(Italiano) Con Vivi Heraclea VI un’estate al Museo della Siritide di Policoro

Sorry, this entry is only available in Italian.

Dal 12 agosto visite guidate e percorsi tematici in uno scrigno d’arte e storia
Vivi Heraclea VI (edizione 2020) riprende il suo viaggio dove tutto è cominciato: il Museo Archeologico Nazionale della Siritide. Dal 12 agosto fino a domenica 23 settembre, nell’ambito del cartellone del Comune di Policoro “SiritidEstate”, l’associazione I colori dell’anima propone una serie di visite guidate alla scoperta dei tesori d’arte e storia custodite nel museo di Policoro. Un patrimonio di valore inestimabile che il racconto di guide specializzate contribuirà a far conoscere e comprendere attraverso diversi percorsi tematici. Conclude il viaggio di questa sesta edizione di Vivi Heraclea un “Omaggio a Dante” in programma il 2 ottobre.
A inaugurare il ciclo di visite guidate, in occasione dell’apertura straordinaria del Museo Archeologico della Siritide di giovedì 12 agosto dalle 20 alle 23, “Le tavole di Eraclea. Tra Taranto e Roma”, la mostra che celebra il 50° anniversario della fondazione del Museo di Policoro.
Il percorso espositivo ruota attorno a un prestito straordinario: le Tavole di Eraclea, considerate tra i più importanti documenti epigrafici della Magna Grecia, ritrovate nel 1732 nei pressi del fiume Cavone e conservate al MANN- Museo archeologico nazionale di Napoli. Le due lastre di bronzo costituiscono il più importante documento scritto della Magna Grecia. Incise sui due lati, in greco e in latino, permettono di ricostruire le trasformazioni della città di Herakleia dalla sua fondazione da parte di Taranto alla fine del V secolo a.C. fino all’acquisizione dello statuto di municipio romano, attribuito alla città, ormai Eraclea, nella prima metà del I a.C.: un documento fondamentale per comprendere la storia sociale, politica e economica del territorio della Siritide che Vivi Heraclea consente a tutti, compresi i policoresi, di poter conoscere e apprezzare.
Il percorso sarà riproposto, negli stessi orari, 19-27 agosto e 2 settembre. E ancora di pomeriggio (ore 17- 1° gruppo- 18,30- 2°gruppo) 17,24 e 31 agosto e il 9,16 e 24 settembre. Ma Vivi Heraclea non è solo valorizzazione del territorio è anche e soprattutto inclusione. “Giocare per imparare con le Tavole di Eraclea” è il laboratorio creativo che il 23 settembre archeologi ed educatori specializzati proporranno a un gruppo di ragazzi dell’Anffas Policoro Onlus.
In programma anche percorsi en plein air con Vivi Heraclea tra Archeologia e Natura. Il 26 agosto (ore 17) sarà la volta di una passeggiata “Sul cammino del Santuario di Demetra e Dioniso” in collaborazione con l’Oasi WWF Policoro. Si prosegue il 4 settembre con una passeggiata alla scoperta dei tesori nascosti della città di Policoro che parte dal Castello Baronale, passa per i Giardini Murati e il Parco Archeologico Siris – Herakleia e arriva al Museo della Siritide. La passeggiata dell’11 settembre, infine, sarà interamente dedicata al Bosco Pantano di Policoro con l’escursione naturalistica alla scoperta de L’ultima foresta incantata: una passeggiata all’aria aperta per far conoscere di più e a fondo uno straordinario gioiello della natura, scrigno di un habitat di straordinaria e rara bellezza.
Vivi Heraclea è un progetto sostenuto da Regione Basilicata e Comune di Policoro nell’ambito del Patrimonio culturale intangibile , organizzato dall’associazione culturale “I colori dell’anima” con la preziosa e fondamentale collaborazione del Direzione Regionale Musei Basilicata e della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio della Basilicata.
Il biglietto di ingresso dovuto al Museo Archeologico Nazionale della Siritide è di 2,5 euro. L’associazione I colori dell’anima offre i percorsi tematici gratuitamente. La prenotazione è obbligatoria, così come la mascherina! In ottemperanza alle normative anti-Covid vigenti sarà possibile partecipare alle visite guidate solo se in possesso del green pass. I posti sono limitati.
Per info e prenotazioni: scrivere alla mail icoloridellanima2012@gmail.com, o contattare il 3288993115 (Martino I. archeologo/guida specializzata).