Festival "Ludwig 250°", dal 25 ottobre al 29 novembre 2020

Ateneo Musica Basilicata presenta il calendario dei cinque appuntamenti del Festival "Ludwig 250°": il primo concerto del M° Pasquale Iannone, 25 ottobre 2020, darà il via alle celebrazioni del 250° anniversario dalla nascita del grande compositore Ludwig van Beethoven con un programma per pianoforte solo.

Gli eventi si svolgeranno nel pieno rispetto delle norme di sicurezza anti-Covid.

INGRESSO GRATUITO - E' necessaria prenotazione, compilando il form sul nostro sito, chiamando lo 0971 23024 oppure inviando un sms al 349 5005012.


"RIFARE IL CORPO, RIFARE LA VITA. ARTAUD E LA SCENA DELLA FOLLIA", venerdì 16 ottobre 2020 presso il Polo Bibiliotecario di Potenza,

Venerdì 16 ottobre alle ore 16  presso il Polo Bibiliotecario di Potenza, nell’ambito del programma Spazi Narranti,  verrà proposto, con ingresso libero ma contingentato, l’incontro-seminario  RIFARE IL CORPO, RIFARE LA VITA. ARTAUD E LA SCENA DELLA FOLLIA  sulla figura  di Antonin Artaud nella sua seconda traduzione italiana. La prima fu pubblicata nel 1938.

Antonin Artaud  è stato poeta, drammaturgo, attore (anche cinematografico) e regista, (il Teatro Alfred Jarry, il Teatro della Crudeltà). Pensatore visionario e prolifico, la raccolta di tutti i suoi scritti riempie ventisei volumi. Nessuno, forse, fra i teorici della regia teatrale ha avuto un’influenza maggiore della sua sulle avanguardie sceniche dalla seconda metà del Novecento ad oggi.

Il seminario  è a cura di Pasquale De Cristofaro, attore e regista teatrale, vincitore del premio E.T.I. Olimpici del teatro (2004) quale migliore novità del teatro italiano. Regista-collaboratore, scenografo e costumista alla Biennale Teatro di Venezia 2004 con lo spettacolo Eumenidi. Attualmente insegna “Storia del teatro”, presso il Liceo Sabatini Menna di Salerno nell’indirizzo di “Sperimentazione Teatro”. Dirige la collana di teatro contemporaneo “corponovecento”.
La nuova traduzione del libro è a cura di Giuseppe Rocca  regista e autore teatrale e radiofonico, ha tenuto la Cattedra di Storia del Teatro all’Accademia  “Silvio D’amico”. Come sceneggiatore ha vinto due volte il Premio Solinas, Le Manuscript de Vercorin, il Premio Moravia, il Premio Flaiano. Attualmente è docente alla Scuola del Teatro Nazionale di Napoli.

De Cristofaro e  Rocca saranno presenti al’incontro insieme  alla dott.ssa Anna Pilogallo – direttore della Biblioteca Nazionale e del Polo Bibliotecario di Potenza e a Leoanrdo Pietrafesa e Monica Palese curatori di Spazi Narranti, il progetto che vede declinare,  attraverso  i “ luoghi” culturali come la Pinacoteca Provinciale, il Museo Archeologico, il Polo Bibliotecario, il racconto di un quartiere unico nella città di Potenza: il quartiere Santa Maria,  dove  fu ideato nella prima decade del novecento il Progetto Ophelia.

 

Artaud, una visione e un libro. Proclamò che il teatro deve cessare di essere rappresentazione e deve diventare compiutamente azione, proiettandolo oltre la sfera dell’arte. Teatro e vita in lui si incontrano nel concreto lavoro di individui decisi ad opporsi allo svilimento dell’agire umano.

Scrive Giuseppe Rocca, curatore di questa edizione: «In varia misura e legittimità, quasi tutto il teatro di ricerca di questo cinquantennio si è riconosciuto illuminato dal Sole Nero di Artaud. Nel bene e nel male. Spesso, chi ha agito nel nome di Artaud ne conosceva solo qualche massima. E poche parole d’ordine sono bastate, per esempio, per provocare nel DNA teatrale una vera mutazione genetica: l’atto performativo (recitazione o lettura registica di un dramma) è, di fatto, passato da attività di secondo livello (interpretazione del testo) ad azione di primo livello (creazione scenica). […]Una nuova traduzione può servire anche a discutere di questo, a invitare a un consuntivo della fase che la versione Einaudi ha contribuito ad avviare e che oggi siamo maturi per storicizzare. […] Artaud distruttore del testo? Può esserlo uno che lascia ventisei volumi di scritti? Cos’è il rito, tanto sognato da Artaud, se non proprio quella ripetizione e quella fissità da lui tanto negate? È veramente applicabile in teatro quello che Artaud ha scritto sul teatro? Se cinquant’anni di teatro italiano sono stati influenzati da questo libro vuol dire che esso può avere effetti pratici. E vuol dire anche che la prassi ha bisogno di un pensiero che la stimoli, la guidi e la controlli eticamente».

Per info e prenotazioni obbligatorie 342.9458761 (WhatsApp) - info@abitoinscena.com

www.abitoinscena.com

Spazi Narranti è un programma supportato dalla Regione Basilicata, dalla Provincia di Potenza e vede agire in sinergia Abito in Scena come Capofila, Stoà Teatro , Bds Communication e l’associazione di promozione sociale Ze0971.


Presentazione del libro"Manifesto per riabitare l'Italia", sabato 17 ottobre 2020 al MULA+ di Latronico

Sabato 17 ottobre 2020, alle ore 18.30, al MULA+ Museo e Biblioteca di Latronico, si parlerà del libro Manifesto per riabitare l’Italia. Con un dizionario di parole chiave e cinque commenti di Tomaso Montanari, Gabriele Pasqui, Rocco Sciarrone, Nadia Urbinati, Gianfranco Viesti. Un ideale alfabeto per «riabitare l’Italia»: ventotto parole chiave che costituiscono una prima «cassetta degli attrezzi» con l’intento di «contribuire a creare una nuova immagine aggregata dell’intero paese», di dare conto delle tante Italie che compongono l’Italia, per «ricomprenderle tutte, fino ad arrivare a includere gli stessi “margini del centro”».

All’incontro saranno presenti i curatori, Domenico Cersosimo e Domenico Donzelli, con i quali dialogheranno Mariavaleria Mininni e Giuseppe Romaniello dell’Università di Basilicata.

Domenico Cersosimo insegna Economia regionale presso l’Università della Calabria. È autore di diversi contributi sui temi dei sistemi produttivi locali e dell’economia e delle politiche per lo sviluppo del Mezzogiorno.

Carmine Donzelli dirige la casa editrice che ha contribuito a fondare nel 1993. Nel 2012 ha pubblicato una edizione con prefazione, introduzione e commento del Quaderno di Antonio Gramsci su Machiavelli, con il titolo Il moderno Principe.

Mariavaleria Mininni, lavora sulla nozione di paesaggio e dell’abitare contemporaneo. E’ docente di Urbanistica e Paesaggio Unibas. E’ stata coordinatrice della segreteria tecnica del Piano paesaggistico della Regione Puglia e oggi del gruppo di studio Unibas per il piano paesaggistico della regione Basilicata.

Giuseppe Romaniello, laureato in Economia e Commercio e in Sassofono Jazz, è direttore generale dell’Università degli Studi della Basilicata. E’ stato manager amministrativo e finanziario della Fondazione Matera Basilicata 2019, dirigente generale di APOF-IL.

Info e prenotazioni:

http://www.eventbrite.it/e/biglietti-manifesto-per-riabitare-litalia-a-cura-di-d-cersosimo-e-c-donzelli-124805884761


 VI° Giornata Europea de I Parchi Letterari, domenica 25 ottobre 2020

Con il Patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l'Unesco e in collaborazione con la Società Dante Alighieri Vi invitiamo a celebrare insieme la

 VI° Giornata Europea de I Parchi Letterari

domenica 25 ottobre 2020

Cammini e soste nei Parchi Letterari: leggiamo l’ambiente che ci circonda

 - Clicca sul nome dell'autore per aprire la pagina dedicata con luoghi, orari e info visite -

Domenica 25 ottobre, come in tutti gli altri giorni dell’anno, i luoghi di ispirazione dei nostri autori si svelano ai visitatori con tutta la loro carica emotiva.

Viviamo tuttavia un momento delicato come delicati sono i paesaggi che andiamo a rileggere grazie all’impegno delle Comunità che ci ospitano nel pieno rispetto delle normative di sicurezza “Covid 19”.

Mai come oggi il legame tra uomo e ambiente è contenuto nella forza delle parole urlate, sussurrate, scritte, incise e a volte anche cancellate che ci raccontano il paesaggio e la storia proprio di quelle comunità che I Parchi intendono continuare a sostenere.

Ve ne accorgerete percorrendo i sentieri di Nino Chiovini cui verrà inaugurato il Parco Letterario voluto dal Parco Nazionale Val Grande e la Casa della Resistenza di Verbania. Lo capirete sfogliando l’opera grandiosa di Policarpo Petrocchi nel cui Novo Dizionario della Lingua Italiana “trovano ampio spazio parole, espressioni, modi di dire e proverbi della Montagna pistoiese” e di Castello di Cireglio.

Una giornata che nasce per ammirare gli alberi secolari nel Parco Nazionale delle Cinque Terre grazie ai percorso naturalistico letterario nel Parco dedicato a Eugenio Montale, realizzato dal Parco Nazionale con il Reparto Carabinieri Parco Nazionale “Cinque Terre”.

Immersi nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi viaggeremo nei luoghi di francescana e dantesca memoria con le fate, gli orchi, le principesse, i soldati e i santi del Casentino di Emma Perodi per impossessarci delle sensazioni e dei paesaggi resi ancora più speciali da Le Novelle della Nonna.

A Recanati saliremo sul Monte Tabor con Giacomo Leopardi per ammirare i Monti Sibillini oltre la siepe di ligustro mentre scopriremo con Virgilio le campagne mantovane di Borgo Virgilio lungo il Parco del Mincio  nei luoghi di Georgiche e Bucoliche senza dimenticare il ruolo di guida nell’Universo dantesco che il sommo poeta latino ricopre da più di 700 anni; il secondo Elicona che Francesco Petrarca aveva allestito “per te e per le Muse sui Colli Euganei” ci svelerà  l’opera di tanti scrittori e poeti che in questi luoghi hanno sostato nei secoli nel corso dei loro pellegrinaggi spirituali e letterari.

Per la prima volta andremo in bicicletta con Grazia Deledda lungo le suggestive stradine di Galtellì e sosteremo nei luoghi del narrato di Canne al vento, mentre Giuseppe Dessì ci mostrerà “La maestà dei monti e la solennità degli alberi” nel Parco Geominerario Storico e Ambientale della Sardegna.

Ripercorreremo gli angoli magici, i luoghi dell’ispirazione raccontati a viva voce dai grandi esponenti della letteratura italiana del ‘900 ospitati nel Giardino di Ninfa da Marguerite Chapin Caetani  e ascolteremo l’opera pucciniana nel Parco di Monza grazie alla lungimiranza della Regina Margherita. Due mecenati d’eccezione che hanno aperto alle arti le loro meravigliose dimore.

Una sosta lunga e importante la faremo in Basilicata con  Federico II  nel castello di Melfi, con Isabella Morra all’ombra del castello di Valsinni e con Albino Pierro nei vicoli della Rabatana di Tursi. Il castello di Brienza e le strade di Montalbano Jonico affacciate sulla Riserva dei Calanchi ci ricorderanno due protagonisti della rivoluzione napoletana del 1799: Francesco Mario Pagano Francesco Lomonaco. Ad Aliano ricorderemo il triplice anniversario che lega il borgo a Carlo Levi: gli 85 anni dal confino; i 75 anni del Cristo si è fermato a Eboli e i 45 anni dalla morte dell’intellettuale piemontese sepolto nel piccolo cimitero del paese.

Le parole profetiche di Pier Paolo Pasolini sono ben presenti nell’opera quotidiana dei volontari dell’Oasi CHM Lipu di Ostia e insieme a Gabriele d’Annunzio, Richard Keppel Craven, Maurits Cornelis Escher, Eward Lear ed Estella Canziani scopriremo le Gole del Sagittario e l’opera dell’Oasi Wwf di Anversa degli Abruzzi.

La Sicilia sarà rappresentata da Caltanissetta con Pier Maria Rosso di San Secondo per cui  “L’uomo è legato alla sua terra assai più indistruttibilmente delle piante, benché possa muoversi, andare, venire.

Una giornata che parte dai luoghi di detenzione di Ernst Bernhard da Campo di internamento a oggi riserve naturali del Crati a Tarsia per volare nei Parchi Letterari Norvegesi dedicati a Johan Peter Falkberget e Pietro Querini.

Come ogni anno I Parchi Letterari stringono legami in tutta Europa per iniziare percorsi comuni. Dopo l’Albania di Dritëro Agolli, le sacre sponde di Zacinto cantate da Ugo Foscolo e Dionysios Solomos e la cittadina di Illier Combray cara a Marcel Proust è quest’anno la verde e storica Regione belga della Vallonia ad accompagnarci nel nostro lungo viaggio.

La giornata è ideata  in linea con il protocollo tra Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari dei Carabinieri (C.U.F.A.) e  I Parchi Letterari. La consapevolezza da parte di una Comunità del proprio patrimonio materiale e immateriale, della storia, delle tradizioni e delle peculiarità della filiera agroalimentare, è fondamentale nel lavoro di tutela e salvaguardia dell'ambiente. La difesa sociale più avanzata è quella culturale, strumento di sopravvivenza non solo per gli endemismi ma anche per le identità locali.

 Vi aspettiamo!

Stanislao de Marsanich (Presidente I Parchi Letterari)

Mantieniti informato sulla nostra pagina facebook

Guarda le pagine dedicate agli eventi

Non tutti i Parchi Letterari sono riusciti ad organizzare una manifestazione . Resatano tuttavia a Vostra diosposizione e aperti tutti i giorni: Vedi dove sono I Parchi Letterari 


Appuntamento con le stelle al Planetario Osservatorio Astronomico di Anzi | Ottobre 2020

Appuntamento con le stelle al Planetario Osservatorio Astronomico di Anzi. Ecco il calendario con il programma di OTTOBRE 2020:

  • Sabato 3 Ottobre 2020 ore 20:30 “La Luna e le missioni Lunari” con osservazione al telescopio della Luna.
  • Domenica 4 Ottobre 2020 ore 19:30 “il cielo di Ottobre” con osservazione al telescopio della volta celeste.
  • Sabato 10 Ottobre 2020 ore 20:30 “Saturno, il Signore degli Anelli” con osservazione al telescopio di Saturno.
  • Domenica 11 Ottobre 2020 ore 19:30 “Giove, il nostro fratello maggiore” con osservazione al telescopio di Giove.
  • Sabato 17 Ottobre 2020 ore 20:30 “Marte, il Pianeta rosso” con osservazione al telescopio di Marte.
  • Domenica 18 Ottobre 2020 ore 19:30 “Saturno, il Signore degli Anelli ” con osservazione al telescopio di Saturno.
  • Sabato 24 Ottobre 2020 ore 20:30 “il cielo di Ottobre” con osservazione al telescopio della volta celeste.
  • Domenica 25 Ottobre 2020 ore 19:30 “Saturno, il Signore degli Anelli” con osservazione al telescopio di Saturno.
  • Sabato 31 Ottobre 2020 ore 20:30 “La Luna e le missioni Lunari” con osservazione al telescopio della Luna.
  • Domenica 1 Novembre ore 19:30 “Il cielo di Novembre” con osservazione al telescopio della Luna.
  • Lunedì 2 Novembre ore 19:30 “Marte, il Pianeta rosso”con osservazione al telescopio di Marte.

Il Planetario Osservatorio Astronomico è disponibile solo su prenotazione.

Per INFO e prenotazioni:

cell / Whats app 3406355395 / 3404694909 /3333735449

oppure via Mail a planetarioanzi@gmail.com


Ludwig 250°, Omaggio a L. van Beethoven | 25 settembre 2020 a Venosa

"Ludwig 250°, Omaggio a L. van Beethoven ", organizzato da Ateneo Musica di Basilicata e dal Comune di Venosa, il concerto si terrà  il25 settembre 2020 alle 20.00 presso l'Auditorium San Domenico di Venosa.


Giornate Europee del patrimonio 2020 | 26 e 27 settembre

Patrimonio e Istruzione, imparare per la vita è lo slogan scelto dal Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo per le Giornate Europee del patrimonio 2020.

La Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio della Basilicata partecipa attraverso aperture straordinarie con visite guidate a monumenti ed aree archeologiche della durata di 4 ore ed aperture di luoghi della cultura il 26 e 27 settembre. Evento serale di 3 ore dalle 20 alle 23 il 26 settembre”.

Diversi gli appuntamenti, presenti sul portale del MiBACT al link:  https://www.beniculturali.it/evento/gep2020_eventidiurni , all'insegna di questo importante valore.

 

Programma della Soprintendenza A.B.A.P. della Basilicata

Potenza. Funzionario referente  Barbara Improta: barbara.improta@beniculturali.it

  • Potenza, Museo Diocesano. Visita guidata all’esposizione “Il Tesoro di Valadier e la statua di san Gerardo di Abriola. Il patrimonio ecclesiastico tra conoscenza, tutela e devozione”,

 26/09/2020 dalle ore 16:00 – 20:00

 27/09/2020 dalle ore 16:00 – 20:00

 

 

Grumento Nova. Funzionario referente  Francesco Tarlano: francesco.tarlano@beniculturali.it

Grumento Nova, Area archeologica. Visite guidate,

  • 25/09/2020 dalle 16 – 18 alla scoperta dei Palmenti fra le rovine della città romana con narrazione della storia della vite e del vino in Alta Val d'Agri
  • 26/09/2020 dalle ore 09:00 – 13:00;

 

Viggiano  Hotel dell'Arpa Presentazione del volume Grumentinae vites et vina. Biodiversità viticola, cultura e storia nell'Alta Val d'Agri  a cura di S. Del Lungo

  • 25/09/2020 alle ore 18,30

 

Venosa. Funzionario referente  Michele D’Auria: michelevincenzo.dauria@beniculturali.it

  • Visita dell’abbazia della Santissima Trinità e dell’annesso Museo del Territorio,

del 26/09/2020 dalle ore 09:00 – 13:00

  • Visita dell’abbazia della Santissima Trinità e dell’annesso Museo del Territorio,

27/09/2020 dalle ore 09:00 – 13:00:

 

Maratea. Funzionario referente  Giuseppe Iannarella: giuseppe.iannarella@beniculturali.it

 

  • Rivello, Convento di Sant’Antonio, apertura antimeridiana 26/09/2020 dalle ore 09:00 – 13:00:
  • Rivello, Convento di Sant’Antonio, apertura serale 26/09/2020 dalle ore 20:00 – 23:00:

 

  • Maratea, Convento dei Cappuccini, apertura antimeridiana del 26/09/2020 dalle ore 09:00 – 13:00:

 

Matera. Funzionario referente  Lucia Alba Barbalinardo: luciaalba.barbalinardo@beniculturali.it

 

  • Matera, Palazzo Lanfranchi. “Le attività sul territorio. Il restauro e la ricerca storico-artistica. Le sculture del Colombo” Visita guidata all’esposizione delle sculture recentemente restaurate,

apertura antimeridiana  del 26/09/2020 dalle ore 9:00 alle 13:00

  • Matera, Palazzo Lanfranchi. “Le attività sul territorio. Il restauro e la ricerca storico-artistica. Le sculture del Colombo” Visita guidata all’esposizione delle sculture recentemente restaurate,

apertura antimeridiana del 27/09/2020 dalle ore 9:00 alle 13:00:

 

Metaponto. Funzionario referente Vincenzo Arcuti: vincenzo.arcuti@beniculturali.it

  • Visita al cantiere di restauro del Parco Archeologico,

apertura antimeridiana del 27/09/2020 dalle ore 9:00 alle 13:00:


“Passaggi nel tempo - Omaggio a Ennio Morricone” con Calibro 35 featuring Roy Paci e Diodato | 25 settembre 2020 a Matera

Materadio, la festa di Radio3 dalla città dei Sassi, torna per il decimo anno a Matera con una Special edition realizzata da Fondazione Matera Basilicata 2019 e Rai Radio3 con l’intento di rilanciare, anche in questo 2020 flagellato dalla pandemia, il legame fra questo territorio, la radio e la grande musica.

L’arena della Cava del Sole tornerà a risuonare attraverso il concerto “Passaggi nel tempo - Omaggio a Ennio Morricone”, Ven 25 Settembre 2020 alle h 21.30, con protagonista la band dei Calibro 35 e due ospiti speciali come Roy Paci e Diodato. Presentato da Valerio Corzani e trasmesso in diretta da Radio 3 e in streaming sui canali web di Matera 2019, il concerto sarà interamente dedicato alle composizioni del grande maestro scomparso il 6 Luglio scorso. “Passaggi nel tempo” è infatti il titolo di un brano di Ennio Morricone tratto dalla colonna sonora del film western “Il grande silenzio” di Sergio Corbucci poi riutilizzato per il film thriller di Jordan Leondopulos “The Swap” con Robert De Niro.

Per info:

https://www.materaevents.it/events/view/musica/5100/passaggi_nel_tempo_-_omaggio_a_ennio_morricone_con_calibro_35_featuring_roy_paci_e_diodato


La mostra "Sassi, Nuvole e Lupi" al Matera Film Festival | Dal 24 settembre al 1 novembre 2020 a Matera

Sarà inaugurata il 24 settembre a Matera la mostra SASSI, NUVOLE E LUPI, organizzata da APT Basilicata e dal Matera Film festival (24-26 settembre 2020) e promossa da Lucca Changes (Lucca Comics & Games) in collaborazione con la Sergio Bonelli Editore.
L’evento è dedicato alla città dei Sassi, al fumetto Dampyr, sceneggiato da Giorgio Giusfredi e disegnato da Alessio Fortunato, e all’arte di Giuseppe Palumbo.

Nel dettaglio la mostra si dividerà in due spazi. Nello spazio principale saranno esposte in anteprima alcune tavole de “Il licantropo di Matera” di Alessio Fortunato e alcune tavole bonelliane di Giuseppe Palumbo ambientate a Matera.
Nel secondo spazio invece saranno esposte le tavole del libro PASOLINI 1964 – Oltre Matera e il Mediterraneo” di Maurizio Camerini, Alessandro Manna e Giuseppe Palumbo.

La mostra fa parte della programmazione ufficiale di Lucca Changes l’edizione 2020 di Lucca Comics & Games (il festival più importante in Europa dedicato al fumetto, al gioco, al videogioco, alla narrativa fantasy, e alle serie TV) e si inserisce all’interno dell’offerta proposta dai Campfire, di cui la città di Matera fa parte. I campfire non sono altro che avamposti sparsi su tutta la penisola, coordinati dallo staff centrale del festival, con il duplice obiettivo di raggiungere i fan appassionati di fumetti e giochi che quest’anno non potranno raggiungere Lucca e coinvolgerli in attività pensate esclusivamente per loro stringendo i rapporti con le realtà locali che sono per loro un riferimento durante tutto l’anno. L’offerta culturale si arricchisce in questo caso proprio grazie alla collaborazione con un editore partner come la Sergio Bonelli Editore.

Grazie alla partnership stretta con APT Basilicata e il Matera Film Festival sarà possibile partecipare fisicamente all’evento, ai talk e agli incontri.

Una collaborazione unica quella tra la città di Lucca e di Matera, entrambe conosciute per il loro patrimonio artistico e culturale, che sottolinea l’importanza di fare rete per valorizzare opere d’arte e artisti del nostro Paese.

 

Di seguito il programma dettaglio dell’evento:

24 settembre – 1° novembre                
Exhibition Matera SASSI, NUVOLE E LUPI              
“Due artisti Bonelli a Matera - Palumbo e Fortunato”
Spazio Basilicata Openspace (P.zza Vittorio Veneto, Matera)

24 Settembre, ore 11.00       
Inaugurazione mostra SASSI, NUVOLE E LUPI apertura del Matera Film Festival
Intervengono direttore APT, disegnatore Dampyr
Creative Director MFF, Produttore e Presidente onorario MFF.

26 Settembre, ore 18.00

Talk dal vivo con gli ospiti Alessio Fortunato, Giuseppe Palumbo, in collegamento streaming da Lucca Giorgio Giusfredi, sceneggiatore e co-curatore editoriale Dampyr e Emanuele Vietina, direttore di Lucca Comics & Games.

Diretta Streaming disponibile dal canale  Youtube di Lucca Comics & Games


Giornate Europee del Patrimonio 2020| Archivi e Archeologia, 26 settembre a Potenza

GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO 2020, ARCHIVI E ARCHEOLOGIA (Potenza, Museo archeologico provinciale, via Lazio n. 18)

Nell’ambito della programmazione degli eventi delle Giornate Europee del Patrimonio, (26 settembre 2020),  il Museo archeologico provinciale “M. Lacava” di Potenza offre il suo contributo alla realizzazione di “Archivi e Archeologia”, evento organizzato con la Soprintendenza ai Beni Archivistici e Bibliografici della Basilicata.

Il Museo mette a disposizione i documenti del proprio archivio per costruire un percorso visitabile che porrà in evidenza lo stretto legame tra fonti archivistiche e indagine archeologica, consentendo la ricostruzione della storia, spesso travagliata, delle collezioni e degli uomini che hanno strenuamente difeso la centralità e l’autonomia dell’istituzione museale considerandola degna di accogliere e promuovere testimonianze che rappresentano la storia del nostro territorio.

Nel corso della visita, tramite l’ausilio dei preziosi documenti dell’Archivio storico del Museo provinciale e alcuni reperti archeologici sarà messa in luce l’importanza delle fonti archivistiche per la storia della ricerca archeologica e, di conseguenza, per una corretta politica di tutela e valorizzazione dei beni archeologici stessi.

Le visite avranno luogo per gruppi non superiori a 15 persone nei seguenti orari: 9.30; 10.30; 11.30.

Le prenotazioni, obbligatorie, devono essere comunicate telefonicamente entro il 24 settembre 2020 al Museo (0971.444833) o alla Soprintendenza archivistica e bibliografica della Basilicata (tel. 0971.24868).