Sorry, this entry is only available in Italian.

Inaugurazione mostra "La fragile bellezza"

Dove: Matera, Palazzo Lanfranchi

Quando: dal 29 luglio al 12 settembre 2021
Inaugurazione della mostra 29 luglio ore 18:00

Un museo che dialoga con il territorio, che si apre alla ricerca, alle nuove visioni per generare un racconto innovativo della Basilicata. Il locale incontra il globale. Il materiale, l’immateriale. Il passato, il futuro.
A Grottole la chiesa dei Santi Luca e Giuliano, comunemente detta Chiesa caduta o diruta, è un gioiello silenzioso che aspetta solo di essere scoperto.
A novembre 2020 ReUse Italy, impresa nata per porre l’attenzione dell’opinione pubblica sul tema del riuso del patrimonio architettonico abbandonato, e Wonder Grottole, impresa sociale per valorizzare il centro storico del piccolo borgo in provincia di Matera, lanciarono il concorso internazionale di idee Re- use The Fallen Church, per il riuso della “Chiesa Diruta” a Grottole, La Chiesa è stata costruita nel quindicesimo secolo con l’intento di ospitare il clero locale e di diventare una delle più importanti chiese del vescovado. Mai compiuta, a seguito di vari terremoti e incendi è stata successivamente abbandonata. Il concorso, aperto ad architetti, ingegneri e studenti, ha chiesto ai partecipanti di trasformare la rovina in un centro per concerti.
Oggi alcune delle oltre 550 visioni giunte da tutto il mondo per ridare vita alla Chiesa Diruta di Grottole saranno accolte al Museo Nazionale di Matera per raccontate un contesto storico della Basilicata diverso e fino ad oggi sconosciuto ai più.
Una delle rovine più scenografiche del sud Italia che si aprirà ai visitatori e che ha l’intenzione di ricongiungere la città dei Sassi con i borghi dell’entroterra per generare un racconto di rinascita e di sostenibilità che parte dal dialogo e dal tessere nuove narrazioni e reti.
La mostra, quindi, diventa simbolo per dare forza alla fragilità e partendo dalla bellezza al tempo stesso diventa cuore pulsante della missione di sviluppo sostenibile.