MONI OVADIA&GIOVANNI SENECA in Rotte Mediterranee – F. A. ME. Festival Appenninno Mediterraneo

fame locandina 29 novembre aliano

DATA

29 Novembre 2022

ORA

19:00

LUOGO

Comune di Aliano
Vico Garibaldi, 75010 Aliano MT
Aliano

Descrizione evento

Nuovo appuntamento con F. A. ME., Festival Multidisciplinare a prevalenza musicale, ideato, organizzato e promosso dalla Fondazione Appennino ETS è riconosciuto e sostenuto da quest’anno e fino al 2024 dal Ministero della Cultura FUS., il 29 Novembre ad Aliano ore 19.00 con MONI OVADIA&GIOVANNI SENECA in Rotte Mediterranee.

ALIANO – SALA DEI CALANCHI ORE 19 A 120 ANNI DALLA NASCITA DI CARLO LEVI

MONI OVADIA&GIOVANNI SENECA in  ROTTE MEDITERRANEE RACCONTI, MUSICHE E CANZONI
Testi: Pedrag Matvejevic,Ivo Andric, Paolo Rumiz, Moni Ovadia

Moni Ovadia voce

Giovanni Seneca chitarre, composizioni e arrangiamenti

Anissa Gouizi voce – Gabriele Pesaresi contrabbasso – Francesco Savoretti percussioni mediterranee

Rotte mediterranee è un recital basato sull’intreccio di racconti e canzoni popolari dell’area mediterranea e composizioni originali di Giovanni Seneca. Il Mare torna a essere un ponte tra le sue sponde, a collegare mondi un tempo strettamente legati e che continuano a mantenersi in contatto, grazie a quanti credono alla cultura come strumento di comunicazione per il dialogo tra i popoli. Il mediterraneo non è solo un luogo geografico, è un’atmosfera, un paesaggio. E’, tra i punti cardinali, quello che vive nel presente: non è la proiezione smisurata della conquista dell’ovest, né il rigore nordico dell’etica del lavoro, non è l’origine che appartiene all’oriente, ma è l’esperienza della complessità, la ricchezza delle differenze. Una dimensione della conoscenza non ossessionata dalla crescente velocità. Azzurro ma non sempre grigio sotto le nuvole, nero nell’oscurità, dorato o roseo e perfino rosso sotto il sole, bianco o plumbeo, verde, trasparente, torbido: il mare si colora di una gamma smisurata di sfumature che rimbalzano nei suoni delle voci, dei luoghi, delle musiche. I canti presentano elementi nelle lingue locali: bulgaro, serbo, greco, ladino, turco e vari dialetti italiani. Si tratta dunque di un repertorio plurilingue, in cui talora una stessa melodia accompagna testi in lingue diverse, talora una stessa canzone si compone di strofe in varie parlate. Musiche e canti ispirati alle diverse culture del mediterraneo e al dialogo tra i popoli; partendo dall’Italia si parte per un viaggio che tocca Spagna, Nord Africa, Grecia e arriva fino ai Balcani. Come ad aprire finestre sul mediterraneo Moni Ovadia&Giovanni Seneca assieme alla cantante italo-algerina Anissa Gouizi, al contrabasso e alle percussioni fondono musica, canto e parole in una originale forma di concerto teatrale.

Dettagli

Gratuito: si
A pagamento: –

Info

Promosso da: Fondazione Appennino
Indirizzo: Vico Cieco Piazza 2 – Corso Leonardo Sinisgalli – Montemurro
Tel:
Email: info@appenninofondazione.it
Sitoweb: www.appenninofondazione.it

I prossimi eventi nella stessa categoria:

1 2