Itinerario ipogei e videomapping Melfi

Itinerario ipogei e videomapping Melfi

Fino al 6 gennaio, nelle date indicate, prosegue a Melfi il percorso negli ipogei e attraverso il borgo più antico, dalle mura bizantine fino al castello federiciano. Esperienze immersive, performance teatrali, reading letterari, musica e mostre d’arte animano i luoghi di una città inedita e sotterranea, scavati nella lava del Vulture per ricavare le pietre con cui è stata edificata la città normanna. L’itinerario ipogeo si alterna a percorsi nei vicoli del borgo antico, accompagnando il visitatore da FontanaBagno fino alla rocca alta, attraverso la Porta Calcinaia, quindi alla chiesa di San Lorenzo e infine al castello, per concludersi nella grande cisterna. Spettacoli di videomapping e grandi proiezioni vestono di luci e suoni l’intera Rocca, dalle mura di cinta fino alle torri del castello. Riferimenti ai grandi temi del nostro tempo guidano la narrazione visiva: dal cambiamento climatico con il Cantico delle Creature di San Francesco a Fontana Bagno, alla pandemia, le migrazioni, il dramma dell’Afghanistan nelle interpretazioni dello street artist brasiliano Eduardo Kobra che fanno da spunto ai videomapping del castello. Si chiude con un omaggio a Dante nella declamazione del Canto XXXIII del Paradiso nella grande cisterna del castello, tra proiezioni di opere d’arte e nuove tecnologie laser. Appuntamento da non perdere.


Eventi del Natale a Castronuovo di Sant'Andrea

A CASTRONUOVO DI SANT'ANDREA

MUSEO INTERNAZIONALE DEL PRESEPIO “VANNI SCHEIWILLER"

IL NATALE DELLA TRADIZIONE LUCANA 2021

Il Presepe-Farfalla di Giuseppe Palumbo, le 10 ricette per  portare la Basilicata in tavola, la   condivisione via web di centinaia di artisti per gli auguri di un anno nuovo, la donazione Carlo Volpe, i presepi lucani e di tutto il mondo tra arte, letteratura, cibo, musica e folclore.  

Ideata e organizzata dal Museo Internazionale del Presepio “Vanni Scheiwiller” con la collaborazione  dell’Amministrazione comunale, della Pro Loco, della Parrocchia e del MIG. Museo Internazionale della Grafica, fino al 6 gennaio 2022, a Castronuovo di Sant’Andrea, sarà possibile rivivere la magia della nascita di Gesù Bambino attraverso una fedele ricostruzione del Natale lucano in una iniziativa che coniuga arte, cibo, musica e folclore in maniera inedita e innovativa.

Lo scenario dell’evento è l’intero paese e in particolare il rione Manca, il suggestivo borgo medievale di Castronuovo, sede del museo dedicato al presepio che, dal 2014, offre ai tanti visitatori provenienti da tutta Italia, un vero e proprio viaggio a ritroso nel tempo attraverso la scoperta, durante la visita guidata, di antiche abitazioni, stalle, grotte e cantine rimaste immutate nel tempo, custodi di oggetti della civiltà contadina e di oltre 250 presepi che consentono di effettuare un inusuale giro nel mondo condotto attorno alla culla del Bambino.

Il nuovo allestimento museale è stato inaugurato il 22 dicembre in Piazza della Civiltà Contadina  con la presentazione del Presepe-farfalla di Giuseppe Palumbo. Il noto fumettista ha disegnato la Sacra Famiglia accolta nella mangiatoia-albero (il grande leccio a ombrello che connota la piazza con le opere di Maccari e Consagra) e quaranta tra angeli e diavoli in lotta. Tutti i personaggi del presepe in versione farfalla, sono leggeri e in trasformazione. La farfalla (in greco psyché) è insieme allegoria e simbolo dell’anima e qui in particolare come simbolo dell’anima che rinasce, specie a Castronuovo, paese ferito dalla frana e in attesa di nascere ancora. Questa idea di presepe, nasce partendo dalle poesie dialettali del padre Franco Palumbo, grande amico di Castronuovo, che spesso nelle sue poesie utilizza gli animali come allegorie e simboli. I bambini e i ragazzi delle scuole elementari e medie hanno partecipato alla sistemazione dei 44 personaggi che pendono dai rami dell’albero.

Ogni pomeriggio, a partire dalle ore 17.00, si ripropongono le visite guidate alle mostre (Renato Bruscaglia, Antonietta Raphaël, Saul Steinberg, “21 artisti rileggono Sant’Andrea Avellino in occasione del V Centenario della nascita” (Arpa, Antonio Bruscella, Giovanni Cafarelli, Karmil Cardone, Pasquale Ciliento, Salvatore Comminiello, Giovanni Dell’Acqua, Maria Di Taranto, Serena Gervasio, Giulio Giordano, Silvio Giordano, Gaetano Ligrani, Nicola Lisanti, Felice Lovisco, Massimo Lovisco, Vito Masi, Angelo Palumbo, Raffaele Pentasuglia, Maurizio Rosa, Pietro Tarasco, Nino Tricarico) e ai 250 presepi capaci di riportare alla luce antiche memorie, quelle derivanti dalla cultura agro-pastorale, primordio della storia di ogni paese della Lucania e ancora viva nei riti, nei gesti e nelle tradizioni attuali. Il MIG. Museo Internazionale della Grafica con annesso Atelier “Guido Strazza” per la calcografia e il “Museo della Vita e delle Opere di Sant’Andrea Avellino” già immersi nel tema del Natale (anche qui saranno esposti particolari presepi appena arrivati a Castronuovo, come nel Comune o nella Casa nativa di sant’Andrea, donati dagli eredi del collezionista Carlo Volpe, recentemente scomparso), apriranno il saliscendi di vicoli che intrecciano una sorta di trama di segni, luci, colori, suoni, sapori, profumi, gesti che sembrano aver fermato il tempo per guardare al futuro.

Il 28 dicembre 2021, ore 18.00, al MIG, Ilaria Navarra presenta il suo recente volume, OCCHEBONTA’. 10 ricette per portare la Basilicata a tavola. Ovunque, Rubbettino Editore, dove tutti i contrasti della Regione (131 comuni, ognuno con una versione unica e personale delle 10 ricette) sembrano attutirsi a tavola con piatti tradizionali a base di ingredienti semplici.

Il 6 gennaio 2022, dalle ore 17.30, al MIG, la Befana porta opere d’arte (incisioni, litografie, xilografie, serigrafie) ai bambini che seguono la visita guidata delle mostre e dei presepi.

Ogni giorno del “Natale della tradizione lucana 2021” sarà cadenzato dagli interventi degli artisti che condividono, in tutto il mondo, da un piccolo paese lucano, attraverso i mezzi del web (sito, pagine facebook, instagram, whatsapp, twitter), gli auguri per un anno migliore.


Mostra "L'arte senza tempo"

Mostra di pittura "L'arte senza tempo"

Si inaugura il 23 dicembre alle ore 18.00 la personale della pittrice Sabrina Pugliese, promossa dal Comune di Valsinni in collaborazione con i volontari del Servizio Civile.
La mostra multisensoriale, dal titolo  ARTE SENZA TEMPO, sarà fruibile dal 27 Dicembre 2021 al 16 Gennaio 2022 nella  Pinacoteca Morriana di Valsinni.
I dipinti di Sabrina Pugliese ci permetteranno di fare un viaggio senza tempo nei paesaggi della nostra regione, tra scorci di antichi borghi, castelli fiabeschi e onde frangenti. In questo percorso, i visitatori saranno accompagnati da musiche rinascimentali e dai versi della poetessa Isabella Morra.
Sabrina Pugliese è una pittrice contemporanea di Nova Siri Nova Siri. Ha iniziato a dipingere per promuovere il suo territorio di origine, la Basilicata, allestendo varie mostre. Ha esposto a New York, Parigi, Ostuni, Teramo, Matera e in diversi altri centri italiani.
È stata selezionata per il Premio di Pitturiamo a New York per l’esposizione presso il White Space
Chelsea e per L’Annuario degli Artisti 2020 edito da Mondadori oltre che per il Premio Tavolozza
d’argento e expoParis 2021.

È seguita dalle critiche d’arte e curatrici Leonarda Zappulla e Maria De Lorenzo.

Per l’allestimento della mostra, un ringraziamento particolare va alle animatrici culturali Carmen Chierico e Maria Pugliese.


Gropius Christmas

Gropius Christmas

“GROPIUS CHRISTMAS”: IL NATALE IN MUSICA E DANZA DEL LICEO “WALTER GROPIUS” COL PATROCINIO DEL COMUNE DI POTENZA

Primo appuntamento della rassegna natalizia del noto liceo potentino è il concerto dell’orchestra e del coro del Liceo Musicale che avrà luogo martedì 21 dicembre 2021 alle ore 19:30.

Nella splendida cornice della chiesa della SS. Immacolata di Potenza (rione Cocuzzo) i giovanissimi e talentuosi studenti proporranno un originale e coinvolgente programma di musica sinfonica-corale, di standard jazz, di musica pop e della tradizione natalizia.

La rassegna proseguirà mercoledì 22 dicembre alle ore 19:00 al Teatro “Francesco Stabile” con lo spettacolo di danza classica e danza contemporanea “C’era una volta…”. Nella magica atmosfera del teatro cittadino le studentesse e gli studenti del Liceo Coreutico porteranno in scena la magia dei film di Walt Disney, coreografando le meravigliose e affascinanti colonne sonore che da sempre sono nell’immaginario collettivo il simbolo di un natale sereno e pieno di gioia.

Entrambe le manifestazioni sono patrocinate dal Comune di Potenza.

Accesso consentito con green pass e su prenotazione on line dal sito web https://www.liceoartisticoemusicale.edu.it/ fino al raggiungimento del numero massimo consentito dalle norme anticovid in vigore.


Natale 2021 a Pietrapertosa | Eventi

Natale 2021 | Eventi a Pietrapertosa


Solstizio d’Inverno a Petre de La Mola

Torna l’appuntamento con il Solstizio d’Inverno a Petre de La Mola promosso dalla Pro Loco Olea di Oliveto Lucano (MT)

Torna l’attesissimo appuntamento con il Solstizio d’inverno a Petre de La Mola giunto alla VII edizione, promosso dalla Pro Loco Olea di Oliveto Lucano (MT). Il 20 e 21 dicembre sono le due giornate che accompagneranno l’evento arricchito da un interessante momento culturale che darà il via alla manifestazione. Lunedì 20 dicembre dalle ore 17:00, nella sala consiliare, è previsto un incontro che affronterà vari aspetti legati al complesso megalitico ed al fenomeno. Ai saluti istituzionali del sindaco di Oliveto Lucano, Nicola Terranova e della Presidente della Pro Loco Olea, Saveria Catena seguirà l’intervento dei relatori. “Il sito ArchoAstronomico di Petre de La Mola e la sua valenza culturale nello scenario europeo” sarà il tema discusso da Leonardo Lozito, Vice-direttore nazionale dei gruppi archeologici d’Italia; Lucio Saggese, socio SIA (società italiana Archeoastronomia) parlerà invece di “Petre de La Mola e la sua utilità nei secoli”; della “Ricerca sulle origini culturali” ne parlerà Michelangelo Camardo, Presidente Associazione culturale codice 21. Gli ultimi due interventi “Volontriato e sviluppo culturale delle aree interne Medio Basento” e “ Progetto socio comprensoriale Capo Fila Irsina – Ippovie e nuovi percoorsi green” saranno affidati rispettivamente ad Enza Spano, Presidente Associazione Italia Nostra Sezione Medio Basento (partner dell’evento) e Tommaso Santochirico, Soc. Coperativa Nuova Atlantide. La tavola rotonda, moderata dal giornalista Antonio Grasso, affiderà le conclusioni al Commissario del Parco Regionale di Gallipoli Cognato Piccole Dolomiti Lucane, Rocco Marotta ed al Presidente Unpli Basilicata, Rocco Franciosa. Martedì 21 dicembre alle ore 10:30 è prevista una visita guidata al sito archeologico di Monte Croccia e al complesso megalitico di Petre de La Mola; alle ore 15:00 sempre a Petre de La Mola ci sarà l’attesa osservazione guidata del Solstizio d’Inverno. L’evento si concluderà alle ore 18:00 nella chiesa madre “Maria SS. delle Grazie” di Oliveto con il concerto musicale del coro “Gospel Voices Power”.


Lorenzo Ostuni. Viaggio in un mondo spirituale tra specchio e pietra

Lorenzo Ostuni. Viaggio in un mondo spirituale tra specchio e pietra

DOVE: Cappella dei Celestini, Potenza

QUANDO: dal 22 dicembre 2021 al 22 gennaio 2022

Si aprirà mercoledì 22 dicembre alle 18.00, nella Cappella dei Celestini di Potenza, la mostra
“Lorenzo Ostuni. Viaggio in un mondo spirituale tra specchio e pietra”, patrocinata dal Comune di
Potenza, in collaborazione con la Fondazione Laurini – Istituto del Simbolo “Lorenzo Ostuni”, il
Comune di Tito e il Comune di Laurenzana, organizzata dalla Rebis Arte srls e curata da Fiorella
Fiore.
«In linea con la mission del Piano Triennale della Cultura del Comune di Potenza – dichiara
l’assessore alla cultura del comune di Potenza, Stefania d’Ottavio – l’intento è quello di esaltare un
patrimonio della provincia ancora poco conosciuto e precisamente quello della Fondazione Laurini –
Istituto del Simbolo “Lorenzo Ostuni”, nel suo insieme di prezioso contenitore (da villa nobiliare
settecentesca “nascosta” del centro storico del Comune di Tito) e contenuto, con la sua collezione di
specchi incisi da Lorenzo Ostuni, in mostra anche a Potenza dopo le importanti rassegne tenutasi a
Roma, a Villa Torlonia, nel 2017 e a Tito, nel palazzo della Fondazione Laurini – Istituto del
Simbolo “Lorenzo Ostuni” nel 2020.»
La mostra vuole mettere in evidenza un patrimonio immateriale, ma che si manifesta nel prodotto
materiale, delle pietre che i giovanissimi allievi di Ostuni incisero nel 1963, quando Ostuni accettò
l’incarico di insegnare materie letterarie presso la scuola media di Laurenzana (PZ), arricchendo il
loro percorso con la poesia, il ricamo, il teatro, il bassorilievo e la scultura su pietra, recuperando
una tradizione ottocentesca del loro paese. Un corpus di opere che è, oggi, testimonianza di un
incredibile, seppur breve, laboratorio di idee. A unire tutto questo, la straordinaria figura di Lorenzo
Ostuni, filosofo, psicologo, studioso del simbolo, autore e regista di origini lucane vissuto e morto a
Roma nel 2013, il cui universo di saperi, scritti e opere inizia ad essere ora studiato e portato
all’attenzione del pubblico, grazie agli sforzi della famiglia, della Fondazione a lui dedicata e delle
istituzioni che, insieme, ne hanno compreso l’importanza del pensiero.
A latere della mostra il workshop di incisione su specchio a cura dell’allieva di Lorenzo Ostuni,
Elena Morizio, che coinvolgerà gli allievi di alcuni istituti di scuola secondaria di Potenza.
L’inaugurazione della mostra si svolgerà mercoledì 22 dicembre 2021 alle ore 18 presso la Cappella
dei Celestini in Largo Duomo a Potenza.
Interverranno: Stefania D’Ottavio, Assessore alla cultura del Comune di Potenza; Giancarlo
Laurini, Presidente della Fondazione Laurini – Istituto del Simbolo “Lorenzo Ostuni”; Graziano
Scavone, Sindaco di Tito; Michele Ungaro, Sindaco di Laurenzana; Fabio Laurino, Assessore alla
cultura del Comune di Tito; Giuseppina Anna Laurino, Assessore alle Attività Produttive del
Comune di Tito e Segretario Generale della Fondazione; Vincenzo Ostuni, consigliere della
Fondazione; Fiorella Fiore, curatrice della mostra.
La mostra rimarrà aperta al pubblico dal 22 dicembre 2021 al 22 gennaio 2021 nei seguenti orari:
dal lunedì al venerdì dalle ore 17 alle 20, il sabato e la domenica dalle ore 10 alle 13 e dalle 17 alle
20; il 24 e 31 dicembre dalle ore 16 alle 19. Nei giorni di Natale e Santo Stefano e di Capodanno e
Epifania la mostra rimarrà chiusa.
Ingresso gratuito, ma contingentato e consentito ai possessori di Green Pass, nel rispetto del
protocollo Anti-Covid.


Ortega. Tra arte e ribellione

Ortega. Tra arte e ribellione

In occasione del centenario della nascita del pittore Josè Garcia Ortega (Arroba de los Montes, 1921 – Parigi, 24 dicembre 1990) l’Associazione Josè Ortega Matera, il circolo Culturale La Scaletta e la Fondazione Zetema, il 17 dicembre 2021 organizzano una giornata celebrativa dedicata all’artista spagnolo giunto a Matera per la prima volta il 14 aprile del 1972.
Alle ore 10.00 nel salone delle feste del palazzo Malvini-Malvezzi di Matera, dove attualmente è ospitata l’antologica di Corrado Veneziano “Eterotopie”, si svolgerà il convegno: “Josè Ortega 1921-2021 incontro celebrativo della nascita Josè Ortega, testimone della cultura mediterranea”, in collaborazione con il comune di Matera, e con il patrocinio della Provincia di Matera.
Introduce Franco Vizziello, Presidente dell’Associazione “Casa di Ortega”, che ospita nell’antico palazzo in via San Nicola del Sole, risalente al XVII secolo, venti bassorilievi policromi che il pittore iberico realizzò nel 1975 nella Città dei Sassi, utilizzando la cartapesta, la tecnica artigianale locale più popolare e più emblematica, e che si propone sin dalla sua creazione, di promuovere ed affermare l’alto valore dell’artigianato artistico in particolare nel settore della ceramica, ferro battuto e legno, oltre che la valorizzazione della dieta mediterranea con i suoi ingredienti, il gusto, la fragranza ed il profumo dei piatti della tradizione territoriale.
Dopo i saluti del Presidente della Provincia di Matera Piero Marrese, del Sindaco di Matera Domenico Bennardi, del Sindaco di San Giovanni a Piro, Fernando Palazzo, e dell’assessore alla cultura del Comune di Matera Tiziana D’oppido, seguiranno gli interventi di:
Andrea Iezzi, curatore del progetto “La Cultura è Capitale” realizzato dall’Ambasciata di Spagna per Matera 2019 con “ La Cultura è Capitale: un’occasione di dialogo tra Spagna e Italia”.
Gabriele Simongini, Storico dell’Arte e Saggista con “La politica tradotta in arte”.

Raffaello De Ruggieri, Presidente della Fondazione Zetema con “L’energia di Ortega per riaffermare la cultura mediterranea”.
Nicola Ciavarella, medico esperto di nutrizione finalizzata alla prevenzione con: “La dieta mediterranea tra cultura e scienza”.
Chiude una testimonianza di Vitantonio Lombardo , chef stellato.

Alle ore 20.00 (sipario ore 20.30) presso il Cineteatro comunale Gerardo Guerrieri di Matera, debutta sulle scene materane MetaTeatro la nuova associazionecostituita da 4 compagnie teatrali (associazione Gutta ETS, il Centro di Cultura Teatrale Skenè, il Centro Mediterraneo delle Arti, Hermes Teatro Laboratorio) e dal Circolo La Scaletta, che ha solo la funzione di coordinamento,con la rappresentazione:
“Josè Ortega tra arte e ribellione” di Arturo Catenacci e Lello Chiacchio.
La piece teatrale organizzata dal Circolo La Scaletta, con il patrocinio della Fondazione Zetema, Casa Ortega Matera e Comune di Matera, racconta in otto quadri di scena, alcuni momenti fondamentali della vita e dell’opera di Josè Ortega.
Dal pittore quindicenne, che dipingeva murales contro il regime di Francisco Franco, all’arrivo dell’artista a Materasu invito dei giovani della Scaletta.Il suo itinerario artistico, l’innamoramento per la città che l’ha saputo accogliere ed ospitare, le prime conoscenze con gli artigiani ed in modo particolare con i cartapestisti e il suo amore nei confronti dei contadini e della natura. Un immaginario momento onirico poi, vedrà Ortega spiegare al suo maestro Pablo Picassola scoperta a Matera di una nuova materia, la cartapesta, ed una nuova visione della tridimensionalità. La rappresentazione si chiude con la partenza di Ortega da Matera e con il commento dei due polittici dipinti con tempere all’uovo “Morte e nascita degli innocenti” e “Passarono” che impreziosiscono la “Casa Ortega” di Matera.  I quadri di scena sono accompagnati dalla poesia, dal canto, dalla musica e dalla danza.

Per entrambi gli eventi sarà necessaria l’esibizione del super green pass e l’uso della mascherina. L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti.
Per informazioni: info@lascaletta.net – tel. 0835 336726


Natale a San Fele, tra Saperi e Sapori

Natale a San Fele, tra Saperi e Sapori

Il 18 e 19 dicembre si svolgerà la manifestazione ”Natale a San Fele, tra Saperi e Sapori”, inserita in un calendario di eventi natalizi .
Sarà un percorso a tutto tondo, partendo dalla Casa di Babbo Natale, l’Ufficio postale degli elfi, la slitta di Babbo Natale, i classici mercatini natalizi con prodotti di artigianato locale, vari intrattenimenti come trampolieri, giocolieri, street band, mascotte natalizie e molto altro.
In particolare, sabato 18, al mattino sarà possibile godere di escursioni guidate alle scoperta delle Cascate di San Fele, nel pieno della loro bellezza in questo periodo! Nel pomeriggio è prevista l’apertura dei mercatini nel centro storico a partire dalle ore 15.00, seguiranno vari spettacoli di intrattenimento e street band natalizia.
Domenica 19 ci sarà l’apertura della rappresentazione vivente della natività, all’interno di una suggestiva grotta naturale, un laboratorio  esperienziale ”tradizioni tipiche natalizie – I CAVZUN D CICR”, verrà infatti mostrata la procedura di realizzazione dei calzoni tipici sanfelesi, partendo dall’impasto fino alla frittura.
Sarà possibile gustare un menù tipico sanfelese a cura dei ristoranti Casale acqua a monache e L’Usignolo, giri a cavallo con l’associazione A.S.D. Equestre, tiro con l’arco, frittelle (r pettl), dj set & live painting, l’Accademia Musicale del Vulture ci delizierà con esibizioni musicali e con un sorprendente flash mob……il tutto nello splendido scenario del centro storico di San Fele, tra Piazza Garibaldi e Piazza Cesare Gaudioso, fino a Piazza Mercato.

In entrambi i pomeriggi del 18 e 19, dalle 15.00 alle 17.00, escursioni guidate nel centro storico alla scoperta dei siti di interesse storico ed architettonico.
La manifestazione è organizzata dall’Amministrazione Comunale, con la collaborazione dell’Associazione A.C.A.I. (commercianti San Fele), e il supporto di tanti giovani volontari.


Natale 2021 ad Avigliano

Natale 2021 ad Avigliano