Mosca con gli occhi di Carlo Levi, 25 maggio 2019

Aliano città di scambio, di passaggio e di connessioni. Aliano che ha ospitato Carlo Levi nei suoi anni più difficili e famosi, e dove lo scrittore ha scelto di riposare, per ricambiare una promessa di amicizia reciproca.

Aliano simbolo della Lucania, come scambio di popoli e di culture, di genti e di tradizioni, del Sud Italia e del Mediterraneo, nel segno della contaminazione e dell’accoglienza.

Valori, questi, che saranno festeggiati nell’evento “Mosca con gli occhi di Carlo Levi”, una giornata all’insegna di arte, musica e letteratura. Mostre, convegni e concerti di musica etnica e popolare, dal folklore più tipicamente lucano alla musica dei cosacchi russi, allieteranno una festa rivolta all’Europa e al Mediterraneo, mondi diversi che continuano a incrociarsi lì, tra le strade di Aliano.