Home > Il presepe di Francesco Artese in Piazza San Pietro
Pubblicato il 10 dicembre 2012

Il presepe di Francesco Artese in Piazza San Pietro

Un omaggio al Santo Padre da parte delle comunità lucane,  espressione della propria identità culturale e religiosa. Delle dimensioni di 10.5 mt di larghezza, per 12 mt di profondità, l’opera di Francesco Artese, uno dei più importanti esponenti della scuola presepistica meridionale, è articolato su più livelli, raggiungendo 7 metri di altezza.

Il presepe ripropone il paesaggio dei Sassi di Matera: uno spaccato della civiltà contadina lucana che con umiltà e semplicità accoglie il Mistero della Natività.

La rappresentazione della Sacra Famiglia è focalizzata sull’immagine della Madonna intenta a mostrare e “offrire” Gesù Bambino alle donne che, a loro volta, in un gesto simbolico di familiarità e condivisione, Le affidano i propri figli.

In questo scenario sono riconoscibili luoghi, vie e chiese rupestri propri dei Sassi di Matera. Quel paesaggio “reale” impreziosito dall’opera di religiosi, monaci italo-greci e benedettini, che nel tempo lo hanno trasformato in una dimora ricca di sacralità e che oggi è riconosciuto dall’Unesco come “Patrimonio Mondiale dell’Umanità”.

Le 90 statuine di terracotta che popolano la scena hanno altezze diverse a seconda dei piani prospettici in cui sono state inserite. Rivestite con abiti cuciti a mano e inamidati, sono state realizzate dall’artista ispirandosi a rappresentazioni pittoriche del mondo contadino lucano di Carlo Levi.

Un modello simile della stessa opera, ma in dimensioni minori, è stato esposto anche alla Mostra dei Presepi di Buenos Aires a cura della Fondazione Giovanni Paolo II.


matera con nuovo logo