La luna e i calanchi, del 21 all’agosto al 25 agosto 2019 ad Aliano

Dal pomeriggio del 21 all’agosto all’alba del 25 agosto ad Aliano, nella montagna materana, c’è l’ottava edizione di La luna e i calanchi, la festa della paesologia ideata e guidata da Franco Arminio.

Questa edizione rinforza ulteriormente i caratteri molto singolari di questa festa, a cominciare dal luogo. Aliano è un paese del Sud italiano, ma il suo paesaggio ha un sapore di terre lontane. Sono luoghi in cui si sente un’intensità che fa pensare al sacro.

La forza della festa viene proprio dal suo fiorire nel paesaggio, non è una cosa costruita altrove e poggiata nel paese.

Quest’anno, a parte le esibizioni canore e poetiche e i ragionamenti sull’Italia interna, ci sarà moltissimo spazio a performance, singole e di gruppo, che partono dalle specificità del luogo. Tra gli altri ci sarà anche una laboratorio sui canti tenuto da Ambrogio Sparagna.

Chi viene ad Aliano, prima che un artista è un azionista della letizia. Si partecipa a un’esperienza in cui il tutto è superiore alla somma delle parti. Anzi, ad Aliano i singoli eventi sono come denti nella mascella di un cavallo. La festa in realtà è un unico grande evento che dura 90 ore e a cui partecipano le persone del posto, le persone invitate, quest’anno sono oltre trecento, e le persone che vengono a loro spese a vedere e a sentire la festa: anche quest’anno attendiamo oltre 15.000 visitatori.

In una festa del genere i nomi non sono la cosa più importante, ma se proprio bisogna segnalare qualcosa non si può non evidenziare il concerto all’alba di Antonella Ruggiero, il dialogo musicale e poetico tra Franco Arminio e Brunori Sas, il concerto dell’Officina Zoè, le riflessioni sulla letteratura di Donatella Di Pietrantonio e di Filippo La Porta.

Come negli altri anni, daremo molto spazio ad azioni non previste nel programma, convinti che tra le persone “sconosciute” spesso ci sono grandi talenti che aspettano di essere intravisti.

L’attenzione alle arti non di fa certo trascurare la politica, consapevoli che la festa si svolgerà in un momento molto delicato per il futuro della nostra Italia. Ci saranno vari momenti di riflessione sul Sud e sulle terre marginali, che non sono solo al Sud: tra gli altri sarà presente il Presidente della Regione Basilicata.

L’idea è di arrivare alla definizione di un Manifesto di Aliano per un nuovo umanesimo delle montagne. La festa della paesologia vuole produrre visioni oltre che letizia. Ed è su questo intreccio di passioni intime e passioni civili che possiamo costruire un futuro per il Sud e per i paesi dell’Italia interna.

Scarica il programma in pdf->La-luna-e-i-calanchi-2019

LA LUNA E I CALANCHI 2019, L’unico paradiso possibile è la gioia

Aliano, Lucania interiore, 21-25 agosto

_____
21 agosto 

Esci, cammina.
Ricordati che prima di morire
puoi fare cose impossibili, impensate.
Sono tornati i miracoli.

…………………

Pomeriggio ore 16.00

Suoni e canti d’avvio per le vie del paese

ore 17.30

Auditorium dei calanchi
Perché abbiamo bisogno di maestri

Filippo La Porta

ore 19.00

Auditorium dei calanchi
Saluti e riflessioni d’apertura

Franco Arminio e Luigi De Lorenzo

e altri rappresentanti istituzionali

…………………

Sera ore 21.30

Piazza Panevino
Petrolio

Ulderico Pesce

ore 23.00

Piazza Panevino

Musiche a Sud
Ragnatela Folk Band

………………….

Notte ore 0.30

Piazza Panevino
Alessandra Rombolà e Ingar Zach,
Musiche lontane

ore 1.30

Piazza Panevino
Spazio Bianco

Musiche e storie impreviste

ore 2.30

Piazza Panevino
Trio Ristoccia, Matteo Goglio, Non Giovanni

ore 3.30

Anfiteatro dei calanchi
I calanchi e altri luoghi

Franco Arminio

ore 04.00

Letture per la luna

Antonio Petrocelli

ore 5.00
Canti per l’alba

Antonella Ruggiero

 

22 agosto

Ma non avranno vinto,
fino a quando uno solo farà resistenza,

fino a quando sogneremo
la comunità della bellezza
e dell’innocenza

……………….

Mattina ore 10.30

Casa Rocco Scotellaro
Corso breve di filosofia

Roberto Mancini

ore 11.30

Auditorium dei calanchi

Un futuro ci vuole

Introduce Luigi De Lorenzo,

Sindaco di Aliano

Domenico Ciruzzi e Franco Arminio

dialogano con Vito Bardi,

Presidente della Regione Basilicata

 

Pomeriggio ore 16.00

La passeggiata nei calanchi
con Brunori Sas, Lara Chiellino, Grazia Di Michele, Amalia Franco, Michel Godard, Donatello Pisanello, Alessandra Rombolà, Ambrogio Sparagna, Tessuto Corporeo, Ingar Zach

Sera ore 21.30

Auditorium dei calanchi
Apollonia
di e con Grazia Di Michele

ore 23.00

Anfiteatro dei calanchi
La quarta volta che ci proviamo
Brunori Sas e Franco Arminio

………………..

Notte

Piazza Panevino

Musiche a Sud

ore 1.00
Maria Mazzotta e Bruno Galeone

ore 2.00

Newpoli

ore 3.00

Piazza Panevino

La manutenzione della solitudine

Giuseppe Semeraro e Leone Marco Bartolo

ore 4.00

Chidderìa, Pier&Guignol, Pietro Verna

ore 4.30

Spazio Bianco
Musiche e storie impreviste

 

Alba necessaria

23 agosto 

Se nulla è sicuro
e nulla sembra vero
restiamo vicini,
strofiniamo il buio
per farne luce.

………………

Mattina ore 10.30

Casa Scotellaro
Corso breve di filosofia

Roberto Mancini

ore 11.30

Auditorium dei calanchi
Parlamenti sull’anoressia demografica

con Filippo Tantillo,  Franco Arminio

intervengono

Antonio Bernardo, Vittorio Restaino

e rappresentanti politici comunali e regionali

……………………

Pomeriggio ore 15.00

Auditorium dei calanchi
Tornate a Sud
Parlamenti comunitari

ore 18.00

Auditorium dei calanchi
Tumori e timori

Una riflessione a più voci

sulla malattia del nostro tempo

ore 19.30

Terrazza Levi
Burning land

Azul Teatro

………………..

Sera ore 21.3o

Auditorium dei calanchi
Vado verso dove vengo

Storie di partenze e ritorni

nell’Italia dei margini

Proiezione del documentario 

ore 23.00

Piazza Panevino

Voglio cantare

e se non canto moro

Ambrogio Sparagna

e Anna Rita Colaianni

concerto corale

………………….

Notte ore 0.30

Piazza Panevino
Letture poetiche
Paolo Maria Cristalli

ore 1,00

Piazza Panevino
Sconcerto e Reading
Franco Arminio con Livio e Manfredi
e ospiti di passaggio

ore 2.30

Terrazza Levi

Aneddoti inattendibili

sull’allunaggio

di Andrea Cosentino

con Andrea Cosentino, Raffaele

Natale e Serena Gatti

ore 4.00

Piazza Panevino 
Spazio Bianco

Musiche e storie impreviste

Alba facoltativa 

 

24 agosto

Ci vuole un luogo,
cioè un pezzo di mondo

con un Dio dentro.

…………………

Mattina ore 10.00

Passeggiata ad Alianello

………………….

Pomeriggio 0re 15.00

Auditorium dei calanchi
Controra degli accidiosi

ore 17.30

Casa Scotellaro
Incontro

con Donatella Di Pietrantonio

ore 18.30

Casa Scotellaro
Letture poetiche

Cheikh Tidiane Gaye, Andrea Melis

ore 19.30

Piazza Panevino

Lampedusa Beach

Nadia Kibout

…………………..

Sera ore 21.30

Auditorium dei calanchi 
Amaranto 
Proiezione del documentario di

Emanuela Moroni e Manuela Cannone

 

ore 22.30

Auditorium dei calanchi

Pane

Rione junno con Raffaele Niro

…………………..

Notte

Piazza Garibaldi

Musiche a Sud

ore 23.30

Officina Zoé

ore 1.00

Ars Nova 

ore 2.00

Singing with Soul

Alma Nera e Rosanna D’Atri 

 

Piazza Panevino 

ore 2.30

Il vangelo laico

di Fabrizio De André

Guido Maria Grillo 

ore 3.00

Mediterranean Live

Mirko Gisonte

ore 4.00

Poeti a notte fonda

 

25 agosto

……………….

Alba ore 5.00

Calanchi
Alba necessaria

 

ore7.30

Auditorium dei calanchi
Come rimaniamo
Parlamenti sulla paesologia che viene

 

LABORATORI

È ora che ognuno
stenda il suo sogno
sulla tavola del mondo:
I sogni non prendono spazio
ma lo danno.

 

Voglio cantare

 e se non canto moro

a cura di Ambrogio Sparagna

e Anna Rita Colaianni

 

Cinemadolescente

a cura di Francesca Catarci

e Rossana Coltellacci

Prima Natura:

Teatro e Natura

a cura di Roberto Corradino e Vincenza Di Schiena

Laboratorio di pizzica

a cura di Cristina Cosentino

Cartapazza

a cura di Elena Marsico

Questo nostro corpo

a cura di Giulia Gatti

 

Drum Circle

a cura di Cesare Pastanella

 

AZIONI VISIVE 

Dove siete voi
nessuno si può permettere

di trascurare la gioia.

Quadritos, Brunella Tegas

Abitare l’abbandono, Collettivo Lesanam –
Alessandra Marolla, Anita Tiberino

La Casina delle Storie, Alessandra Cussini

Aliano dixit, Bernardo Sella e Franco Fortunato

La valigia delle piccole cose, Alessandra Di Consoli

Sud: La Lucania nel cuore, Valentina Cirillo

Le Photograhahahph,  Alessandro Parente

Proiezioni, Andreas Zampella e Luca Mauceri

Window Zone,  Emanuele Resce

Più cuore, please, Mariagrazia Tata

Luna, Pietro Micucci

Come in cielo così in terra, Aischa Gianna Muller

Tempi lenti, Camillo D’Angelo

La Casa del tempo, Andrea Chinappi

Il Sacro in Lucania, Mario e Bruno Liccese e il Collettivo Scatto Lucano (Bernardi, Bernardo, Bozza, Colamaria, Demma, Giordano, La Centra, Latronico, Persia, Pistoia, Scattino, Tafuno)

Exploding Landscape, Elisa Longo 

 

POETI, PROSATORI, MUSICISTI, AZIONISTI DELLA LETIZIA

Essere generosi come le piante,
sentirsi in pericolo
come si sente l’animale, 

portare nel mondo il chiarore 
che portano gli uccelli.

 

Donatello Pisanello

Amalia Franco
Daniele Paragano
Chorobodó – C’ho robodó
Caterina Mocciola
Fiora Blasi

Raffele Natale e Serena Gatti

Stefano Lunedei
Collettivo di improvvisazione musicale NED
Trio Ristoccia
Rossella Renzi e Antonio Avenoso
Chiara Sergio
Flora Blasi
Stefano Lunedei
Lara Chiellino
Ivan Fantini
Paolo Vachino
Daniela Ippolito e Eva Immediato
Caterina Pontrandolfo
Voci confinanti
Pierluigi Virelli
Aisha Gian Muller
Edoardo Tresoldi
Antonio Oriente
Poeti dialettali
Sara della Giovampaola
Gigio Borriello
Marino Pagano e Edoardo Spagnuolo
Filomena Di Rubbo
Voci confinanti
Adele Caputo
Giuseppe Miccoli
Anita Piscazzi
Piero Pacione
Vanni Saponaro
Gianluca Del Prete
Gaia Casanova
Fabio Di Rosa
Marco Cappellano
Voci confinanti
Andrea Di Consoli
Alessandro Cannavale
Sara della Giovampaola
Vanni Saponaro
Anita Piscazzi
Gianluca Del Prete
Canio Lo Guercio
Andrea Cosentino
Gaia Casanova
Fabio Di Rosa
Benedetta Ricci
Giuseppe Conoci
Daniel Cundari
Marcella Rizzo
Moreno Miorelli
Vincenza Pastore
Gianfranco Pannone
Sonia Totaro
Anna Palumbo
Isaia Sales
Giuseppe Savino
Roberta Pastore
Mirella Caldarone
Graziella Di Grazia
Margaret Berg
Valerio Calabrese
Angelo Ferracuti
Adelemo Ruggieri
Alma Cati
Vincenzo Mastropirro
Berta Filacchione
Alessandra Marolla
Marta Pisana
Giuseppe Miccoli

 

AZIONI PAESOLOGICHE 

Quel vecchio
che ha legato con lo spago
la sua piantina
per difenderla dal vento maligno
del vicolo.
Più avanti, in fondo al vicolo,

una donna 
che ogni tanto parla da sola
perché ha paura di perdere la lingua.

 

L’Apanda tipo-grafia, di Marta Pisano

Paginette leopardiane, Antonio Prete

Ambulatorio di coccole e Circo di Campagna, Comunità RNCD-Clown e sognatori pratici,

Io la vedevo, dovevo, Ivan Fantini

Yogarmonia, Giuseppe Miccoli

La cameriera di poesia, Claudia Fabris

Sette ragioni per iscriversi alla casa della paesologia, Grazia Coppola

Voci confinanti, Milena Di Rubbo, Alfredo Martinelli, Maria Pia Dell’Omo e Antonio Di Lorenzo

Costruzione collettiva di un compostifiico, Gabriele Fiocco 

 

ESERCIZI DELLA COMUNITà PROVVISORIA

Leggere Giorgio Caproni a tutte le ore
Parlare coi vecchi del paese
Gente che porta doni dalla propria terra
Esibizioni di cantanti fuori forma
Esercizi contro gli scoraggiatori militanti
Piccole lezioni di geografia
Elogio di Gianni Celati
Rocco Scotellaro, Leonardo Sinisgalli, Albino Pierro
Comizi improvvisi
Fotografare Aliano
Gente che parla bene del suo paese
La stanza del lutto
Piccole lezioni di geologia
Narrazioni per una sola persona
Televisione senza telecamere
Idee per il mediterraneo interiore
Ragionamenti su Taranto
Terrascritta
Il sud Bipolare
Incontri con scrittori di passaggio
Il turismo della clemenza
Passeggiate di mattina presto
I flaneur della desolazione
I contadini del sacro
Manifesto per le intimità provvisorie
Incontri alla casa della paesologia
Elogio dei percettivi

Il filosofo in panchina
Esercizi per farla finita con l’autismo corale

***************

Video: Alessandro Scillitani
Foto: Salvatore Di Vilio, Giuseppe Formiglio

Grafica: Franco Lancio
Webmaster: David Ardito

Coordinamento organizzativo
Livio Arminio, Andrea Procaccino, Francesco Montano

Direzione Artistica
Franco Arminio