Sorry, this entry is only available in Italian.

Fucina Madre. La mostra "Basilicata materia per i sensi" a Palermo

Un progetto di APT Basilicata in collaborazione con I-design Palermo e Venice Design Week.

Palermo, 29 ottobre-7 novembre – Ex Convento della Magione, via Teatro Garibaldi 27

Dopo Venezia, la mostra Basilicata Materia per i sensi è approdata a Palermo. Dal 29 ottobre al 7 novembre 2021, infatti, è protagonista dello spazio espositivo dell’Ex Convento della Magione, uno dei più antichi complessi monumentali della Città siciliana. La mostra presenta oggetti “sensibili” tratti dalla produzione di alcuni dei protagonisti di Fucina Madre, una selezione di 13 progetti di artigiani e designer lucani scelti dalle curatrici di Venice Design Week e I-Design.

«L’opera dei nostri artigiani e designer, che si concretizza nella produzione di oggetti che raccontano di ciascuno di loro ma anche dei luoghi che abitano e animano ogni giorno – ha dichiarato il Direttore generale di APT Basilicata Antonio Nicoletti nel corso della conferenza stampa di presentazione che si è tenuta a Palermo giovedì 28 ottobre – rappresenta un importante veicolo di promozione territoriale per la Basilicata, una regione che continua ad investire e a credere nella necessità di mettere al centro del proprio progetto di sviluppo la creatività, la cultura e il paesaggio».

La mostra Basilicata Materia per i sensi si colloca nel contesto di I-Design, la manifestazione curata da Daniela Brignone, giunta alla IX edizione, che presenta un ricco programma di esposizioni ed eventi di respiro nazionale, con il contributo del Ministero della Cultura e il patrocinio della Regione Siciliana.

Gli appuntamenti di Palermo: la mostra rimarrà aperta dal 29 ottobre al 7 novembre, all’Ex Convento della Magione (orari di apertura: mar, mer, dom 9,30-13,30/giov-sab 9,30-18,00); sabato 30 si è tenuta la visita guidata alla mostra a cura di Palmarosa Fuccella, ideatrice del progetto e curatrice di Fucina Madre.

In mostra

Luca Colacicco [Collezione Matera 2019: Sgabelli e sedute in legno]

Arcangelo Gabriele D’Alessandro [Caciocavallo desk lamp]

Biagio Lamberti [Arid e Rain, lampade in argilla dei Calanchi]

Milena L’Annunziata [Sculture da indossare]

Claudia Pentasuglia [Ceramica sgarbata: piatti]

Giustina Piglia [Bottiglie in maiolica]

Maria Teresa Quinto [Memé, lampade a vapore]

Bernadette Scalcione [Magia di acero minore: borsa; taccuini “casette”]

Tommaso Schiuma [Crocchio pinza in legno, Matrix timbro pane, Ciocco salvadanaio]

Damiana Spoto [Pochette Bosco incantato blu e Cuscino aromaterapico]

Giusi Villano [Lampade in cartapesta aromatica]

Manuela Telesca [Collezione Trame]

Antonella Torre [Collezione Aragonese]