Sorry, this entry is only available in Italian.

Nella parte orientale dell’abitato di Rivello va menzionato il convento di Sant’Antonio, edificato nel Cinquecento, custode di un bel coro seicentesco splendidamente intagliato e numerose tele del XVI-XVIII secolo. Nel chiostro del convento è possibile ammirare alcuni frammenti delle originarie pitture che riprendono scene del Vecchio e Nuovo Testamento realizzate dagli artisti di Abriola Girolamo e Giovanni Todisco. Di quest’ultimo è anche la splendida “Ultima cena” (1559) che decora il refettorio. Il convento ospita anche la mostra permanente “Greci ed indigeni tra Noce e Lao” che presenta interessanti reperti archeologici rinvenuti nel territorio.