Home > Turismo accessibile: Apt e Inail insieme con ”Una Marcia in più”
”Una Marcia in più”
Pubblicato il 27 giugno 2017

Turismo accessibile: Apt e Inail insieme con ”Una Marcia in più”

Nell’ambito degli interventi di reinserimento sociale e nella vita di relazione dei propri infortunati da lavoro mediante la pratica sportiva, la Direzione Regionale INAIL per la Basilicata ha promosso e sostenuto, in collaborazione con l’A.P.T. – Azienda di Promozione Territoriale della Basilicata, la realizzazione del progetto ”Una Marcia in più”, un viaggio a bordo di fuoristrada nato da un’idea di inclusione sociale dell’Associazione A.S.D. 4X4 Motion Potenza che coinvolgerà numerose persone disabili, giovani e meno giovani, tra cui cinque gravi infortunati da lavoro assistiti dalle strutture INAIL di Basilicata; la carovana, formata da 10 fuoristrada, concessi per l’occasione gratuitamente da Jeep Italia, con un equipaggio di circa 27 persone (tra le quali, oltre i protagonisti piloti e copiloti disabili, anche personale medico e parasanitario nonché una troupe video-fotografica) partirà da Potenza domenica 02 Luglio 2017 alla volta della perla del Tirreno, Maratea, per poi attraversare il Parco Nazionale del Pollino e raggiungere le dorate spiagge ioniche del Metapontino con rientro, infine, a Potenza per la domenica successiva 09 Luglio 2017. 

 Sette giorni intensi in cui i partecipanti si cimenteranno nelle complesse operazioni di guida su sterrato, sabbia e suolo roccioso, uso del GPS e lettura di mappe anche aeree: saranno appunto queste le attività quotidiane che gli equipaggi svolgeranno in un processo di collaborazione e condivisione finalizzato al superamento dei limiti spaziali e di quelli fisici. La pratica sportiva relativa alla conduzione di un fuoristrada, in una articolata e variegata ambientazione come quella del territorio lucano, rappresenterà, per ogni membro dell’equipaggio, un momento di integrazione e di scoperta di grande valore educativo. Sperimentando il confronto con l’altro e con i propri limiti, sarà possibile superare i sentimenti di sfiducia, di diversità e di inadeguatezza che la disabilità determina e a rafforzare l’autostima e l’equilibrio psico-fisico degli individui.

 Il progetto, inoltre, annovera tra gli obiettivi principali non solo quello di sostenere e diffondere la pratica sportiva come strumento terapeutico di integrazione e di sviluppo delle abilità sociali e del benessere psico-fisico delle persone disabili ma anche di promuovere e valorizzare le risorse, il patrimonio naturalistico e le strutture di accoglienza del territorio lucano con particolare riguardo allo sviluppo di un turismo accessibile ed inclusivo per tutti.

L’evento sportivo/sociale non agonistico sarà realizzato con la consulenza ed il supporto tecnico del Comando Regionale Basilicata dei Carabinieri – Corpo Forestale dello Stato e dell’Ente Parco Nazionale del Pollino, con il patrocinio dell’A.N.M.I.L. (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi del Lavoro) di Potenza e Matera, della Motorizzazione Civile – Sede di Potenza e del C.S.E.N. (Centro Sportivo Educativo Nazionale) – Comitato di Basilicata oltre che di prestigiosi partner privati di rilievo nazionale quali FCA Group con Jeep Italia, FIAT Autonomy e Barilla S.p.a.

Ed è proprio presso lo Stabilimento FCA di Melfi che si terrà la Conferenza Stampa di presentazione della manifestazione il giorno Mercoledì 28 Giugno 2017 alle ore 10:00 alla presenza del Direttore Regionale INAIL per la Basilicata, del Direttore Generale A.P.T. Basilicata, del Presidente Comitato Regionale C.S.E.N. Basilicata oltre che del Direttore dello Stabilimento automobilistico e dirigenti di FCA Group della Sede di Torino.

La partecipazione dell’Apt all’iniziativa – spiega il direttore generale Mariano Schiavone – trova le sue motivazioni nella volontà di essere partner di promozione turistica di un territorio che vuole proporsi davvero a tutti. Un progetto originale unico che vede coinvolte partnership di vario timpo proprio per dimostrare come sia possibile non solo costruire soluzioni di fruibilità turistica del territorio ma farlo anche attraverso modalità che non neghino a nessuno il piacere dell’esperienza unica da protagonista della propria vacanza.


matera con nuovo logo