Sorry, this entry is only available in Italian.

Lumina.

DOVE: Auditorium “Gervasio” di Matera

QUANDO: 8 ottobre alle 20:00

“Lumina”, il film indipendente e low budget del regista Samuele Sestieri, girato in diverse location della Basilicata, sarà presentato al Matera Film Festival il prossimo 8 ottobre alle 20:00 nell’Auditorium “Gervasio” di Matera. Seguirà il talk con l’autore e con l’attrice Carlotta Velda Mei.

Prodotto dalla Studio Ma.Ga., una giovane realtà produttiva fondata a Matera nel 2019, proprio nell’anno in cui la città è stata Capitale Europea della Cultura, in associazione con la produzione romana Il Varco e con Mario Cattaneo, “Lumina” utilizza le ambientazioni più apocalittiche e suggestive del territorio lucano come sfondo per una storia a metà fra documentario di fantascienza e racconto di formazione.

Una donna nuda (Carlotta Velda Mei) si sveglia su una spiaggia deserta. Dopo aver vagato, finisce tra le rovine di una città abbandonata. I vivi se ne sono andati molto tempo fa. In una casa diroccata trova artefatti dell’esistenza: vestiti, mobili, un giradischi e un telefono. Quest’ultimo contiene foto e video di una giovane coppia. Arianna e Leonardo (interpretati da Laura Sinceri e Matteo Cecchi) adoravano fare selfie e registrare meticolosamente le loro vacanze ed escursioni, ma anche i loro momenti intimi a casa.

Realizzato con il patrocinio morale del Comune di Matera e della Fondazione Matera Basilicata 2019, nonché la collaborazione dei Comuni di Irsina, Aliano, Tursi, Pisticci, “Lumina” è stato presentato in anteprima mondiale all’International Film Festival di Rotterdam a giugno 2021 come unico film italiano della sezione “bright future” dedicata ai talenti emergenti più promettenti della scena cinematografica europea e tra gli altri anche alla mostra internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro.

“Per noi è molto emozionante presentare Lumina al Matera Film Festival – sottolinea il regista Samuele Sestieri-, in fondo la nostra avventura è partita proprio nell’anno di Matera Capitale Europea della Cultura qui in Basilicata e senza la Basilicata non sarebbe mai stato possibile realizzare il film. Non vediamo l’ora di riportare Lumina a casa”.