Home > Perri: Coppola anticipatore della visione sulla Basilicata turistica
foto-Perri
Pubblicato il 25 ottobre 2015

Perri: Coppola anticipatore della visione sulla Basilicata turistica

La Regione Basilicata, anche attraverso l’APT, ha colto l’opportunità di Expo 2015 per offrire una immagine della Basilicata più fresca ed aggiornata, caratterizzata non solo da una importante eredità storico-culturale ed artistica e da un paesaggio naturale di assoluto pregio e varietà, ma anche da una vivacità culturale, sociale e, in alcuni settori, anche economica assai significativa. Basti considerare, tra l’altro, la significativa crescita di attività collegate alla filiera dell’ospitalità e all’incremento turistico di oltre il 35% registrato dal 2007 ad oggi. Per lungo tempo fuori dal grande circuito della comunicazione la Basilicata è oggi alla ribalta, soprattutto grazie all’investitura di Matera a Capitale Europea della Cultura per il 2019, all’interesse mostrato dall’industria creativa e cinematografica, all’intenso impegno di promozione della Basilicata turistica portato avanti in questi anni, ma anche grazie allo sviluppo e alla qualità dei servizi di accoglienza e di ospitalità ai cittadini temporanei (come prediligiamo chiamare i nostri ospiti).
La sensibilità artistica di Francis Ford Coppola ha prefigurato in una video testimonianza “Basilicata Autentica” i motivi che avrebbero suscitato l’interesse per la Basilicata: l’autenticità delle comunità lucane e l’aver largamente preservato il paesaggio dagli effetti negativi di una malintesa modernità, cogliendo in questi valori non solo l’eredità del passato ma i fattori qualificanti per un progetto di futuro. La vivacità delle tradizioni, le specificità enogastronomiche e la qualità del contesto paesaggistico costituiscono i tratti salienti di questa “Italia ritrovata”, secondo lo sguardo del grande regista. Una percezione confermata da altri protagonisti di fama nazionale ed internazionale che hanno scelto la Basilicata come set cinematografico, così come da tanti maestri della fotografia e più in generale del mondo dell’arte.
Con Matera Capitale Europea della Cultura 2019 la Basilicata si rivela anche come luogo di energie creative e di potenzialità sia in termini di capitale umano, sia come contesto particolarmente coerente con quella ricerca di luoghi autentici che oggi muove il viaggiatore contemporaneo.
In questa prospettiva Matera e la Basilicata possano essere simbolo di un Mezzogiorno che ha qualcosa da dire e da dare al Paese nella misura in cui saprà progettare il proprio futuro a partire dalle proprie risorse territoriali, turistiche e culturali, dalla capacità di generare economie di relazioni e di attrarre intelligenze ed investimenti.
Gianpiero Perri
D.G. APT Basilicata


matera con nuovo logo