Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

30 Marzo 2018

È la più antica Via Crucis della regione. La processione dei Misteri si sposa con il simbolismo proveniente da reminiscenze albanesi. Suddivisi in 25 gruppi, 117 figuranti – tutti scelti tra la gente del posto – fanno rivivere la Passio Cristi. Tra loro si distinguono i protagonisti degli episodi salienti della Via Crucis – dopo Gesù, ecco arrivare i sacerdoti, le pie donne, i farisei, la Madonna, gli Apostoli – e personaggi particolari e alieni alla nostra cultura religiosa: sono la Zingara accanto alla Zingarella e il Moro insieme al Moretto a rappresentare l’insidia, l’ignoto.  Precedono il corteo religioso tre centurioni a cavallo che suonano una tromba – opera degli artigiani locali come altri accessori e costumi indossati dai personaggi – e tre bambine vestite di bianco. Seguono le Tre Marie, una ragazza in abito nero che porta uno stendardo recante i segni della Passione di Cristo e trentatré fanciulle con una veste viola che ricordano gli anni di Gesù al momento della morte.

Associazione Via Crucis Barile

MOB. +39 338 7423442

www.europassioneitalia.com

viacrucisbarile@libero.it