I QUADRI PLASTICI  di Avigliano, 4 agosto 2019

I Quadri Plastici di Avigliano si inseriscono sicuramente fra gli eventi più significativi e rappresentativi dell’estate lucana. La loro rappresentazione richiama nella cittadina un numero sempre più crescente di persone, affascinate da un evento straordinario e unico nel suo genere.

Le prime notizie certe sulla rappresentazione dei Quadri Plastici si hanno ad Avigliano a partire dai primi anni del 1900, ma c’è anche chi sostiene che ci siano tracce già dalla metà del Settecento.

Nella serata della vigilia delle più importanti festività aveva luogo la processione della “nave”, una costruzione con l’ossatura in legno, rivestita di carta colorata, con al centro la statuetta del Santo. La “nave” era portata a spalla e preceduta da uomini travestiti da turchi e da bambini che reggevano lampioncini veneziani. La nave era seguita da carri trainati da cavalli e muli sui quali erano allestiti dei “Quadri”, detti plastici, perché riproducevano soggetti di arte sacra e storica, interpretati da giovani, che a ogni sosta dei carri assumevano quella rigidità statutaria che conferiva tridimensionalità all’opera d’arte rappresentata. Nella versione più moderna i Quadri Plastici sono invece realizzati su palchi fissi e con la maggiore aderenza anche scenografica del soggetto riprodotto, in modo da elevare la qualità artistica della manifestazione.

Le rappresentazioni viventi si sono susseguite nel corso degli anni collocandosi prevalentemente all’interno delle manifestazioni dedicate alla Madonna del Carmine, festeggiata ad Avigliano il 16 luglio di ogni anno, legandosi, nell’ultimo periodo, a soggetti religiosi.

Attualmente l’organizzazione delle rappresentazioni,  che ogni anno si tengono la prima domenica di agosto ad Avigliano in Piazza Aviglianesi nel Mondo, sulla base di una precisa tematica scelta dalla Pro Loco,  è  affidata a gruppi di giovani appartenenti ad Associazioni culturali,  guidati da  direttori artistici e affiancati da apposite figure professionali quali, scenografi, pittori, tecnici delle luci, truccatori, responsabili della fotografia, falegnami. Si tratta, tuttavia, di un evento che coinvolge in modo attivo tutta la cittadinanza. Ogni cittadino, una volta stabilite le opere da riprodurre, può aspettarsi di essere reclutato come figurante per la sua rassomiglianza con il soggetto da rappresentare. L’innovazione introdotta, nell’ultimo decennio, di un adeguato commento musicale aggiunge fascino ed emozione e aiuta a  entrare, per così dire, nel tema proposto , creando una sorta di magia che coinvolge lo spettatore fin dalle prime note ed ancora prima che si apra il sipario.

Quest’anno la Pro Loco di Avigliano organizzerà i Quadri Plastici domenica 4 agosto 2019 presso la Piazza Aviglianesi nel mondo a partire dalle ore 20,30.