Sorry, this entry is only available in Italian.

Le mura di Matera tra storia e mito

DOVE: Matera, Casa della raccolta delle Acque

QUANDO: lunedì 23 agosto, ore 20

Nell’ambito del progetto “Storia e Storie della nostra memoria collettiva” ideato da Giuseppe Cotugno per la locale Pro-Loco e da Liana Petralla dell’associazione “Legoratio”, lunedì 23 agosto alle ore 20 presso la Casa della Raccolta delle Acque di Via Purgatorio 12/13, Raffaello De Ruggieri racconterà delle mura di Matera tra storia e mito.

E’ una delle tappe legate alla rilettura delle componenti urbanistiche e militari della città, oggi in parte scomparse, che riemergono continuamente nella memoria collettiva della società materana.

Il fascino e le angosce di una città murata, recintata da fortificazioni per tutelarne la stessa esistenza, hanno rappresentato motivi di ricordi comunitari intrisi di leggende e di episodi straordinari.

Nel Medioevo le città affidarono ai fortilizi, alle torri e a muraglioni inaccessibili la propria difesa, nel periodo drammatico di un pendolarismo politico e militare che ha visto contrapporsi gli eserciti longobardi, bizantini, saraceni, imperiali e successivamente l’irruzione violenta nella storia del Mezzogiorno d’Italia dei Normanni, degli Svevi e degli Angioini.

La cinta muraria di Matera fu segnata da queste presenze e i presidi di difesa furono testimoni di questa tragica oscillazione di eserciti e di condottieri.

Di questo si parlerà nell’incontro perché si possa ricostruire, pur nell’assenza dell’indagine principe, quella archeologica, il perimetro difensivo della città, le sue porte, le sue torri e le sue mura cordonate.

Sarà il prologo di un puntuale itinerario di conoscenza da offrire alle donne e agli uomini di Matera e quindi ai turisti interessati a comprendere i valori profondi di un luogo e non già quelli epidermici di una visita furtiva e occasionale di una città che non offre la storia, ma la contiene.