

31 opere della Fondazione Arte, Storia e Cultura Ebraica a Casale Monferrato e nel Piemonte Orientale - Onlus realizzate da Amendola, Arman, Assmann, Barni, Bobba, Bonaldi, Canova, Carroll,Colin, Fallini, Fioroni, Francia, Fusari, Gerstein, Hassoun, Isgrò, Levy, Lodola, Luzzati, Mondino, Osgnach, Palterer, Pili, Pomodoro, Porta, Ravà, Recalcati, Ronda, Topor, Wolf e Xerra saranno esposte nella sala mostre della Fondazione Sassi.

La mostra, a ingresso libero, sarà visitabile dal martedì alla domenica dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.

Si inaugura  domenica 31 marzo alle ore 11 - con un incontro nella Sala Conferenze della Fondazione Sassi la mostra : Lumi di Chanukkah – Una collezione tra storia, arte e design.

Al vernissage parteciperanno la curatrice della mostra e assessore alla Cultura e Turismo del Comune di Casale Monferrato Daria Carmi, il vice presidente della Fondazione Arte, Storia e Cultura Ebraica a Casale Monferrato e nel Piemonte Orientale - Onlus Elio Carmi, il presidente della Provincia di Matera Piero Marrese, l’assessore alla Cultura del Comune di Matera Giampaolo D’Andrea e il presidente della Fondazione Sassi di Matera Vincenzo Santochirico.

Alla Fondazione Sassi, nella sala mostre, sarannno esposte, fino al 1 maggio, trentuno delle 250 chanukkiot della collezione della Fondazione Arte, Storia e Cultura Ebraica a Casale Monferrato e nel Piemonte Orientale - Onlus. Le chanukkiot (questo in ebraico il nome delle Lampade rituali a nove braccia) sono tutte state create e donate dai più grandi artisti italiani e europei i quali hanno reinterpretato questo particolare tipo di candelabro,

Il percorso espositivo presenterà i nomi più importanti dell'arte contemporanea internazionale: Amendola, Arman, Assmann, Barni, Bobba, Bonaldi, Canova, Carroll,Colin, Fallini, Fioroni, Francia, Fusari, Gerstein, Hassoun, Isgrò, Levy, Lodola, Luzzati, Mondino, Osgnach, Palterer, Pili, Pomodoro, Porta, Ravà, Recalcati, Ronda, Topor, Wolf e Xerra.

Organizzata e promossa dalla Fondazione Sassi di Matera la mostra ILumi di Chanukkah – Una collezione tra storia, arte e design sarà visitabile fino al 1 maggio dal martedì alla domenica dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.L’ingresso alla mostra è libero.

La mostra Lumi di Chanukkah - una collezione tra arte, storia e designha ottenuto il patrocinio di : Fondazione Matera-Basilicata 2019, Regione Piemonte, Provincia di Matera, Provincia di Alessandria, Comune di Matera,Città di Casale Monferrato, Monferrato un mondo di eccellenza. Partner dell’iniziativa sono: Associazione per il Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato UNESCO, ATL alexala- agenzia turistica locale della provincia di Alessandria, Fondazione CRT, Sistema Monferrato. La mostra è realizzata con il fondo etico di: Bcc Basilicata Credito Cooperativo di Laurenzana e comuni lucani e con il sostegno di: Bawer S.p.A, Italcementi S.p.A e Tecnoparco Valbasento S.p.A.

Informazioni :

Lumi di Chanukkah - una collezione tra arte, storia e design

Inaugurazione:

domenica, 31 marzo - ore 11

Sala Conferenze della Fondazione Sassi

La mostra è a ingresso libero è sarà aperta al pubblico dal 31 marzo.2019 al 1 maggio 2019. Sarà visitabile dal martedì alla domenica dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19. Giorno di chiusura: lunedì.

Tel. +39 0835 333348

Web: https://www.fondazionesassi.org/

Facebook: https://www.facebook.com/FondazioneSassi/

Hashtag: #fondazionesassi

La mostra è realizzata con il patrocinio di:

Regione Piemonte

Fondazione Matera-Basilicata 2019

Provincia di Alessandria

Provincia di Matera

Città di Casale Monferrato

Comune di Matera

Monferrato un mondo di eccellenza

Community Partner sono:

Associazione per il Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato UNESCO

ATL alexala- agenzia turistica locale della provincia di Alessandria

Fondazione CRT

Sistema Monferrato

E’ realizzato con il fondo etico di:

Bcc Basilicata Credito Cooperativo di Laurenzana e comuni lucani

Con il sostegno di:

Bawer S.p.A.

Italcementi S.p.A.

Tecnoparco Valbasento S.p.A.