Home > La gastronomia lucana alle Olimpiadi di Londra
Pubblicato il 09 agosto 2012

La gastronomia lucana alle Olimpiadi di Londra

La Basilicata partecipa alle Olimpiadi di Londra 2012 e la medaglia che ambisce a conquistare non è in una disciplina sportiva ma turistica. Si apre oggi infatti una du-giorni di gastronomia lucana offerta all’intero mondo olimpico di queste settimane.

L’Inghilterra è uno dei principali paesi-obiettivo per il Piano Turistico Regionale e per le azioni di marketing derivanti, che puntano a promuovere la regione come “giardino segreto d’Italia” ad un pubblico particolarmente interessato alla riscoperta dell’autenticità dei luoghi, del paesaggio e della natura.

Un obiettivo a cui si mira anche avvalendosi di collaborazioni con società di comunicazione in loco che facilitano l’attività dell’Apt Basilicata principalmente nell’organizzazione di educational, press tour ed eventi di particolare impatto, soprattutto nella capitale Uk.

In questo quadro strategico si innesta la presenza del cuoco di origini lucane Nicola Batavia, chef di fama internazionale scelto dalla Nike per cucinare ad atleti di tutto il mondo presso la Nike Vip Lounge nel centro londinese fuori dal villaggio olimpico.

Un pubblico particolare a cui lo chef ha deciso di far conoscere il gusto italiano attraverso una serie di degustazioni di prodotti tipici provenienti dalla Basilicata, in programma oggi e domani, e che l’Apt ha colto come opportunità per promuovere i sapori lucani.

Atleti famosi e non, staff olimpico e operatori della comunicazione di tutto il mondo avranno dunque la possibilità di apprezzare la qualità e la fragranza della cucina regionale in degustazioni a tema a cui Batavia dedicherà tutta la sua creatività.

L’obiettivo è comunicare l’unicità lucana, anche attraverso canali diretti, ad un settore particolarmente attivo come quello dell’enogastronomia di qualità. Per questo fine, il blog di Nicola Batavia, infatti, sarà un  valido strumento e a cui si aggiungerà la rete dei social network e i canali di comunicazioni più utili per dare enfasi ad un evento la cui caratteristica è senza dubbio quella di essere, tra le altre cose, un esempio di promozione low-cost che si limita alla sola fornitura dei prodotti lucani fatti giungere a Londra dalla Basilicata e che si avvale della disponibilità dello chef a prestare gratuitamente la sua attività.

“E’ noto come il cibo sia percepito quale ambasciatore privilegiato dell’identità di una regione e della ricchezza culturale di un territorio – afferma il direttore generale dell’Apt Gianpiero Perri – e come efficace veicolo di riconoscibilità e di immagine. Per questo siamo lieti della disponibilità di Batavia per averci permesso di essere presenti nella più grande kermesse sportiva e per aver contribuito a diffondere la conoscenza della Basilicata come declinazione rinomata della cucina italiana. Una possibilità che abbiamo voluto cogliere al volo, in accordo con la Presidenza della Giunta Regionale,  proprio per l’efficacia di un’azione che consente di raggiungere target qualificati e, contemporaneamente, di catturare la loro attenzione sul binomio Basilicata/Italia”.


matera con nuovo logo