Terrigenum - mostra Matera

Matera: inaugurazione di Terrigenum, la mostra che invita ad esplorare il percorso del grano

Terrigenum, inaugura il 23 febbraio la mostra degli interventi installativi di: Natalija Dimitrijevic, Silvia Monacelli e Raffaele Vitto, a cura di Francesca Arpino.

Matera terra del pane, declinata nell'imprescindibile rapporto uomo-natura ad opera di tre giovani artisti: Natalija Dimitrijevic, Silvia Monacelli e Raffaele Vitto. La mostra Terrigenum (letteralmente ciò che nasce dalla terra) attraverso installazioni site specific invita il pubblico a esplorare il percorso del grano. Che dai campi coltivati dell’artista pugliese Raffaele Vitto giunge ad essere manipolato. Attraverso le ricette dell’artista di Matera Silvia Monacelli, per finire nella forma del pane della sua terra d’origine, la Serbia, sulla tavola di Natalija Dimitrievic.

Terrigenum, a cura di Francesca Arpino, sarà ospitata fino al 10 marzo nella sala mostre della Fondazione Sassi.

Terrigenum sarà inaugurata sabato 23 febbraio alle ore 18 alla Fondazione Sassi. Organizzata e promossa dalla Fondazione Sassi la mostra rientra nell’ambito del Festival La Terra del pane. Progetto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 in coproduzione con la Fondazione Matera-Basilicata 2019, tema: Radici e Percorsi.

E' la quarta delle 12 Windows, le dodici finestre aperte verso il futuro dell'arte nate da un'idea di Giancarlo Chielli, con la direzione Artistica di Francesca Arpino.

L'esistenza dell'uomo è garantita dai rapporti di convivenza con l'ambiente naturale e la coltivazione del grano.

In mostra sarà possibile osservare, in forma d'arte, le riflessioni dei singoli artisti: Natalija Dimitrijevic. Utilizzando la sua personale tecnica del disegno infantile, ricostruisce, all'interno di una stanza, la tipica casa nei Sassi degli anni '50. I singoli elementi disegnati (la tavola apparecchiata col pane, una coperta ricamata, gli animali) raccontano allo spettatore la memoria del suo ultimo proprietario.

La tradizione è anche il centro dell'opera di Silvia Monacelli.

L'artista infatti riflette sull'importanza della ricetta, scoperta e tramandata, e realizza delle installazioni tridimensionali. Utilizzando fogli di Rosaspina (carta composta per il 60% di cotone) che rimandano idealmente agli antichi ricettari domestici.

La terra e la tradizione contadina è il soggetto delle opere di Raffaele Vitto.

L'artista realizza infatti due installazioni utilizzando la terra come materia prima. In una di queste, partendo dal presupposto che la coltivazione è un artificio dell'uomo, realizza un pavimento composto di 400 mattonelle di terra: quando il visitatore calpesterà il pavimento, le mattonelle si sgretoleranno e la terra tornerà ad appartenere alla natura.

La mostra è allestita nella Sala mostre della Fondazione Sassi in via San Giovanni Vecchio n.24/27 e resterà aperta al pubblico dal 23 febbraio al 10 marzo 2019.

Si potrà visitare tutti i giorni dalle 10 - alle 13 e dalle 16 alle 19. Giorno di chiusura: lunedì. L’accesso alla mostra è con il Passaporto per Matera 2019. Il ticket di accesso per partecipare a tutti gli eventi di Matera Capitale Europea della Cultura 2019   (acquistabile su www.matera-basilicata2019.it  o all’InfoPoint di Matera 2019 in via Lucana n.125).

Per informazioni è possibile contattare lo 0835 333348 - visitare il sito della Fondazione Sassi o la pagina Facebook.

 


Cirigliano - carnevale 2019

Cirigliano: il 3 Marzo si celebra il Carnevale rurale

Cirigliano si prepara al Carnevale dell'edizione 2019.

La sfilata del Carnevale Ciriglianese si terrà il prossimo 3 Marzo. La sfilata partirà dal cortile antistante il cinquecentesco castello baronale per snodarsi fra le suggestive viuzze del centro storico. Illuminate, in serata, dalla luce delle fiaccole e dal baccano e dall’allegria del corteo di Carnevale.

Davanti a tutti sfila Pulcinella con il suo campanaccio e con un grosso corno. Che insieme ad un alto copricapo a cono caratterizzano il personaggio del Carnevale ciriglianese.

Lo seguono le 4 Stagioni, impersonate da 4 adolescenti che recitano un breve copione in versi. Capodanno apre il corteo dei mesi, egli infatti è il capo di tutti i mesi e cercherà di far valere la sua autorità anche con Pulcinella, dando vita ad un gustoso siparietto.

Al suo fianco sfila Gennaio e dietro di loro, disposti in fila per due sfilano gli altri mesi.

Dicembre non è accoppiato con nessuno ma è accompagnato dal gruppo folk, questo mese infatti ha il compito di aprire le danze alla fine di ogni recita. Chiude la sfilata un atipico e grottesco corteo funebre, dove un giovane molto esile, vestito elegante, con il volto imbiancato e con un pezzo di salsiccia fra le mani rappresenta Carnevale morto, il defunto è trasportato su una “fazzator” (tinozza in legno a forma di bara in cui un tempo si spelava il maiale) da 4 loschi figuri spesso recanti sulle loro vesti monocrome le insegne del vino che non sarà mai rifiutato durante tutta la sfilata.

Il sarcastico rito funebre è officiato da un altrettanto sarcastico sacerdote che benedice la folla con acqua della fontana della piazza, lo assistono 2 chierichetti che portano l’acqua per le aspersioni ed un finto messale dal quale il prete recita finti salmi funebri in dialetto.

Quaremma, la vedova vestita a lutto è impersonata da un uomo mascherato da anziana signora che porta un cesto contenente corone di aglio e serte di peperoni. Essa piange il defunto con urla strazianti e frasi in dialetto che ricordano il marito, descrivendolo come un ubriacone poco di buono.

Per ulteriori informazioni, è possibile visitare il sito della Pro loco di Cirigliano.

 

 

 


L’Urs torna ad animare il Carnevale di Teana

Teana festeggia il Carnevale e la sua maschera storica il 23, 24 febbraio, l’1 e 2 marzo.

Il carnevale di Teana è la rappresentazione in chiave ironica della vita del paese e dei suoi abitanti. Allo stesso tempo rappresenta l'uomo che nasce dalla natura ed essa ritorna. Una ricorrenza che richiama arcaici riti propiziatori.

La figura più emblematica di tutte è "L'urs".

"L'urs" rappresenta la demonizzazione delle paure dell'uomo verso ciò che non si conosce. La forza della natura selvaggia, la morte che arriva inesorabile viaggia, di pari passo, con Carnùlùvar. Simboli questi dello stretto e indissolubile legame Uomo-Natura.

Carnùlùvar, dall'aspetto di un contadino obeso e dedito all'ozio, rappresenta quelle che sono le debolezze e i vizi dell'uomo. Durante la sfilata cade più volte. Il gesto è riconducibile alle cadute di Gesù durante la via crucis. Denotano, infatti, le pene che l'uomo e costretto ad affrontare durante la sua vita.

Carnevale rappresenta  anche l'anno vecchio che se ne va.

È sempre affiancato da sua moglie, la fedele e laboriosa Quaremma, che lo supporta e difende sempre. A seguire i due personaggi principali  della manifestazione, ci sono le varie forme di potere della comunità sociale. Queste ultime sono rappresentate in modo sarcastico ed ironico.

La chiesa, con il prete e i sacrestani nella sfilata non si limitano a benedire e confessare i presenti. La Legge, con il giudice e gli avvocati formano un improbabile corte di giudizio. L'Ordine Pubblico, attraverso le guardie, sono prese a ristabilire la tranquillità messa in subbuglio dal Carnuluvar e L'Urs.

Altre figure di spicco all'interno della manifestazione sono: il Medico, che soccorre carnevali con terapie "alternative". Il Pezzente, il mendicante simbolo della povertà e umiltà, che è l'unica maschera a poter parlare. Il Portafortuna, che offre la possibilità di leggere la sorte, pescando un biglietto dal suo cesto di vimini. Gli Sposi, simbolo di prosperità e di buon auspicio, rappresentano l'anno nuovo che verrà. A chiusura del corteo folto gruppo di maschere rappresentati il Popolo.

La particolarità di questa manifestazione, nonché il momento più atteso della sfilata, è il Processo.

Il Carnùlùvar viene sottoposto a giudizio. Vengono sovvertite le leggi e l'imputato viene condannato più o meno giustamente. Il corteo non ha una direzione casuale, ma parte dai boschi. Ancora una volta la Natura entra in scena. Il "Chianuro" luogo del giudizio ospita la fucilazione di Carnùlùvar. Qui entra in scena "LUrs", che prende il Carnùlùvar  appena fucilato e lo trasporta nei boschi. La natura ancora accoglie i suoi personaggi, si ritorna così proprio dove tutto era cominciato.

La manifestazione si arricchisce di tradizione gastronomica.

Durante la sfilata, lungo le vie del borgo, sono allestiti stand eno-gastronomici. È possibile degustare i prodotti tipici del luogo preparati in casa dalle donne che, per tradizione, non prendono parte alla sfilata. Negli stand, oltre ai classici e tradizionali salumi, ottenuti proprio in questo periodo, è possibile degustare pietanze uniche tra cui: Pan Chin, Raskatielli di Miskiglio, Caciocavallo e le Chiacchiere.

La festa continua con la sagra dei "Macccarun ccà Mmullic".

La pietanza tipica teanese si presenta come fusilli di pasta fresca fatta in casa conditi con mollica di pane saltata in padella con peperone in polvere e noci. Sono arricchiti dal sugo nella quale vengono fatte cuocere anche "I Corij", la cotica di maiale. Il tutto è accompagnato da fantastiche "Cuculell", crocchette di patate condite con pecorino locale e salsiccia, fritte in olio extravergine di oliva locale, e spezzatino.

La musica accompagnano tutta la giornata, con e i suoni tipici della storia locale: zampogne, organetti, fisarmoniche, totarelle, tammorre e il Re del carnevale, sua maestà il Cupi-Cupi.

Di seguito il programma completo:

23 Febbraio: Rino Locantore - laboratorio di costruzione "Cupi-Cupi" e a seguire uno spettacolo musicale, dello stesso artista  lucano, incentrato su musiche popolari

24 Febbraio: V edizione Carnevale dei piccoli

ore 15:00 - Partenza del corteo delle maschere tradizionali per le vie del paese - largo Edificio

ore 18:30 - processo a Carnevale - Sala Marino di Teana

1 Marzo

Spettacolo teatrale - "E' successo ...un Carnevale" con Emanuele Asprella, Francesco Ambrosio, Manuel santagata e Vincenzo Marino

2 Marzo

Partenza del corteo delle maschere tradizionali per le vie del paese

ore 17:30 - Arrivo del corteo per il Processo a Carnevale

ore 20:30 - Sagra dei maccheroni con la mollica- a seguire Accipiter in concerto

Per ulteriori informazioni è possibile contattare la Pro Loco sul sito e sulla pagina Facebook @TeanaProloco


Potenza - La Maschera e le maschere: il carnevale potentino

Potenza: presentato il cartellone "La Maschera e le Maschere: il Carnevale potentino"

Anche la città di Potenza si prepara al Carnevale.

E' stato presentato mercoledì 13 Febbraio il ricco cartellone del Carnevale di Potenza: "La Maschera e le Maschere: il Carnevale potentino", a cura dell'Ammin istrazione potentina.

Saranno oltre 120 gli appuntamenti del Carnevale potentino, con la maschera potentina di Sarachella, protagonista assoluta.

Di seguito il programma completo:

1-8-15 febbraio | Carnevale, tempo di riciclo creativo laboratorio intergenerazionale alla presenza dei nonni degli alunni e dei docenti, a cura dell’I.C. L. Sinisgalli --> Presso il laboratorio artistico I.C. L. Sinisgalli, dalle ore 09:20 alle ore 10:20

dal 05 febbraio al 05 marzo | In attesa della Gran Parata di Sarachella (Scuola Primaria) laboratori creativi per la realizzazione di maschere a tema e lezioni di approfondimento anche per le docenti di Lettere e Storia della Scuola Secondaria sul tema “La Cultura e le Tradizioni della nostra Città e della Basilicata”, a cura di I.C. D. Savio --> Presso I.C. D. Savio. Orario Scolastico

08 febbraio | Il mio nome è Sarachella - Spettacolo di canti e musica, a cura dell’I.C. Torraca – Bonaventura con le classi IV B e V A Scuola Primaria Domiziano Viola --> Teatro F. Stabile, ore 16:00

dall’11 al 16 febbraio | Nel periodo di Sarachella #SanGerardoticonosciamonoidellaBusciolano# laboratori didattici a cura della Scuola Infanzia I.C. A. Busciolano --> I.C. A. Busciolano Plesso S. Maria Via Lazio dalle ore 10:30 alle ore 11:30

dall’11 al 16 febbraio| Nel periodo di Sarachella #SanGerardoticonosciamonoidellaBusciolano# laboratori didattici a cura della Scuola Infanzia I.C. A. Busciolano --> I.C. A. Busciolano Plesso Avigliano Scalo, dalle ore 10:30 alle ore 11:30

dall’11 al 16 febbraio| Nel periodo di Sarachella #SanGerardoticonosciamonoidellaBusciolano# laboratori didattici a cura della Scuola Infanzia I.C. A. Busciolano --> I.C. A. Busciolano Plesso S. Nicola, dalle ore 10:30 alle ore 11:30

12-19-26 febbraio | Sarachella Laboratori pomeridiani aperti ai genitori, a cura dell’I.C. L. Milani Scuola Primaria Via Tirreno – Via Bramante – Rossellino in collaborazione con l’Associazione Cocuzzo Riparte --> Presso i relativi Plessi Scolastici, ore 15:00

12 febbraio e 2 marzo | Sarachella, Anima dell’Antica Potenza Laboratori in preparazione della GRAN PARATA DI MASCHERE del 3 marzo a cura dell’I.C. L. La Vista --> I.C. L. La Vista, orario scolastico

12 febbraio e 2 marzo | Sarachella e le Maschere Italiane Laboratori di pixel – art, a cura dell’I.C. G. Leopardi Scuola Primaria --> I.C. G. Leopardi, orario scolastico

13 febbraio | Laboratori Carnevale 2019 a cura dell’Associazione multiculturale “Allegria” Onlus --> Sala del Campanile – Palazzo Loffredo, dalle 17.30 alle 19.30

13 e 26 febbraio | Sarachella Laboratori pomeridiani aperti ai genitori, a cura dell’I.C. L. Milani Scuola dell’Infanzia Via Ionio – Via Tirreno – Rossellino in collaborazione con l’Asilo Nido il Melograno e La Luna al Guinzaglio --> Presso i relativi Plessi Scolastici, dalle 09:00 alle 16:00

dal 13 al 15 febbraio | Nel periodo di Sarachella #SanGerardoticonosciamonoidellaBusciolano# laboratori didattici Scuola Infanzia I.C. A. Busciolano --> I.C. A. Busciolano Plesso Giuliano, dalle ore 10:30 alle ore 11:30

14 febbraio| Alla Scoperta di Sarachella a cura dell’Assessorato Istruzione Cultura e Turismo e dell’I. C. L. Milani - Scuola Primaria Via Tirreno – Via Bramante – Rossellino classi IV e V --> Aula Magna I.C. L. Milani Via Tirreno, ore 9:00

16 e 17 febbraio | Laboratori Carnevale 2019 a cura dell’Associazione multiculturale “Allegria” Onlus --> Sala del Campanile – Palazzo Loffredo dalle 17.30 alle 19.30

dal 16 febbraio al 17 marzo| “La maschera & le Maschere: Il Carnevale Potentino, CARNEVALE ON ICE Smile con Sarachella a cura dei Fratelli Doccino Park and Rides s.a.s. di Doccino Angelo &C --> Piazza M. Pagano; festivi: mattina 10:30-13:00 pomeriggio: 16:00-23:30; feriali, 16:00-23:30

16 febbraio | Fimo a Carnevale, laboratorio di manipolazione e creatività con il Fimo, per bimbi (anche in maschera) dai 3 ai 99 anni a cura di Libreria Senzanome --> Presso Libreria Senzanome
Corso Garibaldi, 69, ore 18:00

17 febbraio | I dolci carnascialeschi potentini Laboratorio per bambini di cucina e piccola pasticceria a cura di Libreria Ubik --> Saletta incontri Libreria Ubik – Via Pretoria, 50/52, ore 18:00

19 febbraio | Sarachellate - aperitivi a tema --> Bar Waikiki, Piazza Gianturco, 24; Pretoria Caffè, Via Pretoria 201/205; 0971 Lounge Bar & Restaurant, Via Pretoria, 31. Ore 19.00

19 e 26 febbraio | Nel periodo di Sarachella #SanGerardoticonosciamonoidellaBusciolano# laboratori didattici a cura della Scuola Infanzia - Classi I e II A – II D, I.C. A. Busciolano --> I.C. A. Busciolano, Plesso S. Maria Via Lazio, dalle 10:30 alle 12:00

19 e 26 febbraio | Nel periodo di Sarachella #SanGerardoticonosciamonoidellaBusciolano# laboratori didattici Scuola Primaria - Classi I e II I.C. A. Busciolano, a cura dell’I.C. A. Busciolano --> Plesso Giuliano, dalle ore 10:30 alle ore 12:00

19 e 26 febbraio | Nel periodo di Sarachella #SanGerardoticonosciamonoidellaBusciolano# laboratori didattici a cura della Scuola Infanzia I.C. A. Busciolano --> I.C. A. Busciolano, Plesso Avigliano Scalo, dalle ore 10:30 alle ore 12:30

19 e 26 febbraio | Nel periodo di Sarachella #SanGerardoticonosciamonoidellaBusciolano# laboratori didattici a cura della Scuola Infanzia I.C. A. Busciolano --> I.C. A. Busciolano Plesso S. Nicola, dalle ore 14:00 alle ore 16:00

20 febbraio | Presentazione del libro “Filastrocche crude e cotte” evento per bambini, a numero chiuso su prenotazione, con laboratorio di Disegno e Cucina, a cura di Libreria Ubik --> Saletta incontri Libreria Ubik – Via Pretoria, 50/52, ore 18:00

21 febbraio | Carmnucc apr l’uocchie ca a chiudrl nun c’vol niend Commedia teatrale a cura della Comunità alloggio “Il Sollievo” --> Teatro Francesco Stabile, ore 20:30

22 febbraio | Sarachellate - aperitivi a tema --> Bar Waikiki, Piazza Gianturco, 24; Pretoria Caffè, Via Pretoria 201/205; 0971 Lounge Bar & Restaurant, Via Pretoria, 31. Ore 19.00

dal 22 febbraio al 5 marzo | Sarachella e i suoi compagni di viaggio Esposizione di 15 opere tra quadri e manufatti in ceramica e multi materiale, a cura dell’Istituto Penale per minorenni “E. Gianturco” di Potenza e “Universo Salute Opera Don Uva” --> Teatro Stabile - Foyer, orari apertura Teatro

22 febbraio | Pubblicazione libro “Il Noi essere Sarachella” (poesie e pensieri sul Sarachella che è in noi) a cura dell’Istituto Penale per minorenni “E. Gianturco” di Potenza e “Universo Salute Opera Don Uva”; il testo sarà pubblicato su www.comune.potenza.it

23 febbraio | Maia moglie perfetta, con teatro BAT – Puppets and Actors Theatre, Teatro di figura con pupazzi giganti e burattini, per adulti e piccini (anche in Maschera) di tutte le età, partecipazione su prenotazione, a cura di Libreria Senzanome --> Libreria Senzanome, Corso Garibalidi, 69, ore 18:00

23 e 24 febbraio | Laboratori Carnevale 2019, a cura dell’Associazione multiculturale “Allegria” Onlus --> Sala del Campanile – Palazzo Loffredo, dalle 17.30 alle 19.30

23 febbraio | Maschere al Museo: tra Archeologia e Teatro a cura dell’Associazione di Promozione sociale ARCHEOWORKING E H2teatrO --> Museo Archeologico Nazionale della Basilicata “Dinu Adamesteanu”, dalle 16.30 alle 18.30; prenotazione obbligatoria ai numeri: 3485236669; 347 9814032

26 febbraio | Sarachellate - aperitivi a tema --> Bar Waikiki, Piazza Gianturco, 24; Pretoria Caffè, Via Pretoria 201/205; 0971 Lounge Bar & Restaurant, Via Pretoria, 31. Ore 19.00

27 febbraio | AllegraMente in scena Spettacolo teatrale con la partecipazione dei soci e degli utenti psichiatrici, a cura dell’Associazione Onlus H-Lettera Muta con il supporto degli attori della Compagnia teatrale “La Risata” --> Teatro F. Stabile, ore 20:30

27 febbraio | Il carnevale potentino di una volta nelle testimonianze di chi c’era a cura del Circolo Culturale Silvio Spaventa Filippi in collaborazione con la classe V F del Liceo Classico “V Orazio Flacco” --> Sala dell’Arco Palazzo di Città, ore 18:00

28 febbraio | È arrivato Carnevale Sfilata in maschera per le vie del quartiere, a cura dell’I.C. L. Milani --> Rione Cocuzzo, ore 10:30

dal 28 febbraio al 5 marzo | Sarachellate a tavola la gastronomia potentina a Carnevale --> Trattoria Al Duomo, Via Andrea Serrao, 24; Ristorante Fuori le Mura, Via 4 Novembre, 34; Assurd RistoPub, Via Francesco Stabile, 10; Mimì Ristorante Gastronomia, Via Rosica, 20/22; Trattoria da Vincenzo, Via del Popolo, 17; La Birroteca, Via Portasalza, 138; Goblin’s Bar & Restaurant, Piazza Mario Pagano, 9; Burbaca, Via O. Petruccelli, 18; Frida Music Restaurant, Via Isca del Pioppo, 160

dal 28 febbraio al 5 marzo | Sarachellate a colazione la pasticceria a Carnevale --> Chillounge by Piro, Via del Gallitello, 536; Gran Caffè la Delizia, Via Pretoria, 103; La Delizia, Via Isca del Pioppo, La Delizia Via del Gallitello, 24; Gelateria Sotto Zero, Viale Dante, 82

28 febbraio | Un po’ Arlecchino, un po’ Pierrot poesie, fiabe e filastrocche carnevalesche a cura di Zorzetto --> Biblioteca Comunale per l’Infanzia, ore 16:00

1 marzo | Sarachedda - Commedia in dialetto Potentino Compagnia teatrale dialettale potentina la PRETORIA --> Teatro Francesco Stabile, ore 20.30

1 marzo | Sarachella: la Maschera potentina fuori dal tempo e dallo spazio, confronto a più voci. Interverranno Dario De Luca, Gianfranco Blasi, Rocco Cantore, Gerardo Viggiano, Roberto Falotico. Racconto sul Carnevale di Rosario Avigliano; a cura di: Comune di Potenza - Assessorato all’Istruzione, Cultura e Turismo; Club Service e Associazioni Culturali --> Teatro Francesco Stabile - Sala degli Specchi, ore 18:00

2 marzo | Sarachedda - Commedia in dialetto Potentino Compagnia teatrale dialettale potentina la PRETORIA --> Teatro Francesco Stabile, Matinè per le scuole ore 10:00

2 marzo | Sarachedda - Commedia in dialetto Potentino Compagnia teatrale dialettale potentina la PRETORIA --> Teatro Francesco Stabile, ore 20:30

2 marzo | Laboratori Carnevale 2019 a cura dell’Associazione multiculturale “Allegria” Onlus --> Sala del Campanile - Pallazzo Loffredo, dalle 17.30 alle 19.30

2 marzo |Un volto, tante maschere, incontro con Antonella Marengo (psicologa, psicoterapeuta bioenergetica) a cura di Libreria “Sognalibro” --> Libreria “Sognalibro”, Via Angilla Vecchia, 43 ore
18:00

3 marzo | “Sarachella” la Maschera & le Maschere, Il Carnevale Potentino. Aperti alla Conoscenza - Nessuno Escluso - GRAN PARATA DI MASCHERE, a cura di: Comune di Potenza, Coordinamento Nessuno escluso - la Potenza del Carnevale, Istituti Comprensivi della Città di Potenza, Associazione Pro Loco Potenza, Associazione il Centro della Potenza, Associazione di promozione sociale CiclOstile FIAB Potenza, tutte le Associazioni e Gruppi aderenti --> Raduno in Piazza Don Bosco dalle ore 14.00 alle ore 15.00 - Festa di accoglienza e disposizione del Corteo. Itinerario: Piazza Don Bosco, Viale Firenze, Via Angilla Vecchia, Via Mazzini, Via Pretoria, Piazza Matteotti. Al termine della Parata: Gran festa con musica, animazione e “Chiacchierata finale”, nell’ambito della quale saranno distribuite chiacchiere, caramelle, zucchero filato.

3 marzo | “Il Carnevale potentino 2019: tra voci, suoni, colori ed emozioni” Libreria itinerante: “Parole in volo” a cura di Libreria “Sognalibro” --> Piazza Don Bosco dalle ore 09:00 alle ore 13:00

3 marzo | Il Carnevale potentino 2019: tra voci, suoni, colori ed emozioni, Libreria itinerante: “Parole in volo”, a cura di Libreria “Sognalibro”. La Libreria itinerante sfilerà in “Sarachella” la Maschera & le Maschere, Il Carnevale Potentino. Aperti alla Conoscenza - Nessuno Escluso - Gran Parata di Maschere, dalle 15.00 in poi

5 marzo | Sarachellate - aperitivi a tema --> Bar Waikiki, Piazza Gianturco, 24; Pretoria Caffè, Via Pretoria 201/205; 0971 Lounge Bar & Restaurant, Via Pretoria, 31. Ore 12.00

5 marzo | La Maschera & le Maschere, il Carnevale Potentino - “Quatriglia alla Cuntana Addone”. Conviviale del Carnevale nel Centro Storico, a cura di: Panathlon Club Potenza, LIONS Clubs Potenza Host, Potenza Pretoria, Potenza Duomo, Rotary Club Potenza, Rotary Club Potenza Torre Guevara, con il Patrocinio del Comune di Potenza --> Grande Albergo, Corso XVIII Agosto 1860, 46, ore 19.30

5 marzo | Sfilata Senzanome, insieme a Max Di Stasio, fotografo professionista festeggiamo il Carnevale con una sfilata in maschera, un laboratorio creativo e la stampa di foto della serata, a cura di Libreria Senzanome --> Libreria Senzanome, Corso Garibalidi, 69, ore 18:00

Per ulteriori informazioni, è possibile visitare il sito del Comune di Potenza.


Sport Tales- Matera 2019

Matera: presentato il programma di Sport Tales

Sport Tales, presentato il programma sportivo di Matera 2019.

E' stato presentato, il 13 Febbraio, l’intero programma sportivo di Matera 2019. Presso Casa Cava il programma è stato presentato attraverso una riflessione sullo sport nel percorso di candidatura, sulle identità sportive di Matera, sulla collaborazione con e per le società locali e sul coinvolgimento del Coni.

Sono intervenuti alla iniziativa, Salvatore Adduce Presidente Fondazione Matera-Basilicata 2019), Paolo Verri (Direttore Fondazione Matera-Basilicata 2019), Leopoldo Desiderio (Presidente CONI Basilicata), Giuseppe Tragni (Assessore allo sport del Comune di Matera).

E' stata presentata, inoltre, l’iniziativa di raccolta dei 2019 libri che comporranno la Biblioteca della Cultura Sportiva.

Nell'ambito delliniziativa, sono stati presentati anche i seguenti libri: Roberto Mugavero presenta "Fausto Coppi, la grandezza del mito" - Minerva Editore e Storia d'Italia ai tempi del pallone. Dal grande Torino a Cristiano Ronaldo di Darwin Pastorin.

Di seguito il programma completo:
22 febbraio:

Istituzione della Hall of Fame della Cultura Sportiva, grazie a cui per tutto il 2019 verrà consegnato un riconoscimento speciale a quanti si sono impegnati e si impegnano nella difesa e nella valorizzazione dei più sinceri valori olimpici. Il 22 febbraio è un giorno particolare: è il decennale della scomparsa di Candido Cannavò e quel giorno sarà premiata la Fondazione che porta il suo nome, il Csi per il programma di Volontariato sportivo e la Panini. Per partecipare all’incontro è necessario inviare una mail all’indirizzo sport@matera.basilicata2019.it

23 febbraio:

La cultura è una palla. Presentazione del libro Calci e pugni sul tetto del mondo. Biagio Tralli, identikit di un campione

3 marzo:

Festa regionale del ciclismo

8-10 marzo:

Ragazze Vincenti. Inaugurazione mostra “La prima Europa di Matera” con i trofei vinti dalla Pvf. In collaborazione con Assist/Fair Coaching. Media partner Elle

12 marzo:

La cultura è una palla. Nella Biblioteca della Cultura Sportiva non raccoglieremo solo i libri, ma anche le tesi di laurea, le ricerche e altri progetti legati allo sport. Cominciamo a raccogliere questo materiale il 12 marzo in occasione della presentazione del progetto Easy Basket Europe

14-17 marzo, palestra La Nera: torneo tennis tavolo Fisdir

21 marzo:

Matera Bandiera Azzurra. Inaugurazione dei 5 percorsi da 2019 metri che permetteranno una fruizione anche sportiva del centro storico, dei Sassi e pure del percorso dei Parchi

22 marzo:

La cultura è una palla. Presentazione del libro Sport una lettera alla volta che è impreziosito da una postfazione di Papa Francesco. Nell’occasione facciamo partire, con la maggiore collaborazione possibile richiesta a scuole e società sportive locali, il progetto Sportpedia per la raccolta delle 2019 voci che compongono un dizionario dello sport

23-24 marzo:

raduno Airc - Associazione Italiana Roma Club

25 marzo:

Matera Bandiera Azzurra. Maratona, spettacolo teatrale con Fiona May

26 marzo: giunta Coni in città

26 marzo: Ragazze Vincenti. Fiona May

1 aprile: Campionati studenteschi di badminton, inizio della ricca stagione del Circolo Velico Lucano di Policoro

7 aprile: Matera Bandiera Azzurra. Matera celebration al km 19 della Maratona di Roma ( in zona via Conciliazione-Piazza San Pietro )

13-21 aprile: Game, set and …Matera. In occasione del torneo giovanile in programma al Ct Matera incontri per La cultura è una …pallina, lezioni di tennis

16 aprile: Game, set and …Mater. Roger, spettacolo teatrale con Emilio Solfrizzi

19 aprile: presentazione Coppa Scirea
28 aprile – 5 maggio: Matera Capitale Italiana del Calcio

Matera: Coppa Scirea

Matera e altre sedi: Trofeo delle Regioni Calcio a 5

Mostra Chiedi chi era Gaetano, chiedi cosa era il Torino; all’interno della mostra Festival della letteratura calcistica

26 maggio: Street Workout. Il team Light porta i partecipanti attraverso cinque piazze di Matera, con gran finale in piazza San Pietro con la yoga. Si punta a raccogliere 2019 partecipanti

2 giugno: Festa Nazionale dello Sport ( Matera main stage )

18-23 giugno: MiniBasket in Piazza

20-23 giugno: Meeting Giovani ciclismo a Matera e Metaponto

Per tutte le altre informazioni è possibile cliccare qui.

 


Carnevale Montese 2019

Montescaglioso: parte la 60° edizione del carnevale Montese

Montescaglioso si prepara alla 60° edizione del Carnevale.

Il Carnevale di Montescaglioso ha un'origine antichissima. Affonda le radici nella tradizione agricola e pastorale della Basilicata. Caratteristica del Carnevale Montese sono i carri allegorici, realizzati dai giovani cartapestai locali custodi di una tradizione secolare. I carri percorrono le vie della città in una colorata sfilata che si ripete per tre serate.

La sfilata dei carri allegorici, poi, si conclude con diversi spettacoli musicali che intratterranno i visitatori fino a tarda notte.

Di seguito il programma del Carnevale, in dettaglio:
Domenica 24 febbraio

Ore 11.00
Sfilata mattutina con carri in vetrina in Piazza Roma
Ore 18 area di servizio IP - Viale Aldo Moro
Partenza prima Sfilata carri allegorici , con spettacolo finale in Viale Giovanni XXIII

Sabato 2 marzo

Piazza Roma

Ore 21 concerto live in piazza Roma dei Kalàscima

Kalàscima è un gruppo pugliese di World music / Alternative / Indie folk / Psychedelic Trance Tarantella  che nel corso degli ultimi anni si è esibito in numerosi concerti e tour in tutto il Mondo su palchi prestigiosi tra i quali: Tallin Music Week (Estonia, 2018), Mundial Montreal (Canada, 2018), Colours of Ostrava (Repubblica Ceca, 2016), Roskilde Festival (Danimarca, 2016), Fira Mediterrània de Manresa (Spagna 2016), Babel Med (unico gruppo italiano, Francia 2016), South by South West di Austin (USA, 2016) e Sziget Sound Festival (Ungheria, 2012).  

Domenica 3 Marzo

ore 10.30
Sfilata carri allegorici & Spettacoli in Piazza Roma con il Carnevale dei Bambini
Dalle 18 area di servizio IP.
Seconda sfilata carri allegorici
Ore 22.30 Viale Kennedy c/o Campo Sportivo

Spettacolo finale con ospite Dj Matrix

(Le sue prime produzioni musicali di genere dance sono del 2006. Un primo successo è stato un remix del brano Tu vivi nell'aria, cantato da Miani e divenuto popolare anche all'estero. Grande popolarità online ha poi raggiunto nel 2009 con la canzone La tipica ragazza italianaNel 2013 Dj Matrix ha fatto il resident DJ all’Aquafan di Riccione, dove si è esibito con ospiti come AviciiMartin SolveigGabry Ponte o Fabri Fibra.[3] Di quell’anno è anche il successo di Voglio tornare negli Anni 90, brano realizzato in collaborazione con Paps'n'Skar, pubblicato sotto la Dance and Love[4] di Gabry Ponte e certificato disco d'oro dalla FIMI.[5] Nel 2017 ha prodotto il tormentone estivo Baila como e Papu degli YouTuber Gli Autogol, con la partecipazione di Alejandro “Papu” Gómez, certificato disco di platino)

Martedì 5 marzo

Dalle ore 6 del mattino sfilata gruppi spontanei del Carnevalone tradizionale montese.
Ore 18 Area di servizio IP Viale Aldo Moro
Ultima Sfilata carri allegorici

Ore 22 Piazza Roma 

Spettacolo finale con Ospiti DJ ROSSMAGIC BOXERIKAHaiduciiDJ JUMPJenny Dee

Per tutte le informazioni è possibile visitare la pagina Facebook dedicata all'evento.

 


Carnevale di Aliano - Le maschere cornute

Aliano: le maschere cornute e i festeggiamenti del Carnevale

Il Carnevale storico di Aliano torna con le sue maschere Cornute.

Aliano il paese dei Calanchi apre le porte ai festeggiamenti del Carnevale. In questo luogo incantevole e incantato si ripete un rito antico e suggestivo: il Carnevale di Aliano. I protagonisti saranno gli abitanti che indossano le cosiddette "maschere cornute".

Le maschere cornute sono opere uniche costruite da abili artigiani.

Le maschere vengono indossate insieme a colorati cappelli, che le rendono meno minacciose. Queste maschere dall'aspetto tenebroso sfilano per le vie del paese accompagnate dalla musica di fisarmoniche e cupa cupa. Alla sfilata  partecipano anche donne in costume tradizionale e bambini vestiti da brigante e da pacchiana.

Dal 3 febbraio fino al 10 marzo si susseguiranno gli appuntamenti del Carnevale.

Il Carnevale si articola in due giorni, la Domenica e il Martedì Grasso. Si alterneranno sfilate carnevalesche a cui partecipano maschere dei paesi limitrofi, donne in costume tradizionale (pacchiane) e bambini vestiti da briganti. Come ogni festa che si rispetti, è previsto anche un momento dedicato alla degustazione dei piatti tipici locali.

La grande novità di quest’anno è il concorso “La Maschera Cornuta più bella”.

Un’iniziativa che ha lo scopo di conservare il valore storico e sociale, nonché artistico, della maschera zoomorfa alianese. Essa si ispira, infatti, alla mitologia greca, in particolare al Dio Pan. Questa tradizione, proprio per la sua suggestività, impressionò anche Carlo Levi durante il suo confine politico nel borgo lucano.

Di seguito, il programma realizzato per l’edizione 2019 del Carnevale:

3 Febbraio

19:00 Sfilata inaugurale del Carnevale storico con le maschere arcaiche "cornute" di Aliano, con il gruppo di pacchiane, organetti e cupa cupa

ROMA

Casina delle Civette di Villa Torlonia

8 Febbraio - 18:30 Partecipazione all'inaugurazione della mostra "Il Mito rivisitato...Le Maschere Arcaiche della Basilicata", organizzata dall'APT. Esposizione di 38 opere realizzate dall'artista alianese Nicola Toce

MATERA

10 Febbraio - 16:30 Partecipazione alla sfilata della Rete dei Carnevali storici della Basilicata per "Matera Capitale Europea della Cultura 2019" con le maschere arcaiche "cornute" di Aliano insieme al gruppo di pacchiane, organetti e cupa cupa

ALIANO

17 Febbraio - 16:30 Sfilata del Carnevale storico con le maschere arcaiche "cornute" di Aliano con il gruppo di pacchiane, organetti e cupa cupa. Arte e cibo. Musiche, canti e suoni dai calanchi

24 Febbraio - 16:30 Sfilata del Carnevale storico con le maschere arcaiche "cornute" di Aliano con il gruppo di pacchiane, organetti e cupa cupa. Arte e cibo. Musiche, canti e suoni dai calanchi

MATERA - ex Ospedale San Rocco

1 Marzo - 15:00 - 20:00 Partecipazione del Carnevale Storico di Aliano al VI Convegno Internazionale di studi "Il Carnevale e il Mediterraneo. Maschera e Cibo".

ALIANO

2 Marzo - 16:30 La Lucania incontra la Sardegna. Le maschere arcaiche "cornute" di Aliano sfilano con le maschere sarde dei Mamutzones" di Samugheo. Musiche, Canti e Suoni dai Calanchi. Arte e Cibo

3 Marzo - 16:30 Sfilata del Carnevale storico con le maschere arcaiche "cornute" di Aliano con il gruppo di pacchiane, organetti e cupa cupa insieme ai "Lucania Power - La Taranta infuocata"

5 Marzo - 16:30 Sfilata del Carnevale storico con le maschere arcaiche "cornute" di Aliano con il gruppo di pacchiane, organetti e cupa cupa insieme ai "Lucania Power - La Taranta infuocata"
20:00 Frase" - Commedia Improvvisata in dialetto sul carnevale alianese

9 Marzo - "La Festa" - Luci e Suoni dai Calanchi. Le Bande, Le Luci, I Fuochi e il Grande Concerto Acustica World per Aliano di ENZO AVITABILE

10 Marzo - 17:30"La Festa del "Petrosello". Arte, Cibo e Musiche dai Calanchi con le maschere arcaiche "cornute" diAliano insieme al gruppo delle pacchiane, organetti e cupa cupa

Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito dedicato al Carnevale di Aliano.

 


Brienza: inaugura il Parco letterario Francesco Mario Pagano

Venerdì 15 Febbraio sarà inaugurato il Parco Letterario Francesco Mario Pagano a Brienza.

A Brienza, il prossimo 15 Febbraio, verrà inaugurato il Parco Letterario Francesco Mario Pagano.  Scrittore e uomo politico (Brienza 1748 - Napoli 1799). Rappresentante dell'Illuminismo napoletano, Pagano fu profondamente influenzato dal pensiero di Vico, sul quale innestò le istanze democratiche e progressiste derivanti da Rousseau e Condorcet. In economia fu liberista e credette con i fisiocrati in un ordine naturale di rapporti economici. Negli studi penali continuò l'opera iniziata da Beccaria e da Filangieri, propugnò la riforma del processo penale in senso accusatorio, volle derivati i principi informatori della legislazione penale dalle leggi eterne della natura, vagheggiando un codice comune a tutte le nazioni civili. Fu uno dei protagonisti della Repubblica partenopea nata dalla rivoluzione del 1799. Caduta la Repubblica, fu condannato a morte. (Treccani.it)

Di seguito il programma dettagliato dell'evento:

Ore 9.30 - Visita al Museo bio-bibliografico "Francesco Mario Pagano"

a cura del Centro Studi Internazionale "Francesco Mario Pagano"

Ore 10.00 Sala ex Refettorio - Presentazione del Parco
Introduce Angela Scelzo - Vice Sindaco di Brienza, Assessore alla Cultura

Saluti istituzionali
Donato Distefano - Sindaco di Brienza
Roberto Cifarelli - Assessore Regionale alle Politiche di Sviluppo e Lavoro

Relazioni
"Mario Pagano a teatro"
Raffaele Nigro, giornalista e scrittore

"Da Brienza al mondo. Francesco Mario Pagano, patrimonio dell’umanità"
Wolfgang Kaltenbacher, Istituto Italiano per gli Studi Filosofici

"Il Parco Francesco Mario Pagano all'interno della rete lucana dei Parchi Letterari"
Patrizia Minardi, Dirigente Regione Basicata Ufficio Sistemi Culturali e Turistici, Cooperazione Internazionale

Conclusioni
"I Parchi Letterari: da viaggi sentimentali a riserve culturali"
Stanislao de Marsanich, Presidente de "I Parchi Letterari"

 

Per informazioni è possibile contattare la segreteria organizzativa a cura della ProLoco Brienza Città d’Arte al 348 937 4863 o scrivere a eduardoandreozzi4@gmail.como visitare https://www.parchiletterari.com/evento.php?ID=01506


Maschere storiche

Matera: le Maschere storiche animano il carnevale della Capitale della Cultura.

Le maschere storiche della Basilicata accompagneranno il ricco programma del Carnevale messo in atto dall’amministrazione materana.

Inizia il 10 febbraio, con la sfilata delle Maschere storiche il Carnevale di Matera. La Tradizione dei Carnevali antropologici della Basilicata animerà il programma di attività organizzato dal Comune di Matera. Dal 22 febbraio al 5 marzo sfilate in maschera, gruppi folk e scuole si prendono la scena.

E’ stata, inoltre, lanciata l’iniziativa “Scatta il Carnevale 2019”.

Il contest fotografico è aperto a tutti coloro che immortalano le scene più significative della festa a Matera. Le foto possono essere inviate (fino ad un massimo di 3 scatti) ciascuna con un titolo, all’indirizzo mail progettispeciali@comune.mt.it o postate sul canale social Instagram utilizzando l’hashtag #carnevalematera19. Le immagini dovranno ritrarre maschere, trucchi e travestimenti dei partecipanti alle iniziative organizzate per le strade della città.

Il programma prevede il coinvolgimento delle scuole, dei gruppi musicali folk e di artisti di strada provenienti da tutta Italia.

I buskers saranno invitati in città attraverso una “chiamata alle arti di strada”. La loro ospitalità sarà garantita dal Comune in collaborazione con le associazioni di categoria che sono state coinvolte e ascoltate per l’organizzazione dell’evento.

Il Carnevale di Matera approda anche nei Borghi.

Il 22 febbraio è prevista la prima tappa dell’iniziativa che interesserà il Borgo Picciano, mentre il 24 febbraio prosegue la festa nel Borgo Venusio, il 4 marzo le maschere si sposteranno a La Martella.

Il 23 febbraio sfileranno per le vie del centro storico e dei Sassi le maschere antropologiche dell’Irpinia e i carnevali di Picerno, Viggianello e Trecchina.

Il primo marzo saranno le scuole ad essere protagoniste con la manifestazione “Scuole in festa”. In piazza Vittorio Veneto gli alunni daranno vita ad uno spettacolo accompagnate dalla street band e dalla mascotte del carnevale.

Il 2, il 3 e il 5 marzo il clou dei festeggiamenti con il coinvolgimento dei gruppi “Tarantica”, Gruppo folk Materano”, “U’uagnin assnziel” e “Ragnatela folk” che porteranno nelle strade della città le tradizionali “matinate” emblema del carnevale di Matera. Prosegue intanto il contest fotografico: “Scatta il Carnevale 2019”. Vi possono partecipare tutti coloro che immortalano le scene più significative della festa a Matera. Le foto possono essere inviate (fino ad un massimo di 3 scatti) ciascuna con un titolo, all’indirizzo mail: progettispeciali@comune.mt.it o postate sul canale social Instagram utilizzando l’hashtag #carnevalematera19.

Il cartellone completo degli eventi previsti fino al 5 marzo 2019 è disponibile sul sito del Comune di Matera.


“CONTEMPORANEA. Pittori, incisori e scultori lucani. Generazione 1930/1960”.

Matera: il 16 febbraio inaugurazione della mostra “Contemporanea. Pittori, incisori e scultori lucani. Generazione 1930-1960”

“CONTEMPORANEA. Pittori, incisori e scultori lucani. Generazione 1930/1960”. Questa la mostra che sarà inaugurata il giorno 16 febbraio, alle ore 17:30, presso l’Ex Ospedale San Rocco a Matera.

Il prossimo 16 Febbraio sarà inaugurata “CONTEMPORANEA. Pittori, incisori e scultori lucani. Generazione 1930/1960”. La mostra, ideata e curata da Anna R.G. Rivelli, promossa dal Consiglio Regionale della Basilicata, patrocinata da  Matera 2019, Provincia di Potenza, Mibac e APT, è inserita nel cartellone degli eventi di Matera Capitale Europea della Cultura.

La mostra ha riscosso un ampio successo di pubblico a Potenza, dove è rimasta aperta dal 15 dicembre 2018 fino al 26 gennaio 2019.

La mostra ha ricevuto apprezzamenti dal Professor Claudio Strinati e dal Professor Vittorio Sgarbi, che l’ha visitata lo scorso 20 gennaio.

In esposizione le opere di 32 artisti della generazione 1930-1960 che per nascita e soprattutto per attività si legano al territorio lucano.

La mostra ha come finalità il riconoscimento dell’attività svolta dai nostri artisti sul territorio nonostante le difficoltà che la marginalità geografica della Basilicata ha determinato in rapporto alla possibilità di più ampia notorietà. Non di meno con questo evento espositivo si intende tracciare un ritratto dell’arte lucana del Novecento. Per evidenziarne la complessità e la ricchezza e per sottrarre finalmente la nostra regione da quella immagine stereotipata di regione marginale anche culturalmente.

“Obiettivo della mostra – dichiara la curatrice- è quello di fare il punto sull’arte lucana del Novecento, e in particolare su quella della seconda metà del secolo".

Per dimostrare che gli artisti lucani hanno contribuito con un proprio apporto originale alla storia dell’arte del Paese, riuscendo ad intessere relazioni di proficuo confronto  con la cultura extraregionale, ma sempre in posizione paritaria, di scambio e mai di soggezione. Attraverso le opere di 32 artisti – continua la Rivelli – si è voluto tracciare un percorso che finalmente indichi che della Basilicata si può e si deve fare una narrazione lontana da quegli stereotipi che troppo a lungo ne hanno trasferito un’immagine avvilita e deformata”.

Anche la Prof.ssa Elisa Acanfora dell’Università della Basilicata, componente del comitato scientifico della mostra, ribadisce il concetto, scrivendo in catalogo di essere da tempo impegnata a combattere “il pregiudizio che vede la Basilicata, nella sua storia, come una regione totalmente periferica, id est connotata da un atavico ritardo artistico e tagliata fuori dalle rotte dei grandi flussi culturali”.

La mostra resterà aperta fino al 10 Marzo 2019 dalle ore 10:00 alle 13:00 e dalle 16:30 alle 19:30 di tutti i giorni, lunedì escluso,  presso ex Ospedale di S. Rocco – Piazza S. Giovanni – Matera. L'ingresso è libero.

Per ulteriori informazioni è possibile cliccare qui.