Capitale per un giorno | Ripacandida: “Nella terra dei santi e dei briganti”, 27 e 28 luglio 2019

Nell’ambito del programma di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, Ripacandida tutta e in particolare il suo centro storico avrà un momento per ricostruire il suo passato e per ripercorrere a ritroso il nastro della memoria per ritornare in alcuni luoghi del passato attraverso la rievocazione di immagini e personaggi ad essa correlati.
Le origini del paese iniziano già nel VII sec. a.C., epoca del primo insediamento testimoniato dal ritrovamento della Brocchetta Pitagorica, ora custodita nel Museo Archeologico Nazionale Massimo Pallottino di Melfi (PZ) che in questa speciale occasione sarà esposta in una delle cellette dell’ex monastero di San Giuseppe, oggi Galleria Civica d’Arte, meglio nota come Pinacoteca di Ripacandida.
Ripacandida sarà protagonista di un viaggio teatrale che ripercorrerà la vita di alcuni personaggi storici, quali Leopoldo Chiari, Andrea Molfese, William Donato Phillips e delle brigantesse Carmela e Maria Teresa Di Genova con gli spettacoli Tre uomini illustri e Le Brigantesse, un viaggio musicale classico con un Trio composto da pianoforte, violino e voce soprano e moderno con il concerto Calpestati, ci vendicammo a cura de I Guai ONG. Il tutto nel cuore del centro storico, ricco di testimonianze medievali e di palazzi signorili con panorama mozzafiato in cui si distinguono il Monte Vulture e la Valle di Vitalba.
All’interno dell’evento è previsto nella mattinata del 27 un incontro pubblico relativo alle prime risultanze delle indagini archeologiche in seguito ai lavori strutturali nella Chiesa di San Bartolomeo, oggi Sant’Antonio, la presentazione del progetto Google Arts § Culture, un programma di digitalizzazione delle opere d’arte e dei monumenti a cui il comune di Ripacandida ha aderito.
Inoltre nell’arco delle due giornate sarà aperta gratuitamente la Pinacoteca che contiene un’esposizione di centodue opere di autori appartenenti alle più rappresentative correnti artistiche dei primi decenni del Novecento fino ai giorni nostri allestita in alcune stanze dello storico palazzo municipale un tempo dimora gentilizia della famiglia Baffari-Rossi e durante il Seicento convento delle Clarisse.
Nell’ex sala consiliare invece una mostra fotografica di Ripacandida di ieri e di oggi e una proiezione del documentario sulla vita di Suor Maria di Gesù, priora delle Carmelitane morta in odore di santità, realizzato da Lucania 131.
Non mancheranno momenti di degustazione dei prodotti tipici locali con stand allestiti per tutto il centro storico con la collaborazione delle Associazioni del posto: Avis, Ass. Ballanto Ballanto, Ass. Sant’Anna per Ripacandida, Ass.Acli “I fiori del Vulture”, Ass. Arci, Ass,Ieri oggi e domani, Ass. Papirus, ASD Ripacandida e Parrocchia S.Maria del Sepolcro.